Kanye West si candida alla presidenza degli Stati Uniti d’America su Twitter

Kanye West si candida alla presidenza degli Stati Uniti d’America su Twitter
Condividi su

“Dobbiamo realizzare la promessa dell’America credendo in Dio”, cosi Kanye West ha annunciato su Twitter una sua probabile candidatura alla presidenza degli Stati Uniti d’America

Se questo 2020 ci ha insegnato qualcosa è di sicuro “l’essere pronti a tutto” come stile di vita. Nel giorno dell’Indipendenza americana il rapper ha messo nero su bianco la sua candidatura a presidente degli Stati Uniti, ed ha subito ricevuto, via Twitter, l’appoggio incondizionato di Elon Musk.

Make America Great Again

Da sostenitore di Donald Trump a possibile candidato verso al corsa alla Presidenza della Casa Bianca, questo è Kanye. Lui e Kim Kardashian hanno già fatto visita a Trump alla Casa Bianca per discutere della riforma carceraria. Era il 2018 e West indossava un cappello rosso con su scritto «Make America Great Again».

Mancano solo 4 mesi alle elezioni di Novembre 2020 e non sappiamo se Kanye abbia davvero presentato i documenti necessari per la candidatura. Non è la prima volta che West parla della presidenza, ma l’ultima volta aveva precisato che nulla sarebbe accaduto mai prima del 2024.

Kanye West e Donald Trump, ai tempi il rapper sosteneva l’attuale Presidente degli USA

In questa moderna “società virtuale” sembra che il tragitto verso un obiettivo sia oramai una strada in discesa per chi i numeri li possiede. La rincorsa alle competenza appare come una zavorra troppo pesante da portare sulle spalle fino al traguardo, meglio un boost “sponsorizzato” per mirare dritti alla meta: “Desideriamo tutto e gratis, e lo vogliamo adesso”.

La politica dovrebbe contenere un sogno fatto di competenze e pazienza, non la semplice e cinica voglia di essere il più votato su Instragram. Abbiamo la possibilità di guidare una nuova generazione verso differenti modi di essere, e i cantanti, come chiunque coltivi una forma d’arte, dovrebbero proteggere e aiutare chi sogna un mondo diverso.

Se un giorno l’arte dovesse prendere il posto della politica ci ritroveremmo, di ridosso, ad ascoltare canzoni su Spotify che sanno di inni, e ad ammirare quadri che potrebbero somigliare a locandine politiche create da grafici laureati in “Lettere e Filosofia” che fanno gli stagisti gratis, moderni schiavi degni della migliore sceneggiatura di “Boris”.

a cura di
Alessandro Di Domizio

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE: Eva contro Eva, un arcobaleno di colori
LEGGI ANCHE: Gli Insonia Rosa hanno uno zaino pieno di canzoni

Condividi su
Alessandro Di Domizio

Alessandro Di Domizio

5 pensieri su “Kanye West si candida alla presidenza degli Stati Uniti d’America su Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *