Gaia Girace: l’attrice non è solo un’ amica geniale

Gaia Girace: l’attrice non è solo un’ amica geniale
Condividi su

Gaia Girace è un giovane astro ascente del cinema italiano famosa per aver interpretato Lila nella serie Rai “L’amica geniale”. Dopo aver concluso la terza stagione si prepara ad un futuro ricco di progetti

Gaia Girace è un’attrice emergente non nuova nel panorama italiano. La giovane napoletana ha interpretato per tre stagioni una delle due protagoniste della serie tv “L’ Amica geniale” tratta dal bestseller di Elena Ferrante. La sua esperienza nei panni di Lila, donna combattiva e fragile allo stesso tempo, è finita quest’anno con la messa in onda della terza stagione. La serie proseguirà con un’ altra attrice ma sembra che per Gaia questo sia solo l’inizio di una promettente carriera.

Apprezzata dai registi che l’hanno diretta nella serie Rai, Saverio Costanzo e Daniele Lucchetti, è molto seguita anche sui social sia dai giovanissimi che dagli adulti. Questo grazie alla partecipazione ad un progetto innovativo sia nella regia che nella scrittura presentato sulla rete ammiraglia Rai, punto di riferimento per il pubblico generalista.

Gaia Girace
Fonte: Google
Biografia

Gaia Girace è nata il 21 ottobre del 2003 a Vico Equense un comune nei pressi di Napoli. Frequenta il liceo linguistico ma tra una lezione e l’altra studia recitazione in una scuola di cinema e teatro a Napoli. Gaia viene scelta giovanissima per interpretare il ruolo di Lila, complessa ragazza degli anni ’50 divenuta donna durante i turbolenti anni ’70. Gaia proviene da una famiglia lontana dai riflettori del cinema. Sua madre è un’ insegnante di sostegno mentre suo padre è un agente immobiliare.

Gaia, dopo l’esperienza nella fortunata serie di Rai 1, è decisa a proseguire il suo percorso di attrice con nuove avventure. La ragazza napoletana dichiara, comunque, di essere intenzionata a proseguire gli studi dopo il liceo sebbene non sappia bene quando.

Gaia si è calata nei panni di Lila, un ruolo totalizzante, per ben cinque anni iniziando un’intensa carriera a soli 15 anni. La Girace ha, quindi, voglia, di cimentarsi in nuovi ed entusiasmanti progetti. In fondo per l’università, come lei stessa ha affermato, c’è sempre tempo. Chi lo dice che non ci si può laureare a 30 anni?

Come il suo personaggio Lila, Gaia è decisa a sfidare le convenzioni di genere e a seguire un percorso personale senza alcun tipo di costrizione esterna. A differenza di Lila, però, Gaia si definisce più timida ed insicura, meno combattiva. Per la sua seconda partecipazione al festival di Sanremo, invitata per presentare l’ultima stagione de “L’Amica Geniale“, Gaia Girace si è dimostrata estremamente emozionata come fosse la prima volta davanti le telecamere. In fondo, a volte, la giovane età tradisce quella patina di sicurezza che un po’ di esperienza può dare.

Gaia Girace nei panni di Lila Cerullo
Il ruolo di Lila

Gaia Girace è Lila Cerullo nelle tre stagioni de “L’amica geniale”. Lila è una ragazzina forte, arguta e molto intelligente che impara prima di tutti gli altri a leggere e scrivere. A causa della sua difficile situazione economica, Lila sarà costretta ad abbandonare presto gli studi e a lavorare in fabbrica.

Elena, sua amica e rivale, rappresenta, invece, tutto quello che non potrà mai diventare sebbene anche la sua vita non è priva da ostacoli. Per tre stagioni Gaia è riuscita ad interpretare le diverse sfaccettature di Lila cimentandosi anche nella sfida di impersonare una donna molto più grande di lei.

Lila da ragazzina dalla lingua tagliente si trasforma in un’adulta provata dalla vita a causa del lavoro logorante in fabbrica e di relazioni spinose. La Girace in questo si è dimostrata un’attrice matura in grado conferire intensità drammatica a scene estremamente coinvolgenti ed emotive. Dopo tre stagioni e dopo esser cresciuta come donna grazie alla fiction che l’ha resa celebre, è pronta a nuove sfide.

Gaia Girace nella campagna di Salvatore Ferragamo
Fonte: Google
Progetti futuri

In cantiere per Gaia ci sono diversi progetti. L’attrice ha partecipato al cortometraggio “I Santi” di Giacomo Abbruzzese. Questo è un lavoro di produzione italo – francese che racconta le difficoltà di vivere in un quartiere disagiato del meridione.

In più, tra gli impegni più importanti, c’è il lavoro con il regista internazionale Wim Wenders per Salvatore Ferragamo. Wenders dirige “A future together” un cortometraggio sulla nascita di un amore in una dimensione futuristica pensato per la campagna promozionale della collezione Autunno/Inverno 2021 di Ferragamo.

Insomma, l’attrice Gaia Girace, nonostante la fine del suo ruolo ne “L’ amica geniale”, è pronta ad accaparrarsi un posto speciale nel cinema italiano e non grazie anche al successo internazionale della fiction Rai. Nonostante l’appeal cosmopolita che sta assumendo la carriera di Gaia, siamo certi che l’astro nascente dello scenario attoriale, non potrà mai dimenticarsi, proprio come la sua Lila, le sue fondamentali origini napoletane.

a cura di
Noemi Didonna

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – È tempo di Rosalía: esce l’album “Motomami”
LEGGI ANCHE – Una passeggiata tra le “Botteghe di Tokyo”
Condividi su
Noemi Didonna

Noemi Didonna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *