Per l’uscita di “Pubblicità” abbiamo intervistato Assurditè

Per l’uscita di “Pubblicità” abbiamo intervistato Assurditè
Condividi su

La giovanissima cantante Lombarda, ha recentemente rilasciato il suo nuovo singolo “Pubblicità” in cui si mette a nudo.

Chiara Balzan, in arte Assurditè, dopo il grande successo di “Flora” torna con questo nuovo brano in cui cerca di esprimere tutta se stessa, ciò che le piace e ciò che la rende unica.

©Martina Trotta 2021

Chiara, classe 99, ha iniziato a 11 anni il suo percorso di studi musicali, e dopo una breve parentesi universitaria ha messo a frutto i corsi di canto. La sua esibizione al concorso “Musicultura 21” ha ricevuto il meritato premio “Miglior Performance della Serata

Esibizione Live al “Musicultura 21”

Il testo di “Pubblicità” era già completo nel Marzo del 2020, ma la produzione è stata ultimata solo a Novembre da Bravo, Bravissimo, abbiamo quindi voluto approfondire la storia di Chiara e quella del singolo:

“Pubblicità” è un singolo in cui ti “metti a nudo”, quanto è importante per te che i testi dei tuoi brani siano autentici e ti rispecchino?

Importantissimo, cercare l’autenticità per me è un dovere. Anche se credo che essere autentici non è una cosa che si può decidere, ma si percepisce. So dirti di sicuro che non pubblicherei mai una canzone che non mi rispecchia e dalla quale non mi sento rappresentata

Cosa ne pensi di questa crescente attenzione ai talent shows? Parteciperesti mai a uno di essi? 

Sono un modo come un altro per farsi ascoltare, spero che la musica riesca a trovare un altro spazio per emergere. Per ora non credo di partecipare a nessun talent, ma non si sa mai in futuro!

©Martina Trotta 2020

Hai conosciuta giovanissima il mondo della musica, qual è stata la spinta che ti ha definitivamente convinto a vivere con essa?

Uno dei motivi che mi ha definitivamente convinto a vivere solo con la musica è stato il fatto di aver provato a vivere senza. Prima di dedicarmici completamente, ho frequentato un anno di università in “organizzazione di eventi culturali”. È stato un bell’anno, ho studiato un sacco di cose ma ho tralasciato la musica e ne sentivo la mancanza. Ora, oltre a dedicarmi al mio progetto personale, frequento un corso di laurea in un’accademia musicale

A quali artisti del panorama italiano ti senti più legata e/o con cui ti piacerebbe lavorare?

Io sono innamorata dell’intera scena indie, da Gazzelle a Svegliaginevra che ho scoperto ultimamente e mi gasa molto! 

Ma se dovessi scegliere un artista con cui lavorare, ti direi Calcutta perché mi ha sempre ispirato e al di là della portata artistica della sua produzione musicale, per me è iconico.

Al concorso “Musicultura 2021” hai avuto la tua prima performance live che è stata incredibilmente potente, ci saranno altre occasioni future in cui potremo vederti?

Grazie mille! Spero di sì e spero presto! 

a cura di
Federico Zanoni

Seguici anche su Istagram!
LEGGI ANCHE – La penna iconografica di CARAVELLE torna ad affascinare in “Quello che c’è”, il suo nuovo singolo
LEGGI ANCHE –
Michele Bravi – Campus Industry Music – 30 novembre 2021
Condividi su
Federico Zanoni

Federico Zanoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *