Padova Pride Village, al via la XV edizione

Padova Pride Village, al via la XV edizione
Condividi su

Parte venerdì 10 giugno, il Padova Pride Village. Il festival LGBTQI+, più grande e importante d’Italia, arriva alla sua 15°edizione.

Tre mesi non stop di eventi a 360° che promuoveranno la cultura in ogni sua forma e che spazieranno dalla musica live agli spettacoli teatrali, passando per le serate disco, le presentazioni di libri e serate di animazione.

Il Festival

Venerdì 10 giugno alle 19.30 i cancelli della Fiera di Padova si apriranno ufficialmente per dare il via alla XV edizione del Pride Village. Il grande Festival LGBTQ+ italiano, che giunge quest’anno all’importante traguardo della XV edizione e che fino al 10 settembre richiamerà a Padova un pubblico proveniente da tutta la penisola. Tre mesi all’insegna del divertimento, della cultura e dei diritti civili.

Queste le parole di Alessandro Zan, fondatore del Festival

Con questa sono 15. Quindici edizioni di Padova Pride Village, che dal 2008 accompagna l’estate di Padova. Dopo due anni, scanditi dalla pandemia Covid, che hanno scosso e segnato le nostre vite, torniamo a vivere gli spazi della nostra socialità. Il ritorno alla Fiera di Padova simboleggia anche il ritorno di quello che, nel corso di queste quindici edizioni, è diventato il più grande festival LGBT+ d’Italia, aperto a tuttǝ, così come noi lo abbiamo sempre conosciuto: certamente un luogo di gioia, spensieratezza e divertimento, ma anche uno spazio di cultura e di approfondimento politico, dedicato in particolare alla battaglia per una legge contro i crimini d’odio, con un programma ricco di concerti, dibattiti e presentazioni di libri.

©Giacomo De Checchi 2018
Un Festival all’insegna del comfort e del divertimento

Il Pride Village coprirà quest’anno un’area esterna di 10.000 metri quadrati che ospiteranno i nuovi allestimenti della kermesse, studiati per garantire al pubblico il massimo del comfort e del divertimento.

Due i palchi, uno esterno di oltre 500 metri quadrati e dotato di copertura per scongiurare l’eventuale maltempo, e uno all’interno, climatizzato, che sovrasterà un’area interna di quattromila metri quadrati. Per tutta l’estate, inoltre, saranno disponibili due Village privè, aree esclusive e privilegiate a lato dei palchi con possibilità di riservare un tavolo per godere appieno della musica e dell’animazione.

Dal mercoledì al sabato, il pubblico avrà a disposizione sette punti bar, per un aperitivo o un after dinner, un’enoteca e una caffetteria. Per cenare potrà scegliere tra cucina fusion, primi, grigliate, tartare di pesce, pizzeria e paninoteca, grazie ai diversi i ristoranti e i pub del centro cittadino che hanno spostato al Festival il loro giardino estivo.  

Ogni sera un programma diverso, con protagonisti del mondo dello spettacolo, della letteratura, dell’intrattenimento e della televisione che quest’anno hanno scelto il Pride Village come palcoscenico per esibirsi, raccontarsi e far conoscere al pubblico le loro nuove produzioni.

Un programma poliedrico

Lorenzo Bosio, direttore artistico del Village, ci spiega il programma di questa quindicesima edizione.

Si torna a casa” non è solo il claim della manifestazione ma il sentimento che ci ha spinti a realizzare questo ritorno in Fiera. Quello di quest’anno sarà un programma poliedrico dedicato a tutte le fasce di età.

Il pubblico adulto avrà la possibilità di godersi tutti i mercoledì delle pièce teatrali importanti, con delle prime donne del teatro italiano.

Per gli amanti della musica live non mancheranno gli appuntamenti distribuiti in tutta la settimana. Il giovedì abbiamo dedicato la serata ad una platea completamente Young, dove regnerà la spensieratezza e la voglia di divertimento nel rispetto delle regole.

Il venerdì, grazie alla collaborazione tutte le realtà LGBTQ+ più importanti d’Italia, il Village diventerà la casa estiva di tutto il mondo Queer italiano e internazionale.

Il sabato, grande spazio dato alla discoteca con una rotazione di più di 50 dj e tantissimi ospiti internazionali, e, nello spazio serale, ci sarà l’incontro con moltissime personalità della musica, dello spettacolo, del costume e dell’attualità.

Volutamente il programma avrà delle sorprese, che sveleremo settimana dopo settimana, con ospiti molto importanti che ci verranno a trovare. Attraverso il grande intrattenimento cercheremo come sempre di portare avanti un messaggio di inclusione e di rilancio del DDL ZAN.

Un’apertura al femminile

Sarà un’apertura tutta al femminile quella che venerdì 10 giugno taglierà il nastro di inaugurazione della XV edizione del Festival. Sul palco principale, a dare ufficialmente il via alla kermesse patavina, saliranno Anna Dello Russo, giornalista di moda e influencer, già direttrice creativa di Vogue Japan, e Arisa. Cantante pluripremiata e icona di una musica leggera, anticonvenzionale e provocatoria, alfiera del body positive, amata e stimata negli ambienti queer e LGBT+. Camaleontica, eclettica e imprevedibile, l’artista eseguirà dal vivo i suoi più grandi successi e brani tratti dal suo nuovo lavoro Ero Romantica.

Tra questi non potrà mancare la canzone che farà ballare i “villeggianti” per tutta la stagione: Agua de Coco, sigla ufficiale del Pride Village 2022, un inno alla bellezza che evoca infuocate notti estive.

Qui il programma completo del festival.

a cura di
Staff

Seguici anche su Instagram!

LEGGI ANCHE – Viaggio negli studi Fonoprint
LEGGI ANCHE – Kate Bush torna in classifica con un brano… del 1985

Condividi su
Staff

Staff

La redazione di The Soundcheck: un branco di giornalisti, redattori, fotografi, videomaker e tanti altri collaboratori agguerriti provenienti da tutto lo Stivale pronti a regalarvi una vasta gamma di contenuti. Dalla semplice informazione artistico-culturale, fino ad approfondimenti unici e originali nel campo della musica, dell'arte, della letteratura e della cultura a 360 gradi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *