La Milanesiana a Rimini: Morgan, Sgarbi ed Extraliscio

La Milanesiana a Rimini: Morgan, Sgarbi ed Extraliscio
Condividi su

In occasione della Notte Rosa 2021, ci raggiunge anche il festival di letteratura, arte e musica ideata da Elisabetta Sgarbi, chiamato appunto La Milanesiana.
La serata ha subìto uno sconvolgimento, in quanto Morgan, che avrebbe dovuto aprire la serata con un prologo musicale, ha deciso in via estemporanea di lasciare il testimone a Vittorio Sgarbi.

Vittorio Sgarbi

Il critico ha tenuto una vera e propria lectio su Caravaggio e su Guido Cagnacci, artista figurativo del Seicento.

Spaziando, con fare quasi e ovvio e assolutamente disinvolto, racconta e illustra opere di Caravaggio e del Cagnacci, per poi arrivare a parlare addirittura di Pasolini, di Fellini e della fotografia.

In realtà è difficilissimo tenere il suo passo: discorre, facendo continui richiami ed allacciamenti temporali fra le varie figure artistiche, saltando con assoluta coerenza dalla pittura, alla fotografia, al cinema.

Dopo quasi due ore di prosa, passa la parola alla sorella che va presentando il gruppo degli Exraliscio, un gruppo romagnolo che ha ridato vita al liscio in chiave punk e che lei stessa produce.

Mirco Mariani, Extraliscio

Questo eclettico gruppo musicale è capitanato da Mirco Mariani, accompagnato da due star del liscio: Moreno il Biondo e Mauro Ferrara.
Il punk da balera, come loro stessi amano definire, finisce così per introdurci alla parte più interessante ed attesa della serata: il concerto di Morgan.

Marco Morgan Castoldi

In ritardo sulla tabella di marcia, ma attesissimo protagonista della serata, Morgan entra sul palco, nel frattempo svuotato e arricchito dal suo fedelissimo pianoforte.

Morgan entra recitando a memoria, senza alcun indugio, dei versi dell’Inferno di Dante. Poi passa al vero argomento fulcro della serata: proverà a spiegare a noi poveri mortali, cosa sia il cromatismo musicale.

Enuncia, racconta e suona brani composti da Nino Rota, il grande compositore a cui Fellini affidò la creazione delle colonne sonore di vari suoi film.

Come un vero e proprio maestro di musica, ci mostra ritmi, scale, assonanze e dissonanze. Parla e suona come un vero e proprio torrente in piena: vuole davvero farci capire il senso e l’origine di certi capolavori musicali.

E così, dopo aver deliziato il pubblico, cantandoci anche la sua Altrove, termina e saluta di cuore Rimini.

Ci saluta un Morgan sereno, divertito, nutrito dalla sua stessa arte che con così tanta foga e sentimento ci ha trasmesso attraverso la sua voce e i tasti del suo pianoforte.

Foto e testo a cura di
Valentina Bellini

Seguici anche su Instagram
LEGGI ANCHEBounce Back; possono rimbalzare più in alto
LEGGI ANCHEPiero Pelù – Arena Lido Rubicone – 30 Luglio 2021
Condividi su
Valentina Bellini

Valentina Bellini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *