Serie A, Le 5 trattative della settimana

Serie A, Le 5 trattative della settimana
Condividi su

Finalmente è arrivato il giorno che tutti i tifosi aspettavano con grande gioia: riparte ufficialmente la Serie A! Ad aprire le danze saranno i rossoneri, freschi di Scudetto, contro l’Udinese di Sottil alle 18:30. Chiude la prima giornata invece la Juventus, che sfiderà all’Allianz Stadium il Sassuolo guidato da Dionisi. Intanto però il calciomercato non va mai in vacanza e anche questa è stata una settimana movimentata, sotto tutti gli aspetti. Andiamo, perciò, a fare il punto sulle trattative degli ultimi giorni.

Juventus – Caldo l’asse Torino/Francoforte

La Juventus, senza ombra di dubbio si è resa la protagonista principale in questa sessione di mercato estivo. Lo documentano gli arrivi importanti di grandi campioni come Di Maria e Pogba, ma anche giocatori esplosi qualche anno fa come il brasiliano Bremer. Nonostante questo, ai bianconeri è rimasto qualche tassello da puntellare e ovviamente non ha perso troppo tempo. Ancora bisogna aspettare qualche mese per il rientro di Chiesa e quindi la Juventus è corsa ai ripari ingaggiando l’esterno serbo Filip Kostic, fresco della vittoria in Europa League con l’Eintracht Francoforte. A disposizione di Max Allegri un giocatore completo e di conseguenza molto duttile, quasi un jolly da schierare in diverse zone del campo. L’asse tra le due città continua, perché proprio in queste ore è stata ufficializzata la cessione in prestito secco di Luca Pellegrini proprio ai tedeschi del Francoforte. Non è finita qui: come sappiamo l’addio di Morata ha lasciato spazio per un nuovo vice-Vlahovic e, a quanto pare, questo ruolo vuole essere affidato a Memphis Depay. L’olandese, infatti, è in procinto di lasciare Barcellona e la Juventus sembra essere proprio la sua nuova squadra. I bianconeri, per accelerare la trattativa, hanno aumentato l’offerta relativa all’ingaggio, passando la palla all’attaccante che ha deciso di prendersi po’ di tempo. A centrocampo, in attesa di un possibile arrivo di Paredes dal PSG, è tempo di cessioni perché Adrien Rabiot, ormai da 3 anni a Torino, potrebbe lasciare definitivamente il club bianconero e aggregarsi ai Red Devils di Manchester che vogliono acquistarlo ad una cifra intorno ai 20 milioni di euro.

Filip Kostic al J-Medical per le visite mediche
Monza – Petagna esclude il sogno Icardi?

Il Monza di Giovanni Stroppa continua a rinforzarsi. Dopo l’arrivo ufficiale di Pablo Marì dall’Arsenal (all’Udinese lo scorso anno), qualche giorno fa, attraverso un comunicato ufficiale, è stato annunciato anche quello di Andrea Petagna dal Napoli a titolo temporaneo, ma con obbligo di riscatto in caso di salvezza. Il giocatore, reduce da una stagione deludente in cui ha realizzato soltanto 4 gol tra tutte le competizioni, potrebbe essere già essere schierato nel match contro il Torino. Ma a questo punto la domanda sorge spontanea: il suo arrivo può escludere quello di Icardi? Partiamo dal presupposto che l’argentino è in uscita dal PSG, quindi sicuramente il suo futuro sarà lontano da Parigi e di conseguenza in questi giorni dovrà valutare con attenzione le offerte ricevute. D’altro canto, il Monza è stata una delle pochissime squadre che ha mostrato davvero un forte interesse per l’attaccante argentino. Lo stesso ad Galliani non ha mai chiuso la porta e, in questi giorni, sta continuando a monitorare la situazione. L’elevato ingaggio potrebbe però rappresentare un enorme ostacolo da superare per il buon esito della trattativa. In queste ultime ore è sempre più vicino, a centrocampo, il giovane talento Nicolò Rovella che arriverebbe in prestito secco dalla Juventus.

Mauro Icardi e il nuovo arrivato Andrea Petagna
Salernitana – Granata scatenati

Quest’anno i granata del Sud sono scatenati e piazzano colpi importanti in ottica futura e non solo. L’arrivo più datato è quello di Dylan Bronn, difensore tunisino classe 1995 proveniente dal Metz, squadra della Ligue 1 francese con cui ha totalizzato 30 presenze e 1 gol. L’ultimo ad approdare in terra campana, ma non per importanza, è l’esterno italiano Antonio Candreva. Nonostante i suoi 35 anni, egli si dimostra un ottimo giocatore di spinta e capace di arrivare a numeri importanti, come quelli avuti nella scorsa stagione con la Sampdoria (36 partite, 7 gol e 10 assist). L’ex Inter e Lazio arriva con la formula del prestito con obbligo di riscatto condizionato. Cambio di maglia anche per Giulio Maggiore, che lascia La Spezia e si trasferisce a Salerno alla corte di Davide Nicola. Il centrocampista italiano, reduce da stagioni molto positive con gli aquilotti è pronto a gudagnarsi un posto da titolare in una piazza che scalpita per l’inizio della nuova stagione.

Antonio Candreva con la sua nuova maglia
Atalanta –  Una squadra da rifondare

Di certo l’Atalanta non se la sta passando molto bene in questi anni. Fino a 3 anni fa sembrava quasi toccare il cielo, prima con l’entrata in Europa League e poi con il miracolo Champions e le posizioni alte che occupava in classifica. Ora tutto questo sembra essere svanito nel nulla, a partire dalla scorsa stagione conclusa con un deludente ottavo posto, che equivale all’esclusione dalle competizioni europee. Il centrocampista svizzero Remo Freuler è già partito per l’Inghilterra, direzione Nottingham (affare da 9 milioni di euro). A fargli compagnia potrebbe essere il suo ormai ex compagno Ruslan Malinovsky, corteggiato da diverse squadre e pronto a fare le valigie. A confermare il suo possibile addio dalla Serie A è stata proprio sua moglie attraverso una story pubblicata su Instagram. Queste le sue parole:

“Bergamo è casa nostra, ma la vita del calcio è troppo difficile. I vostri messaggi mi spezzano il cuore, questo è inaspettato per noi come per voi. Ma nulla è stato deciso e non dipende da noi. Siete preoccupati e non voglio questo. Dovete sapere un’unica cosa: non vi lascio mai. Ma la vita del calcio è troppo difficile, non sai mai cosa aspettarti”. 

Ruslan Malinovsky con la maglia dell’Atalanta
Torino – Scoppiato il caso Lukic

Continua il clima turbolento in casa Torino. Come testimoniato dal video mostrato in uno dei nostri precedenti appuntamenti, che immortalava la lite tra il ds Vagnati e Juric, sembra non esserci pace per i granata. In questi giorni, infatti, è scoppiato il caso Lukic. Il centrocampista serbo, nominato da poco nuovo capitano della squadra, sembra essersi infuriato per una promessa non mantenuta da Cairo riguardante il suo ingaggio e adesso ha comunicato anche all’allenatore di non voler più far parte del Torino. Intanto però ci pensa il mercato a raddolcire gli animi del popolo granata. Alla corte di Juric gli arrivi di Vlasic dal West Ham, trequartista croato con un’ottima struttura fisica, e del russo Miranchuk dall’Atalanta. La difesa rimane uno dei reparti più traballanti, questo perché l’addio di Bremer e quello vicino di Izzo richiedono almeno due nuovi innesti importanti e che possano rimpiazzare, anche se difficile, il brasiliano. Nulla da togliere ovviamente all’arrivo del nuovo difensore e cioè Shuurs, giovane centrale olandese che lascia l’Ajax per trasferirsi a Torino. Ora Juric è impaziente di sapere chi saranno i prossimi compagni di reparto dell’olandese.

Sasa Lukic con la maglia del Torino

a cura di
Mauro Miglietta

Seguici anche su Instagram!

LEGGI ANCHE – Serie A, Le 3 trattative della settimana
LEGGI ANCHE – MotoGP, Gran Bretagna: It’s coming home

Condividi su
Mauro Miglietta

Mauro Miglietta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *