Curiosità sul MET Gala: ciò che dovete sapere sull’evento dell’anno!

Curiosità sul MET Gala: ciò che dovete sapere sull’evento dell’anno!
Condividi su

Parliamo un po’ del mondo che ruota intorno al MET in attesa del grandissimo evento di questa mezzanotte!

Anche quest’anno siamo giunti al primo lunedì di maggio e noi ci catapultiamo oltreoceano, precisamente a New York, per commentare la sfilata più attesa, più cool e chiacchierata: il Met Gala, una sorta di Oscar della moda alla quale parteciperanno i personaggi e le celebrità del mondo dello spettacolo.

Ma prima di parlare del tema del 2022, vorremmo tornare indietro e raccontarvi come nasce questo evento.

Quasi tutti hanno sentito almeno una volta nella vita parlare del Met Gala o sicuramente hanno visto scatti, vestiti e foto postate in rete dalle star presenti all’evento più glamour dell’anno, ma la maggior parte delle persone non sa tutti i retroscena.

Fonte: account Instagram del Costume Institute
Fonte: account Instagram del Costume Institute
Cos’è il MET Gala?

Per prima cosa, bisogna sapere che l’evento nasce nel 1948 su iniziativa di Eleanor Lambert, come evento annuale di raccolta fondi per sostenere le spese del museo; consisteva in una cena alla quale partecipava la buona società newyorkese pagando il prezzo del biglietto – che all’epoca si aggirava attorno ai 100 dollari.

È nel 1972 che il Met Gala assume il ruolo di evento-icona, con l’arrivo di Diana Vreeland nel ruolo di consulente per il Costume Institute, che aprì le porte del Met Gala a tutte le celebrities. Anna Wintour nel 2015, però, decise di rendere la serata ancora più esclusiva aumentandone notevolmente il costo: si paga dai 275mila fino a 500mila dollari per un intero tavolo, di solito prenotato da grandi maison o dagli sponsor dell’evento. Dunque, non sono le celebrità invitate a pagare il costo del biglietto, ma è il brand che paga il tavolo a patto che vengano indossati i vestiti e accessori da loro creati.

Il Met Gala si apre alle ore 18 – americane – con il red carpet dove coloro che prendono parte all’evento, sfilano sfoggiando vestiti di famose griffe tutti rigorosamente attinenti al tema della serata scelto dal curatore Andrew Bolton. Nonostante l’evento sia a porte chiusissime, durante il red carpet, ci sono ondate di paparazzi intenti a fotografare celebrities, socialite, it-girls, artisti e ovviamente i protagonisti della moda che, in questo evento, hanno l’occasione di mostrare al mondo intero le loro creazioni più esclusive.

Varcata la soglia non si torna indietro…

Quello che accade una volta varcata la soglia è ancora poco chiaro ma si sa che gli ospiti si mettono in fila, salutano Anna Wintour per poi iniziare il tour della mostra d’arte lungo la strada verso il cocktail party, così da essere teoricamente forzati ad assistere a un po’ di cultura.

Si sa per certo che nulla verrà trasmesso o divulgato live dal momento che dopo il red carpet, tutto ciò che avviene all’evento, non può essere postato sui social. Niente selfie, niente foto o meglio ancora: niente telefoni. È infatti bandito l’uso degli smartphone proprio per evitare che gli ospiti passino più tempo a guardare gli schermi dei propri telefoni che a conversare con gli altri invitati.

Per quanto riguarda la cena, si sa che la Wintour non apprezza le lunghe portate, i piatti numerosi, e sono vietati gli eccessi in stile matrimonio; il motto per la cena è: essenzialità e semplicità. Ogni anno il menù varia ma ci sono degli ingredienti proibiti; tra questi il prezzemolo, l’aglio e la cipolla, ma anche le bruschette, colpevoli di far aumentare esponenzialmente il rischio di macchiare gli abiti indossati dalle star durante la serata. C’è un’altra minaccia però per gli splendidi vestiti firmati ma che è impossibile da vietare a una cena di gala: il vino! Poiché i vestiti dopo il Gala verranno esposti all’interno del museo, la direttrice, si preoccupa che questi arrivino a fine serata senza danni.

Un’altra particolarità della cena riguarda le coppie sposate, infatti se siete invitati al Met Gala in compagnia di vostro marito o di vostra moglie, state certi che non sarete seduti uno vicino all’altro, questo per favorire le relazioni sociali.

Cosa sappiamo del MET Gala 2022?

Bene, dopo questa carrellata di curiosità è arrivato il momento di annunciare che il tema di quest’anno sarà “The Gilded Age” ovvero l’età dorata, un chiarissimo riferimento all’età dell’oro americana che va dal 1870 al 1900 e che viene ricordata per lo sviluppo tecnico e industriale che ebbe l’America in quegli anni.

Il dress code richiesto è quindi “Gilded Glamour and White Tie”, ci aspettiamo una carrellata di frac, papillon e abiti lunghi… ma al red carpet del Met non si può mai dare niente per scontato.

Chi presiederà la serata?

Quest’anno abbiamo l’amatissima coppia formata da Blake Lively e Ryan Reynolds insieme a Lin-Manuel Miranda.

Ospiti? Ancora non tutti certi ma sappiamo della partecipazione di Chiara Ferragni e Fedez, quella dello stilista Tom Ford; attesissimi anche Kim Kardashian e il nuovo fidanzato Pete Davidson, Katy Perry e Taylor Swift.

Non ci resta che attendere la nostra mezzanotte italiana per scoprire quali saranno le celebrities presenti ma soprattutto per giudicare i TOP e i FLOP degli abiti della serata… restate in attesa, sicuramente anche quest’anno ne vedremo delle belle!!

a cura di
Valentina Civale

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Jujutsu Kaisen collabora con Dolce & Gabbana
LEGGI ANCHE – Come esfoliare il corpo in vista dell’estate
Condividi su
Sara Sattin

Sara Sattin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *