MADFormazione- l’aiuto per gli insegnanti

MADFormazione- l’aiuto per gli insegnanti
Condividi su

Si sa, trovare lavoro in Italia è arduo. Molto arduo lo è per chi vuole diventare insegnate. Per questo su internet esistono molti siti di formazione degli insegnanti e che ti aiutano a trovare lavoro. Abbiamo chiesto a Samantha Fabbri, direttrice di MADFormazione, di rispondere a varie domande sull’argomento.

MADFormazione è una piattaforma che si occupa della Messa a Disposizione di futuri insegnanti nelle scuole di tutta Italia. Il Team qualificato di Samantha si occupa di aiutare tutti coloro che desiderano diventare insegnanti per compilare e presentare la domanda di Messa a Disposizione.

In più la piattaforma tiene corsi di formazione di vario genere per la preparazione degli insegnanti.

Lasciamo che Samantha ci risponda direttamente!

Con la domanda MAD una persona desiderosa di diventare insegnante può presentare la propria domanda di insegnamento alle scuole, come li aiutate a superare i concorsi d’isitituto? Che cos vi distingue da altri concorrenti, anche più “grossi” di voi?

La MAD è una domanda informale che può essere inviata liberamente da chiunque abbia un titolo di studio. Questa viene gestita direttamente dai Dirigenti Scolastici e viene presa in considerazione per assumere supplenti solamente alla fine dello scorrimento delle graduatorie docenti. Queste sono in ordine di priorità: Graduatorie Ad Esaurimento, Graduatorie Provinciali Supplenze e delle graduatorie del personale ATA (Graduatorie d’Istituto).

Quindi le MAD sono a tutti gli effetti l’ultima spiaggia per i dirigenti scolastici per ricoprire le cattedre scoperte degli istituti. Non si concorre perché giunti a questo punto le graduatorie sono state già scorse.

I concorsi docenti invece, servono per ottenere il posto di ruolo cioè contratto a tempo indeterminato, mentre le MAD o le graduatorie servono per ricoprire posti di supplenza (quindi contratti a tempo determinato).

Cosa sono i CLIL e BES e come possono agevolare un impiego nelle scuole? Cos’è la Glottodidattica infantile?

I CLIL e BES sono corsi di perfezionamento post diploma o master post laurea. Servono per ottenere punteggio per scalare le graduatorie ad esaurimento e le graduatorie provinciali supplenze.

La glottodidattica infantile è un tipo di didattica volta ad acquisire competenze e metodologie per far fronte ad handicap comunicativi, disturbi della voce e della parola nei bambini. E’ anche questo un corsi di perfezionamento post diploma o master post laurea.

I corsi da 24 CFU cosa insegnano? Sono indispensabili?

I corsi 24 CFU per l’insegnamento in discipline psico-socio-antropo-pedagogiche e metodologie didattiche servono ai docenti che si affacciano al mondo della scuola e rappresentano un requisito per:

  • inserirsi la prima volta in graduatoria provinciale supplenze
  • partecipare al concorso docenti
  • partecipare al TFA sostegno (tirocinio formativo attivo per diventare docenti di sostegno nelle scuole)
Dalla Messa a Disposizione un’insegnante supplente può diventare di ruolo con voi? Se sì, come?

Per diventare insegnante di ruolo bisogna partecipare al concorso docenti e vincerlo. Collaborando con e-campus per l’erogazione dei nostri corsi per il mondo scuola il docente interessato a partecipare al concorso può prepararsi al concorso integrando i CFU delle materie che gli mancano per l’accesso alla propria classe di concorso e seguendo un corso specifico per la preparazione al concorso docenti.

Mi hanno colpito i corsi che offrite sul riconoscimento e la prevenzione del bullismo. Troppo spesso gli insegnanti non riescono a vedere il malessere di un bambino/ragazzo che viene trattato male dai compagni, spesso arrivando a tragiche conseguenze. Quante persone mostrano in effetti interesse per questo corso?

Per quanto riguarda la vendita dei corsi abbiamo appena iniziato ed è un mondo nuovo anche per noi e a quanto ne sappiamo, la selezione dei corsi che abbiamo riportato nel nostro sito contiene i corsi che sono tra più interessanti per i docenti.

Una domanda più personale: con il metodo di accesso all’insegnamento previsto dallo Stato secondo lei vi è opportunità per tutti? Non trova che sarebbe meglio attuare un sistema di tipo aziendale anche alla scuola, come in Inghilterra, per esempio? Ci spieghi cosa ne pensa dell’attuale sistema.

Il sistema scolastico Italiano è su base meritocratica esattamente come quello inglese, solo che in Italia le possibilità di lavorare sono dietro a enormi scogli burocratici “all’italiana” in continua evoluzione, come i concorsi e le graduatorie, che si portano dietro un giro di affari pazzesco come quello dei corsi per aumentare il punteggio in graduatoria o dei 24 cfu necessari per l’iscrizione al concorso e non solo. Dal punto di vista delle supplenze il sistema inglese soffre allo stesso modo come quello italiano.

E ora sia sincera: è riuscita a far assumere qualcuno con il diploma delle superiori?

Un esempio lampante è di chi possiede il diploma magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002 che essendo un diploma abilitante all’insegnamento nella scuola primaria è un diploma richiestissimo anche con la MAD perché le scuole primarie soffrono tantissimo il problema delle supplenze. E’ forse il titolo di studio con cui si lavora maggiormente via MAD in tutta Italia e soprattutto da Roma in su.

E’ importante ripetere l’invio se non si viene chiamati, perché le MAD non essendo regolamentate, non viene mantenuta una lista delle MAD pervenute in ordine di arrivo, ma vengono recuperate sempre le ultime. Quindi è bene effettuare almeno due invii l’anno, cioè all’inizio dell’anno scolastico e dopo le vacanze natalizie, ma non è escluso che ripetendo l’invio durante l’anno scolastico si possano ricevere delle chiamate dalle scuole cui, per esempio, si è inviata la MAD all’inizio dell’anno senza ricevere risposta!

Grazie mille a Samantha Fabbri per aver risposto alle nostre domande!

Per maggiori informazioni su MADFormazione vi rimandiamo al sito madformazione.it

a cura di
Sara Sattin

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Dimore esce con due nuovi singoli: Bilancia e Kalimera
LEGGI ANCHE – “Follemente”, il nuovo singolo di Empatia è il desiderio di libertà e amore
Condividi su
Sara Sattin

Sara Sattin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *