Claudio Cirillo: un debutto che vuole unire i pezzi

Claudio Cirillo: un debutto che vuole unire i pezzi
Condividi su

La chitarra acustica può essere considerato un crocevia musicale: strumento ritmico e melodico, può essere suonato in (quasi) tutte le sue parti, e nelle trame sonore da lei create si insinua facilmente qualsiasi strumento. Ed è proprio questo il punto di partenza da cui si sviluppa l’arte di Claudio Cirillo.

Un artista al servizio della musica

Claudio Cirillo, chitarrista ma anche polistrumentista (suona anche le tastiere, il basso e campionamenti elettronici), è uno di quei musicisti che nelle sue creazione ha il desiderio di parlare a un pubblico più ampio possibile, senza però abbandonare la ricerca e la sperimentazione sonora.

Nel 2017 si è esibito al di fuori del teatro Ariston a Sanremo, in coppia col percussionista Domenico Rizzuto, ma è a partire dal 2018 che Claudio Cirillo inizia la sua attività musicale come artista di strada in giro per l’Europa e performer su palchi sparsi in tutta Italia.

Le sue canzoni godono di un vasto ventaglio di soluzioni tecniche e stilistiche, che il nostro usa con maestria, senza mai cadere nell’esercizio di stile, ma sempre al servizio della canzone e quello che questa vuole comunicare.

Raccontare un sentimento

Puzzle è un EP diviso in 6 episodi, ed è a tutti gli effetti un concept album sull’amore. La prima cosa che lo rende interessante al primo ascolto sono le linee vocali, che si dividono in parti parlate (oserei recitate) e cantate, e il lievissimo tappeto di campionamenti elettronici che arricchiscono il tutto sempre nei punti giusti.

Ascolta qui “Puzzle”

Le influenze musicali di base sono il pop italiano ricercato (Max Gazzè, Niccolò Fabi, Tiromancino e Mario Venuti su tutti), cui si integrano sprazzi di funky (“Il Puzzle” e “Bellezza d’Oriente”), di musica elettronica (“La Fregatura pt2”), la world music (“Se Mi Vuoi Conoscere”) e il folk acustico (“Vero così”).

Essendo un primo lavoro abbiamo tanta carne al fuoco, che potrebbe portare a diverse evoluzioni nella sua produzione futura. Staremo a vedere, o meglio, a sentire.

a cura di
Giorgio Cappai

Seguici anche su Instagram!

LEGGI ANCHE – Francesco Tirelli: la band e il nuovo singolo Mai
LEGGI ANCHE – Bemynorth: “Ecco cosa intendo con Chill LoFi Pop”

Condividi su

Giorgio Cappai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *