Juju Di Domenico tra fiction Rai e serie Netflix

Juju Di Domenico tra fiction Rai e serie Netflix
Condividi su

La venticinquenne si sta facendo conoscere nel mondo della televisione: oltre alla recitazione è una giovane universitaria con la passione per le lingue e gli sport

Juju Di Domenico | Showinair News
Biografia

Juju Di Domenico nasce in Germania, a Wiesbaden, nel 1997. Attualmente vive a Pescara, ma viaggia spesso in diverse città: Roma, Bologna, Milano.

Il primo interrogativo che molti potrebbero porsi è da cosa derivi il suo nome, certamente inusuale per noi occidentali. Come la stessa ragazza spiega, la scelta dei genitori, lui tedesco, lei pescarese, ricade sul modo in cui si chiamavano affettuosamente anni a dietro: “you”. Da qui “Youyou” che tuttavia non esistendo come nome non poteva essere utilizzato. Facendo diverse ricerche i due scoprono che un suono molto simile esiste in Cina, ed è “Juju”.

L’attrice emergente si trasferisce in Italia all’età di 9 anni. Frequenta attualmente la facoltà di Interpretariato e traduzione a Forlì. La sua esperienza universitaria, così come quella di molti coetanei, è stata travagliata causa Coronavirus.

Fiction e serie tv

Per quanto riguarda la sua carriera attoriale ricopre inizialmente piccoli ruoli in fiction italiane di spicco quali “Il Paradiso delle signore” e “Un passo dal cielo”.

Con l’inizio del nuovo decennio fa quel salto di qualità che la porta a rivestire i panni di co-protagonista nella fiction “La guerra è finita” di Michele Soavi, in onda su Rai Uno in prima visione assoluta dal 13 gennaio 2020.

A giugno 2020 esce la serie Netflix “Curon”, thriller in cui interpreta l’adolescente Micki Asper.

Nel 2022 la giovane Juju ricopre un altro ruolo di rilievo in “Ero in guerra ma non lo sapevo” , film drammatico diretto da Fabio Resinero e tratto dall’omonimo romanzo di Alberto Torreggiani, il quale racconta la storia di suo padre Pierluigi, il gioielliere milanese brutalmente assassinato dai Proletari Armati per il Comunismo la sera del 22 gennaio 1979, durante i cosiddetti anni di piombo. Uscita prima al cinema nei giorni 24, 25 e 26 gennaio 2022, da febbraio la pellicola approda in televisione in prima serata. Attualmente è disponibile su RaiPlay. Qui la ragazza riveste i panni della figlia della vittima, Marisa. Nel cast anche Laura Chiatti e Francesco Montanari.

Trailer ufficiale “Ero in guerra ma non lo sapevo”
Competenze, sport e altre attività

La giovane parla diverse lingue: oltre al tedesco e all’italiano anche lo spagnolo, l’inglese, il francese e un po’ di portoghese. Appassionata fin da piccola alla recitazione, ha studiato alla S.M.O. Lab (spazi mentali occupati) dell’attore e regista Giampiero Mancini, la quale è una scuola che si occupa della promozione delle attività teatrali. Per quanto concerne gli sport ha praticato il nuoto, la ginnastica, l’equitazione e lo sci. Ha lavorato come modella: non considera chiusa tale carriera ma per il momento si è allontanata da questa strada, dedicandosi prevalentemente alla recitazione.

a cura di
Erica Amato

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Riccardo Mandolini: giovane promessa del cinema italiano
LEGGI ANCHE – Margherita Morchio: giovanissima attrice in erba

Condividi su
Erica Amato

Erica Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *