The Trip: black comedy in salsa splatter

The Trip: black comedy in salsa splatter
Condividi su

The Trip è il nuovo film del regista Tommy Wirkola con Noomi Rapace. E’ disponibile sulla piattaforma Netflix e in soli tre giorni dall’uscita si è piazzato al terzo posto nella classifica dei film più visti.

Il film è diretto da Tommy Wirkola, regista norvegese autore del film cult Dead Snow nonchè di altre pellicole in lingua inglese come Seven SistersHansel & Gretel – Cacciatori di streghe. La sua formula è legata all’action-movie senza trame complicate. I suoi riferimenti stilistici sono il Peter Jackson di Braindead e il più recente Quentin Tarantino.

The Trip è una commedia black ironica e irriverente con molta azione e scene decisamente violente. In tutto il film permane un equilibrio di riso, violenza e satira. A rendere efficace il risultato sono la coppia dei protagonisti interpretati da Aksel Hennie e Noomi Rapace.

The Trip
Un tranquillo weekend di omicidi

Il film narra la crisi matrimoniale fra Lars e Lisa. Entrambi lavorano nel mondo del cinema ma senza successo. Il marito si accontenta di fare il regista di becere soap opera, la moglie insegue il sogno di avere un ruolo da attrice ma riceve continui rifiuti. Questa insoddisfazione crea attrito nella coppia fino alla decisione cruciale, presa da entrambi, di uccidere il coniuge. L’invito di Lisa a trascorrere un weekend nella baita in montagna sarà l’occasione per realizzare il piano.

Entrambi si sorprenderanno di aver avuto la stessa idea, ma nessuno dei due la realizzerà. Pare infatti che ci siano tre evasi nella zona. Malgrado le scene forti non mancano momenti di comicità spesso surreale. L’altra forza del film sono i flashback che introducono nuovi interpreti e danno ritmo alla narrazione. L’altra caratteristica di Wirkola è non perdere occasione di deridere il nazismo e i suoi sostenitori (come in Dead Snow).

Botte da orbi

Sopratutto gli ultimi quaranta minuti presentano un susseguirsi di colpi d’azione senza sosta in un vortice di sangue continuo. Noomi Rapace resiste a calci e pugni maschili dando doti di grande fisicità sopratutto senza controfigura. Il personaggio interpretato da Aksel Hennie dimostra autoironia ben dosata col sentimento di marito tradito e messo alle corde.

Non cercate significati ” alti” in The Trip, si tratta di puro divertimento fatto con mestiere. Un film che è una giostra di scene truculente e battute scomode, verrebbe quasi da considerare Wirkola come un Tarantino norvegese.

a cura di
Beppe Ardito

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Qui rido io, la vita ai confini del sipario.
LEGGI ANCHE – Squid Game: La serie dei record (SPOILER!!)
Condividi su
Beppe Ardito

Beppe Ardito

Da sempre la musica è stata la mia "way of life". Cantata, suonata, scritta, elemento vitale per ridare lustro a una vita mediocre. Non solo. Anche il cinema accompagna la mia vita da quando, già da bambino, mi avventuravo nelle sale cinematografiche. Cerco di scrivere, con passione e trasporto, spinto dall'eternità illusione che un mondo di bellezza è possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *