2020: tutto quello che è successo quest’anno

2020: tutto quello che è successo quest’anno
Condividi su

Su una cosa siamo tutti d’accordo: il 2020 sarà un anno che verrà ricordato. Sono stati infatti tantissimi gli avvenimenti che si sono susseguiti in questi ultimi 12 mesi, molti dei quali hanno cambiato il nostro modo di vivere.

Gennaio

All’inizio dell’anno si parlava degli incendi in Australia, che stavano uccidendo 500 milioni di animali.

Il 23 gennaio, il governo cinese mise in quarantena la metropoli di Whuan. Anche se si trattava della più grande quarantena mai vista nella storia dell’uomo, per estensione e numero di persone coinvolte, l’incubo Coronavirus sembrava ancora lontano da noi.

Il 26 gennaio 2020 siamo stati scossi dalla morte improvvisa del giocatore di pallacanestro Kobe Bryant e di sua figlia, precipitati durante un viaggio in elicottero.

Febbraio

A febbraio l’epidemia da Codiv-19 scoppiata in Cina si diffuse in buona parte del mondo. In Italia si registrarono i primi casi e iniziarono ad essere cancellati i primi eventi, come il Carnevale di Venezia, fermato con qualche giorno di anticipo a causa dell’emergenza sanitaria.

Marzo

A Marzo venne dichiarata la pandemia con la scelta del lockdown in diversi Paesi del mondo, tra cui l’Italia.

Anche su The Soundcheck molti di noi hanno deciso di condividere le proprie riflessioni, su come il Coronavirus avrebbe cambiato le nostre vite.

Alcuni, come Enrico Balestrazzi e Alex Bianchi, durante il periodo di lockdown hanno trascorso alcune ore in compagnia di Forze dell’Ordine e Croce Rossa, per scoprire come si svolgeva il loro lavoro in quel periodo. Altri invece, come Andrea Mariano, hanno espresso la loro opinione sulla cosiddetta “Quarantena dei Balconi“.

Il lockdown ha portato anche a riflettere su problematiche come la violenza sulle donne. Molte, a causa della quarantena, sono state costrette in casa con i propri aguzzini, senza via di scampo.

Aprile

Durante la primavera si è parlato delle conferenze stampa, poco convenzionali, di Vincenzo De Luca e di autocertificazioni, con uno sguardo sulla storia delle epidemie da parte di Irene Lodi. Ovviamente, al centro dell’attenzione c’è stata soprattutto la didattica a distanza.

La pandemia correva il rischio di farci dimenticare di un problema importante: la crisi climatica, urgentissima da risolvere. Così, su The Soundcheck abbiamo analizzato i discorsi di Greta Thumberg, la piccola attivista che da anni si sta battendo per la situazione del clima con i suoi Friday for Future, chiedendo agli adulti di preoccuparsene.

Maggio

Il 25 maggio, in seguito all’uccisione dell’afroamericano George Floyd da parte di un poliziotto a Minneapolis, scoppiano numerose proteste nelle principali città degli Stati Uniti.

Proteste e cortei continuano ad affollare le strade americane, così come anche – purtroppo – saccheggi e devastazioni. Trump si rifugia nel bunker per gli attacchi terroristici mentre l’ex presidente Obama decide di parlare, rivolgendosi ai manifestanti.

L’eco del movimento “Black lives matter” arriva anche nel nostro paese, così come nel resto del mondo. Vengono prese di mira le statue di personaggi storici ritenuti razzisti o imperialisti. Un esempio, la statua di Indro Montanelli a Milano, di cui scrive Iolanda Pompilio nel suo articolo.

Non manca poi l’occasione di parlare di bodyshaming, in seguito ad un episodio che ha riguardato la giornalista Giovanna Botteri. Finalmente si inizia a parlare anche di bellezza non convenzionale.

Giugno

A giugno, il campione sportivo Alex Zanardi, viene coinvolto in un incidente stradale durante una corsa a staffetta di handbike. Miracolosamente sopravvive, anche se ancora oggi sta combattendo.

Luglio e Agosto

L’estate è anche la stagione del Pride. Noi siamo stati a quello di Bari e ve lo abbiamo raccontato con un reportage fotografico.

Ad agosto alcuni sono invece tornati a viaggiare. Laura Losi, dopo essere stata in Portogallo ha scritto della sua esperienza sui viaggi post lockdown, tra bagagli e autocertificazioni.

Settembre e Ottobre

Siamo tornati a parlare di elezioni americane. Tra Kanye West che decide di candidarsi alla presidenza degli Stati Uniti per poi ritrattare subito dopo, la storia dell’hashtag #ProudBoys e Donald Trump protagonista di un rapporto complicato con musicisti e sportivi, si arriva al fatidico 3 Novembre 2020.

Novembre

Biden vince le elezioni americane. Tra un’estenuante conta dei voti, accuse di brogli elettorali e Donald Trump che sembrava non voler lasciare la Casa Bianca, Biden viene proclamato presidente. La scelta del suo vice, Kamala Harris, porta un messaggio importante per tutte le donne, non solo negli Stati Uniti.

Sempre a novembre si continua a parlare di Covid-19, di coprifuoco, di chiusura delle scuole e di lockdown.

A fine novembre ci lascia Diego Armando Maradona, uno dei più grandi calciatori di tutti i tempi.

Dicembre

In un’Italia divisa tra zone gialle, arancioni e rosse finalmente arrivano le prime somministrazioni del vaccino per il Covid-19. Si può finalmente parlare della fine di un incubo?

2020: l’anno peggiore di sempre?

Possibile che il 2020 sia stato l’anno peggiore di sempre? Probabilmente sì. Di certo la maggior parte di noi, dei nostri genitori e dei nostri nonni non ha mai visto niente del genere. Ma forse, questo che è appena terminato, potrà essere considerato come il primo anno di una nuova Era.

Il 2020 ci ha portati a riflettere sul nostro stile di vita, sulla mobilità, sulle differenze. Ora sta a noi dimostrare se veramente da quest’anno “ne usciremo migliori”, come ci siamo ripetuti nei mesi più duri della pandemia, oppure no.

a cura di
Daniela Fabbri

Seguici anche su Instagram!

LEGGI ANCHE – Il cinema compie 125 anni, ma non li dimostra per niente
LEGGI ANCHE – David LaChapelle: iconografo delle star

Condividi su
Daniela Fabbri

Daniela Fabbri

Sono nata nella ridente Rèmne, Riviera Romagnola, nel 1985. Copywriter. Leggo e scrivo da sempre. Ho divorato enormi quantità di libri, ma non solo: buona forchetta, amo i racconti brevi, i viaggi lunghi, le cartoline, gli ideali e chi ci crede. Nutro un amore, profondo e viscerale, per la musica, in tutte le sue forme. Sono fermamente convinta che ogni momento della vita debba avere una colonna sonora. Potendo scegliere, vorrei che la mia esistenza fosse vissuta lentamente, come un blues, e invece sono sempre di corsa. Mi piacciono gli animali. Cani, gatti, procioni. Tutti.

Un pensiero su “2020: tutto quello che è successo quest’anno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *