Prim – Covo Club, Bologna – 8 Aprile 2022

Prim – Covo Club, Bologna – 8 Aprile 2022
Condividi su

Venerdì 8 aprile si è esibita sul palco del Covo Club di Bologna la songwriter Prim, seconda data del suo Spring Tour 2022 in cui verrà presentato l’album d’esordio “when monday comes”, uscito il 14 gennaio per We Were Never Being Boring Collective.

Prim è il nome d’arte nonché progetto-con-band della cantautrice Irene Pignatti, accompagnata da Matteo Mugoni, Davide Severi e Diego Davolio.

Il nuovo album “when monday comes”, presentato per la prima volta live, fa seguito all’EP “Before You Leave” pubblicato nel 2020 ed è stato composto nei due anni di pandemia che abbiamo tutti vissuto. Quest’ultima uscita porta a galla diversi sentimenti che tanti di noi hanno provato in questo periodo: attesa, speranza, paure. Il tutto messo in musica, dando vita a una produzione più intima e raffinata della precedente, in cui linee acustiche e synth si uniscono in sperimentazioni e nuovi arrangiamenti.

Nella patria della musica indipendente

La data bolognese di Prim si è tenuta al Covo Club, istituzione della zona per gli artisti emergenti italiani e non solo. Incredibile come rientrare in un locale come questo dopo anni di chiusura mi ha fatto provare una strana, contenuta sensazione di libertà. Tempo di prendere una birra e mi sono sentita come a casa, come se il tempo di fosse fermato a qualche anno prima e le mascherine non fossero mai state necessarie.

La serata è stata aperta in sordina da Kiwi666 e verso le 23.30, leggermente in ritardo, è iniziato lo spettacolo.

Live tra chitarra e ukulele

L’inizio è timido e quasi intimorito, ma la voce calda e delicata di Prim scalda la situazione e in poco tempo l’intera band si lascia andare, seppur sempre con timido entusiasmo. Il live comincia con due pezzi del primo, “tristissimo” EP (così lei lo definisce), segue poi l’introduzione dei nuovi pezzi, dall’omonimo singolo when monday comes a bathtub (qui ci offre una lezione di inglese: il termine significa “vasca da bagno”).

Seguono alcuni brani accompagnati con l’ukulele, lo “strumento del diavolo”, tra cui Cheap Wine, uno dei primi singoli pubblicati accompagnati da sola voce-chitarra. Poi torna sul palco la band e suonano alcuni altri pezzi tra cui Afternoon e Tears, per un totale di un’oretta piena di live.

Il pogo delle emozioni

Tendenzialmente, per gusti personali, tendo ad andare a concerti più movimentati e rumorosi (e a finire puntualmente in mezzo al pogo). Negli ultimi anni però i miei ascolti sono piuttosto cambiati, avvicinandosi anche a generi musicali come quello che questa band emiliana fa benissimo. Sia sul palco che dall’ascolto in cuffia, le sonorità di Prim ricordano tanto artisti come The 1975, Daughter, The Neighborhood o Taylor Swift (ma quella di “Folklore”).

Per la prima volta mi è capitato di assistere a un concerto diverso da quello a cui ero abituata, con il timore che potesse essere meno coinvolgente o addirittura noioso. Cosa che fortunatamente non è successa grazie all’atmosfera che Prim è riuscita a creare su quel palco con i suoi racconti di vita concreti, sinceri. Certo con grande spazio di miglioramento (peccato anche la mancanza di un pubblico numeroso), ma credo che verrà compensato presto con l’esperienza.

Più un concerto a cui assistere che uno in cui ballare o saltare, ma in altro modo coinvolgente. Continuerò comunque a preferire il sudore, le urla e gli spintoni? Sì, ma questo forse è un problema mio.

Speriamo che questa data in uno dei locali emblema della musica indipendente bolognese possa essere una rampa di lancio per la realizzazione dei sogni di questa artista.

a cura di
Chiara Serri

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – FASK – Campus Industry Music, Parma – 07 aprile 2022
LEGGI ANCHE – Blanco – Gran Teatro Geox, Padova – 3 aprile 2022

Condividi su
Chiara Serri

Chiara Serri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *