Fedez e J-ax di nuovo insieme per un grande progetto

Fedez e J-ax di nuovo insieme per un grande progetto
Condividi su

L’evento è organizzato da DOOM ENTRATAINMENT e prodotto da VIVO CONCERTI

Il 28 giugno dalle 18:30 in Piazza Duomo si svolgerà LOVE MI, una giornata gratuita dedicata alla musica dal vivo per sostenere la Fondazione Together To Go Onlus (TOG). L’idea è partita da Fedez e dalla sua Fondazione Fedez E.T.S., con il patrocinio del Comune di Milano, il sostegno degli sponsor MARTINI, Yamamay e Carpisa.

Per chi non potrà essere in Piazza Duomo, ci sarà la possibilità di seguire la diretta su Italia Uno e in streaming su Mediaset Infinity.

L’evento sarà totalmente gratuito, ma per contribuire alla Fondazione TOG sarà attivato un numero verde a cui mandare un sms al costo simbolico di 2€.

Fondazione TOG, per chi non lo sapesse, è da anni riconosciuto come un centro di eccellenza nella riabilitazione di bambini affetti da patologie neurologiche complesse

Lo scopo verrà quindi raggiunto attraverso un regalo alla città di Milano, dove si esibiranno artisti di grande fama come MYSS KETA, Dargen d’Amico, Thananai, Rhove, Paky, Dargen D’Amico, Shiva, Ghali, Ariete, Miss Ketha, Nitro, Miles, Tedua, Mara Sattei, Rose Villain, Rosa Chemical, Beba, Paulo, Cara, Frada, MyDrama e altri ospiti speciali che si aggiungeranno nelle prossime settimane. 

Dopo quattro anni di silezio J-ax e Fedez collaborano per aiutare la Fondazione TOG

In occasione della conferenza stampa del 23 maggio sono tornati per la prima volta in pubblico i rapper Fedez e J-ax, i quali da quattro anni non avevano avuto contatti.

La pace era già stata annunciata via social qualche giorno prima. La sensazione per chi ha visto il post è stata di essere Checco Zalone in “Quo Vado?” quando assiste dalla Norvegia al ritorno di Albano e Romina.

Fedez e J-ax instagram
foto di J-ax e Fedez dal profilo Instagram di Fedez

Una coppia iconica quella composta da J-ax e Fedez. I due avevano condiviso hit estive come “Vorrei ma non posto”, che hanno accompagnato le estati degli italiani.

Un argomento della conferenza stampa era quindi la recente pace tra i due cantanti, che negli anni di separazione non hanno risparmiato commenti l’uno sull’altro. Fedez ha infatti raccontato di non aver potuto informare inizialmente J-ax personalmente dell’idea perché il suo contatto era ancora bloccato. Sono quindi passati per vie “ufficiali” per poi sentirsi telefonicamente.

La collaborazione avrebbe potuto fermarsi al progetto del concerto, e invece è ripartita una storica amicizia. Hanno quindi deciso di cantare insieme per la prima volta dopo tanti anni proprio in occasione dell’evento.

Musica e filantropia, due mondi sempre più vicini

Fedez ha parlato apertamente del momento in cui è rimasto profondamente colpito dal progetto:

TOG è un centro riabilitativo per bambini e bambine con problematiche neurologiche complesse, è un centro di eccellenza secondo me fin troppo poco conosciuto perché l’attività che svolge – completamente gratuita – ed è un fiore all’occhiello per Milano e per tutta l’Italia. Fanno qualcosa di incredibile e probabilmente anche di poco accattivante, nel senso che non c’è una cura per i bambini che aiutano.
Però uso sempre questo esempio, che è quello che mi ha colpito: vedere un bambino, costretto nella sua immobilità totale, riuscire a raggiungere il dono della lettura grazie alle riabilitazioni che TOG passa e di cui purtroppo il sistema sanitario non riesce a farsi carico.

Anche J-ax conosceva già il TOG, perché entrambi sono stati portati nel centro da un’amica comune, la storica rapper milanese La Pina. Innamorati del progetto, hanno deciso aiutare insieme la fondazione a raggiungere la cifra mancante per la realizzazione di un nuovo centro a Milano, più grande, con tecnologie innovative che possano aiutare i bambini anche una volta cresciuti.

Fedez aveva già collaborato con la fondazione in occasione del lancio del suo nuovo album, i cui ricavi sono stati devoluti e anche l’opera di Francesco Vezzoli che fa da copertina a “Disumano” verrà messa all’asta tramite Sotheby’s per finanziare la costruzione del nuovo centro.

Milano tra musica e innovazione

Il concerto sarà anche un regalo alla città di Milano, in cui vivono sia J-ax che Fedez. Parlando del centro in via di costruzione, J-ax ha affermato:

questa è la gentrificazione che vogliamo

Ha infatti spiegato di vivere nel quartiere in cui sorgerà il centro. Alla conferenza stampa si trovava anche l’Assessore alla cultura di Milano Tommaso Sacchi,

Sarà un evento unico per Milano. Federico me ne ha parlato per la prima volta il 21 febbraio, e quindi per prima cosa voglio dirvi che sono colpito positivamente e davvero felice di aver realizzato tutto in pochissimi mesi, mesi dove sono successe moltissime cose. E per questo volevo ringraziare Fedez per la sua determinazione anche da parte del sindaco Beppe Sala. Un’idea che in quattro mesi ha preso il volo, è diventata qualcosa di straordinario per la nostra città e credo che anche in Italia sarà un evento unico dopo i difficili mesi di pandemia, un ritorno in piazza per la musica dal vivo con un cast di eccezione per la nostra città.
L’idea che la musica e lo spettacolo dal vivo possano essere la chiave per attivare processi così generosi e intelligenti e sopratutto utili per la popolazione, sopratutto per i più piccoli, mi convince moltissimo. Credo che nel DNA di Milano ci sia una grande generosità e solidarietà che arriva spesso dalle figure artistiche. La nostra città si sta dimostrando una capitale della musica dal vivo a livello anche internazionale.

A cura di
Alessia De Santis

Seguici anche su Instagram!

LEGGI ANCHE – Marsali racconta “Bouganville”, un EP che parla di rinascita
LEGGI ANCHE – Euphoria: la moda del lusso approda sulla Gen Z

Condividi su
Alessia De Santis

Alessia De Santis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *