Overture: “Vi portiamo ad una mostra d’arte”

Overture: “Vi portiamo ad una mostra d’arte”
Condividi su

Gli Overture sono una band di Alessandria nata nel 2018. Il gruppo è formato da Davide Boveri (voce), Jacopo Cipolla (basso), Andrea Barbera (chitarra e tastiere) e Giacomo Pisani (batteria e percussioni). Ogni componente della band arriva da mondi musicalmente diversi. Il progetto Overture parte dalle sonorità del Rap Metal per poi svecchiarle e creare un nuovo crossover che tiene come riferimento principale il rap e la trap più moderni e vi accorpa i suoni funk, soul, rock e reggae. L’obiettivo del gruppo è sperimentare nuove sonorità partendo dalle esperienze musicali vicine alle sensibilità dei singoli componenti.

Il primo EP degli Overture si intitola Galérie ed è disponibile sulle piattaforme digitali dal 26 maggio.

https://www.instagram.com/p/CANcr39KsXS/?utm_source=ig_web_copy_link

Il filo conduttore nelle produzioni degli Overture è nascosto nella componente testuale, scritta di getto, senza filtri, per trattare tematiche spesso scomode al subconscio umano.

Ecco cosa ci hanno raccontato.

Prima cosa svelateci il segreto per tenere uniti tutti i componenti di una band senza litigare su chi ha ragione e chi ha torto..

Sicuramente sceglierseli bene! E anche avere una stessa visione ben chiara di quello che si vorrà fare aiuta.

Galèrie è il vostro primo full-lenght, l’idea è state quella di partire dall’insieme per poi arrivare al particolare, come sono strutturati i vostri brani?

Con questo Ep abbiamo voluto rappresentare una  “galleria d’arte”.  Punto di riferimento chiave per artisti e per i diversi fruitori del mondo dell’arte. Un luogo dove vengono racchiuse ed esposte le migliori opere di un artista pronte a catturare l’ attenzione di chiunque si ferma ad osservarle. Considerate ora però l’arte come Musica, i fruitori come Ascoltatori e “Galerie EP” come la nostra piccola grande mostra aperta al pubblico. 

Galerie EP è un viaggio all’interno del  nostro mondo sonoro, ogni stanza contiene un Brano e ogni brano una storia.

L’idea è stata quella di partire dall’insieme per poi arrivare al paerticolare. I nostri brani sono strutturati, partendo a volte da un ritornello o da un’intro per poi proseguire su strofa rit strofa e rit.

In che modo l’ascoltatore può trovarsi all’interno di una mostra d’arte ascoltando le tracce una dopo l’altra?

Sicuramente tramite una sorta di guida interattiva, se si va a pensare nel pratico. Noi ce la immaginiamo con uno della band che fa fare la visita e dice al pubblico di mettersi le cuffie nelle corrispondenti stanze, davanti al quadro corrispondente il brano.

Parliamo di Italiano medio, brano contenuto nell’EP, cosa vi ha ispirato questo brano?

Questo brano è stato prima prodotto da Jacopo Cipolla (basso e prod.) dove c’era già una matrice abbastanza “cattiva” e molto dritta che hanno permesso e dato lo spunto a Davide di scrivere un pezzo sui comportamenti dell’italiano medio.

Come vi dividete il lavoro di gruppo? Chi scrive e chi si occupa dell’arrangiamento, melodia e armonia? 

Davide scrive i testi, Jacopo e Giacomo si occupano delle melodie, produzioni e Andrea riarrangia dal punto di vista chitarristico.

Progetti per il futuro?

Avevamo intenzione di cominciare con i live quest’estate ma putroppo niente. Con il lockdown però ne abbiamo tratto profitto e ci siamo messi a produrre tanto materiale, che speriamo di farvi sentire in un futuro album.

a cura di
Giulia Perna

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Il fenomeno delle canzoni usa e getta
LEGGI ANCHE – DrefGold sa sempre come far parlare di sé
Condividi su
Giulia Perna

Giulia Perna

2 pensieri su “Overture: “Vi portiamo ad una mostra d’arte”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *