Ariete – Oltre Festival, Bologna – 15 luglio 2022

Ariete – Oltre Festival, Bologna – 15 luglio 2022
Condividi su

Ritorna Ariete all’OLTRE Festival dove nel 2021 aveva lasciato un “conto in sospeso” date le normative Covid ancora attive

L’atmosfera e la location del Parco delle Caserme Rosse, dati anche i tanti festival presenti quest’anno, sono sicuramente tra le più suggestive, non solo di Bologna, ma azzardiamo dire in Italia.

Per non farci mancare nulla, all’opening ci ha pensato M.E.R.L.O.T, cantautore lucano trasferitosi da tempo a Bologna per inseguire il sogno della musica.

Accompagnato da un chitarrista in acustico, l’artista ha saputo inscenare un mini-live semplice ma d’effetto. I presenti hanno anche iniziato a cantare qualche brano, dimostrando quanto questa opening sia stata un lusso rispetto a molte altre.

Il mood creato dall’artista è stato poi quello ideale proponendo brani in linea con il mood di Ariete.

Una piccola riflessione: gli artisti in opening sono messi più alla prova rispetto ai grandi artisti. Spesso non ci sono basi e tutto quello che ascoltiamo è il talento, o meno, dell’artista. Sono esibizioni però paradossalmente più “reali” rispetto a molte di artisti conosciuti con basi dove, ad esempio, è presente la parte vocale in toto.

Sembra quasi che gli artisti “principali” siano arrivati e siano quindi legittimati a fare tutto. Chiusa riflessione.

Scaletta di M.E.R.L.O.T
  1. Sparami nel petto
  2. Lacrime da bere
  3. Ma dai
  4. Denti
  5. Alieni
  6. Ventitre
It’s Ariete time

Il concerto ha avuto inizio con il favore delle tenebre e Ariete ha deciso subito di deliziare il pubblico con un’esibizione solo chitarra di “Specchio“.

La scenografia ha ripreso il titolo dell’opera prima di Ariete, appunto “Specchio“, con dei simil specchi dietro ai musicisti che hanno fatto anche da schermo per le grafiche.

Il pubblico è stato decisamente caldo e carico, fin troppo talvolta sfociando anche in esternazioni “cringe” e nel fangirling estremo da parte dei presenti.

La cantautrice romana ha saputo certamente coinvolgere nel canto e nelle danze il proprio pubblico.

L’artista ha ben dosato il canto combinato con il pubblico tra strofe e ritornelli. Aspettatevi un live prettamente incentrato su pezzi malinconici in cui perdersi tra le lacrime e i canti a perdifiato.

Momento confessione

Un momento particolare è stato sicuramente quando Ariete ha permesso la salita sul palco di due ragazze per liberarsi e confessarsi in nome della libertà e dell’amore.

La prima delle due ha raccontato di un momento difficile della sua vita prima di realizzare la sua vera identità sessuale, confessandosi sul palco anche al padre.

La seconda ha invece parlato di un periodo buio riguardante una propria malattia e conseguenti ricoveri per manifestare poi come la musica dell’artista sia stata un salvagente.

Un momento davvero toccante e importante per due persone che hanno potuto liberarsi di un bel peso e creare un bel ricordo nel tempo condividendo il palco con una delle loro artiste preferite.

La chiusura

L’encore di Ariete consiste in “Castelli di lenzuola” e “18 anni“, due brani per una degna conclusione di uno spettacolo di tutto rispetto. Il talento è vivido e l’artista 20enne ha ancora ampi margini di crescita.

Con la sua romanità e la sua voglia di scherzare di continuo non ci si può che divertire anche nei momenti non musicali. La performance, scrutando tra i suoi coetanei e le nuove leve, è una delle migliori desiderabili dal vivo.

Se poi ci aggiungiamo che il concerto in sé è un safe space in cui potersi esprimere liberamente per quello che si è, siamo a cavallo.

Scaletta di Ariete
  1. SPECCHIO
  2. GIORNATE NOIOSE
  3. Solo te
  4. CLUB
  5. Mille guerre
  6. L
  7. TUTTO (con te)
  8. AVVISO
  9. L’ultima notte
  10. Quel bar
  11. Venerdì
  12. Amianto
  13. Pillole
  14. CICATRICI
  15. SPIFFERI
  16. IRIDE
  17. CASTELLI DI LENZUOLA
  18. 18 anni

foto di
Enrico Ballestrazzi

a cura di
Luca Montanari

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHEAchille Lauro – Rock in Roma – Roma – 12 luglio 2022
LEGGI ANCHEMarlene Kuntz – Tra Ville e Giardini, Rovigo – 14 luglio 2022
Condividi su
Luca Montanari

Luca Montanari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *