Hygge – le canzoni che nascono dalle note sul telefono

Hygge – le canzoni che nascono dalle note sul telefono
Condividi su

Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Hygge, cantautore di Potenza, di stanza a Bologna, sotto l’ala di Grifo Dischi

Due singoli all’attivo, Jacopo (che dice essere dedicata a un suo compagno di liceo) e Influencer. Abbiamo parlato con lui, davvero molto sintetico, di tante cose, e abbiamo scroccato anche un invito a casa sua per una festa. Ci state?

Ciao Hygge, partiamo dalle basi. Come mai questo nome?

“Ciao! Un nome danese, significa stare bene con le persone che amiamo, tutto qui.”

Leggiamo che sei di Potenza, ma di stanza a Bologna. Che differenze noti tra le due città?

“Sono città diverse non mi va di dire Bologna migliore // Potenza peggiore così senza fare un ragionamento, diciamo che questà dualità mi permette di vedere sotto due punti di vista differenti le mie canzoni.”

A livello musicale, cosa offre una città come Potenza?

“Secondo me qualcosa c’è, non si sa come farla uscire, ma qualcosa prenderà forma ne sono sicuro.”

I tuoi testi sembrano quasi un diario aperto, dei tweet su un account dimenticato. Da dove parti quando devi scrivere? Ti rifai sempre alla tua esperienza personale?

“Parto dai titoli, li scrivo nelle note del telefono come fossero promemoria poi quando mi va ci scrivo il testo. Guarda si e no, senza dubbio influisce molto l’esperienza personale ma certe volte mi piace divagare solo per il gusto di farlo.”

E come ti è venuto in mente di diventare un cantautore? Piani A e piani B?

“Nessun salvagente, o va bene questo o me lo faccio andar bene, per quanto riguarda diventare un cantautore non so, è successo che ho cominciato a scrivere e mi piace farlo, non riesco ancora a capire quanto mi fa piacere e quanto mi fa paura questa parola.”

Siamo nuovi qui a Bologna, dove dobbiamo andare?

“A casa mia, venerdì facciamo una festa!”

LEGGI ANCHE: TUM: la musica bella, è quella che esce dagli schemi
LEGGI ANCHE: Mattia Carlesso e la lezione dei grandi cantautori italiani in Tracce sul mio viso

Seguici anche su Instagram!

a cura di
Conza Press

Condividi su
Conza Press

Conza Press

Un pensiero su “Hygge – le canzoni che nascono dalle note sul telefono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *