Come esfoliare il corpo in vista dell’estate

Come esfoliare il corpo in vista dell’estate
Condividi su

È finalmente primavera: tempo di rinascita, di pic nic e di vestiti corti. Il periodo perfetto per fare una pulizia profonda e togliere il grigiore invernale. Per preparare al meglio la pelle a questa “boccata d’aria”, la parola d’ordine è: esfoliare.

Prendersi cura del corpo a 360°

L’inverno spesso ci fa dimenticare che oltre ad un viso, abbiamo anche un corpo di cui prenderci cura. Per il viso usiamo creme, sieri, maschere, protezioni solari, ma il corpo passa sempre in secondo piano. Così si arriva alla bella stagione con la pelle ruvida, secca e spenta.

Il corpo ha bisogno della stessa accortezza che riserviamo al viso e ne siamo sempre più consapevoli. Il mercato è sempre più ricco di prodotti per la cura per il corpo: se fino a 15 anni fa si trovavano solo creme e fanghi, ora ci sono maschere in tessuto per il seno e per i glutei, bende drenanti, prodotti esfolianti.

Proprio dai prodotti esfolianti partono tutte le cure successive. L’esfoliazione rimuove le cellule morte e prepara la pelle a ricevere al meglio i trattamenti.

I tipi di esfolianti

Partiamo dalle basi. Esistono due tipi di esfolianti: quelli fisici e quelli chimici. Gli esfolianti fisici sono gli scrub e tutti i prodotti che presentano granuli e che rimuovono meccanicamente le cellule morte. Il lato negativo è che i granuli possono lasciare delle micro lacerazioni sulla pelle, soprattutto gli scrub casalinghi fatti con lo zucchero o il sale.

Esempio di scrub fisico

Gli esfolianti chimici, invece, sono composti da acidi che spezzano i legami che tengono unite le cellule dello strato corneo, provocando lo sfaldamento delle cellule morte. Essendo composti chimici, questi esfolianti vanno usati seguendo bene le istruzioni, per evitare irritazioni.

Nel mondo anglosassone, i peeling chimici sono solitamente di due tipi: gli AHAs e i BHAs. I primi sono ben tollerati dalle pelli sensibili, mentre i secondi sono indicati per le pelli grasse.
Esfoliare i piedi

Partendo dai piedi, gli esfolianti migliori per rimuovere callosità e ruvidezze sono quelli chimici. Per comodità si usano dei calzini imbevuti di un liquido esfoliante, da tenere in posa per diversi minuti. Il miglior prodotto per rapporto qualità-prezzo è la Foot Peel Mask di Balea. La desquamazione non si vedrà subito, ma dopo un paio di settimane. La pelle morta verrà via come se fosse un velo e i vostri piedi saranno morbidi e lisci. È la soluzione perfetta prima di indossare i sandali.

Foot Peel Mask di Balea
Esfoliare il corpo

Per il corpo, invece, gli scrub meccanici sono perfetti, soprattutto per un discorso di sensorialità. Infatti sono prodotti spesso molto profumati e che con i loro granuli danno l’impressione di togliere ogni impurità e cellula morta. Il prodotto con queste caratteristiche è l’Ocean Salt di Lush. Ha un profumo fresco, paradisiaco, che ricorda il limone e l’acqua salata.

Ocean Salt di Lush

La texture è cremosa con granuli all’interno. Ciò che più gradisco di questo prodotto è il fatto che non lascia la pelle unta e si rimuove con il semplice getto d’acqua. Gli altri scrub per il corpo, invece, sono solitamente a base oleosa, il che ne rende difficile la rimozione anche con il bagnoschiuma. Potete modulare a vostro piacimento il grado di esfoliazione: se desiderate un’esfoliazione più intensa, potete usarlo sulla pelle asciutta; se invece avete bisogno di uno scrub più leggero, applicatelo sulla pelle bagnata.

Per le zone più “critiche”, come i gomiti, le ginocchia e i glutei, il vero aiuto arriva dagli esfolianti chimici. Essi rimuovono lo strato più superficiale della nostra pelle, portando via le ruvidità e la cosiddetta “pelle di pollo”. Per non comprare troppi prodotti, potete tranquillamente usare il peeling che usate per il viso e per il collo e decolleté. Il mio preferito? L’Exfoliating Serum di Purophi. Ne basta poco e dura per mesi!

Exfoliating Serum di Purophi

Gli esfolianti sono prodotti estremamente funzionali. Generalmente i prodotti sul mercato non sono pericolosi: la concentrazione di acido nei peeling chimici è molto bassa. Non tutte le pelli, però, li tollerano. Ricordate sempre di fare un test su una piccola zona prima di procedere all’applicazione completa, e di usare sempre la protezione solare!

a cura di
Gaia Valenti

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE: Lip plumper: il trucco per avere labbra voluminose
LEGGI ANCHE: Acido Ialuronico per capelli: benefici e prodotti consigliati
Condividi su
Gaia Valenti

Gaia Valenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *