MET Gala 2021: “In America: A Lexicon of Fashion”

MET Gala 2021: “In America: A Lexicon of Fashion”
Condividi su

Tutto sul MET Gala di quest’anno, impazienti di vedere cosa ci riserverà dopo l’assenza dell’anno passato. In più vi regaliamo un piccolo riepilogo degli anni passati.

L’attesissimo MET Gala del 2021 ha i giorni contanti. Sarà infatti il 13 settembre 2021 e chiuderà la New York Fashion Week.

Lo scorso anno non si è potuto fare e quest’anno sarà a numero ridotto ma noi non vediamo l’ora.

Per chi ne sapesse poco il MET Gala è un evento di beneficenza tenuto dal Metopolitan Museum of Art di New York che ogni anno cambia il tema del suo grand ballo. Quest’anno sarà “In America: a Lexicon of Fashion” dove si esplorerà il dizionario della moda contemporanea americana. Il dress code sarà quindi American Indipendence… ci saranno solo abiti made in the U.S.A?

Il ballo darà poi via alla famosissima mostra di costumi dello stesso tema che quest’anno sarà diviso in due parti, la prima “In America: a Lexicon of Fashion” e la seconda dal 5 maggio 2022 “In America: an Anthology of Fashion”.

I presentatori del MET Gala saranno una lode alla Generazione Z: Timotheè Chalamet, Billie Ellish, Naomi Osaka e Amanda Gorman. Anna Wintour adesso ha un unico pensiero: la disposizione degli invitati, di cui non si sa ancora nulla se non per un account Instagram che, dichiaratamente non collegato al MET Gala sta prevedendo gli invitati e la sedia al tavolo migliore per ognuno di loro. Il menù? Completely vegan.

Timotheè Chalamet
Naomi Osaka
Amanda Gorman
Billie Ellish

Ma ora ripercorriamo i migliori (a detta nostra) red carpet look dei MET Gala passati dal 2011. Con estrema difficoltà nostra, erano tutti bellissimi.

MET Gala 2011 “Alexander McQueen: Savage Beauty”

Tra i look delle star che abbiamo visto quello che preferiamo è Beyoncè in uno splendido abito a sirena di Emilio Pucci;

Naomi Cambell che celebra il protagonista del MET dell’anno: Alexander McQueen;

Dakorta Fanning in Valentino come una principessa ci fa sognare.

MET Gala 2013 “Punk: Chaos to Couture”

Sarah J. Parker con un abito Giles dalle forme e disegni fluidi staccati da stivali di velluto tartan;

Jennifer Lawrence in un raffinato Dior… non molto punk ma le adoriamo lo stesso;

Constance Jabloski ci mostra un punk che sa di raffinatezza in Wes Gordon;

un altro punk con un tocco selvaggio è quello di Anne Hathaway in un sensuale Valentino;

MET Gala 2015 “China: Through the looking glass”

E vi mostriamo chi è il più chinese. FKA Twings in Christoper Kane con un abito che sembra di vetro;

Clhoe Sevigny è molto chinese in un J.W. Anderson;

Come Jessica Hart in un sensuale rosso di Valentino;

Per finire Selenza Gomez in Vera Wang con spalline che richiamano gli ornamenti tipici cinesi.

MET Gala 2016 “Manus x Machina: Fashion in an Age of Technology”

Florence Welch in Gucci, una splendida armatura;

Katy Perry in Prada, una pietra preziosa della tecnologia;

Zayn e Gigi Hadid in …un cavaliere in smoking e la sua dama;

Lady Gaga, una rockettara dello spazio in Versace.

MET Gala 2018 “Heavenly Bodies: Fashion and the Catholic Imagination

Ascendiamo nel paradiso della moda. Blake Lively, santa nel suo Versace bordeaux;

Sean Combs in Musika Frère è un prete candidissimo;

Emilia Clark in un Dolce & Gabbana nero a intarsi oro;

Zendaya in Versace è una Giovanna D’Arco pronta a liberarci;

Gigi Hadid è un angelo che vola nella notte con il suo Versace oro, blu notte e nude;

Stella Maxwell in Moschino;

Chadwik Boseman è un templare in Versace;

Lana del Rey con Jared Leto imperatori celesti, entrambi in Gucci;

Ariana Grande in Vera Wang ha una cappella affrescata sul vestito, eterea e principesca;

Concludiamo con Sarah J. Parker che esce da un santino con Dolce & Gabbana Alta Moda.

MET Gala 2019 “Camp: Notes on Fashion”

Basato sugli eccessi di Oscar Wilde e l’Art Nouveau. Chi non ricorda il vistosissimo e incredibilmente ironico abito magenta di Lady Gaga di Brandon Maxwell? Per poi spogliarsi e rivelare un intimo brillante… geniale. L’ironia della donna coperta e molto vestita, quasi bambola che poi decide di rompere gli schemi e liberare il suo corpo sempre di più;

Alessando Michele e Harry Styles in Gucci (chiaramente) rompo a loro volta gli schemi e richiamano il passato, com’è tipico del brand di Michele, con camicie volant, colori e scarpe che diremmo femminili…ora non più e pantaloni a vita altissima;

Anche Jared Leto, sempre in Gucci, esagera e sta in tema;

Billy Porter in The Blonds, una sorta di fenice dorata;

Jordan Roth in Iris Van Herpen;

Come dimenticare la bellissima Lily-Rose Depp in Chanel? Un modo raffinato per stare in tema;

Hailee Steinfeld si fa fotografare in un divertentissimo abito di Viktor & Rolf con una gigante scritta “No photos please” (niente foto per favore)… l’ironia dei della coppia di stilisti non la dimentica nessuno;

Law Roach e Zendaya in Tommy Hilfiger ci portano Cenerentola e il suo fatino padrino;

Ma l’intero MET Gala di quell’anno fu un trionfo all’eccesso e noi lo adoriamo.

Ora attendiamo emozionatissimi il red carpet di quest’anno.

a cura di
Sara Sattin

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Eutanasia legale, superate le firme necessarie
LEGGI ANCHE – The Suicide Squad : “I Guardiani” della DC!
Condividi su
Sara Sattin

Sara Sattin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *