IVISIONATICI – Diario di bordo #3

IVISIONATICI – Diario di bordo #3
Condividi su

IVISIONATICI raccontano alla redazione di The Soundcheck un nuovo episodio del loro diario di bordo, resoconto personale dell’esperienza come fondatori ed organizzatori dell’IMF2022, IVISIONATICI Music Festival. Scopriamo cosa è succeso durante la terza semifinale

Siamo giunti ad un altro, imperdibile, capitolo per i fondatori dell’associazione de IVISIONATICI e del festival musicale da loro stessi organizzato giunto alla sua terza parte. Questo 24 maggio si è svolto, sempre al Teatro degli Eroi a Roma l’ultima delle tre semifinali, in cui gli artisti hanno potuto esibirsi per conquistarsi un posto tanto desiderato per la finale.

Veronica, Annachiara e Emanuele ritornano per raccontare alla redazione di The Soundcheck le sensazioni di questo importante tassello prima della grande serata dell’otto luglio. Nonostante l’abitudine, la burocrazia, la ritualità di un evento ben avviato come quello de IVISIONATICI Music Festival, i tre ragazzi si dimostrano sempre più emozionati oltre che desiderosi di regalare ad artisti e spettatori una serata da non diemnticare.

Cosa offre il festival de IVISIONATICI

Per chi riuscirà a giungere alle fasi finali del festival sono previsti numerosi premi in palio. Infatti, i vincitori di ogni categoria avranno la possibilità di realizzare un brano in uno studio di registrazione, accompagnato dal video musicale e promozione del singolo. Inoltre, tra i premi previsti per i finalisti, vi è l’opportunità di prendere parte a tour radiofonici, di ricevere una borsa di studio in Songwriting dal valore di 1000€ e di contare sulla promozione di un ufficio stampa.

Prima, però, di giungere alla conclusione di un percorso, lungo e ricco di emozioni, Veronica, Annachiara ed Emanuele hanno preparato il terzo frammento del loro viaggio. Vi faranno salire a bordo di una nave, quella de I VISIONATICI, dove la musica e l’arte regnano sovrani. Dove, però, ognuno si sente parte di un piccolo sogno divenuto realtà.

La terza semifinale

Non abbiamo fatto in tempo nemmeno a pensarlo e pronunciarlo che anche il 24 maggio non ha tardato ad arrivare. Ebbene sì, anche questa prima tappa del percorso di noi IVISIONATICI può ritenersi conclusa, almeno per ora. Il 24 maggio per noi ha rappresentato tante cose e, sicuramente, prima tra tutte, la consapevolezza di quanto, di semifinale in semifinale, siamo diventati una vera e propria famiglia.

Infatti, il teatro si è tramutato, per noi, in quella casa, lontano da casa, dove ritrovarsi ogni volta e credere tutti insieme che ogni cosa sarebbe andata per il verso giusto. Ormai, potreste pensare, alla terza semifinale nulla poteva risultare oscuro ai vostri amati (almeno si spera!) IVISIONATICI. Eppure, come tutti ben sanno, una nostra semifinale non può ritenersi tale senza che presenti dei piccoli e improvvisi intoppi.

Tuttavia, non vi racconteremo di questo, perché la gioia di conoscere i nuovi artisti e di incontrare di nuovo tutti è stata così grande che ha spazzato via anche il minimo dissapore. Però, una cosa vogliamo dirvela: IVISIONATICI sono molto superstiziosi! Dovete sapere che abbiamo dato il via a veri e propri riti scaramantici: dall’arrivo a Roma, il giorno prima sempre allo stesso orario, fino alla scelta degli alberghi, ma soprattutto la sera prima della semifinale siamo soliti recarci nel nostro posto speciale per ordinare più porzioni di patatine fritte.

Progetti diversi, stessa emozione

Purtroppo, però, questa volta i nostri piani sono stati rivoluzionati perché il nostro rifugio del cuore è stato chiuso. Abbiamo, quindi, temuto il peggio per il giorno successivo. Il 24 non è andato nella stessa direzione dei nostri timori e delle nostre paure ma tutt’altro. L’emozione era palpabile sui volti di tutti, ma soprattutto ciò che era innegabile era l’orgoglio di aver avuto la certezza di non aver mai smesso di sognare.

Circa 65 artisti si sono esibiti scandendo la nostra giornata tra risate, pianti e momenti di riflessione e nessuno di noi avrebbe voluto che finisse. Tra furti di giacche (vi abbiamo mai detto che il nostro presentatore è tra le persone più imprevedibili mai conosciute?!) e momenti in cui il teatro si è trasformato in un flash mob, arrivati ai saluti finali tutti noi abbiamo indugiato sul palco, come se volessimo trattenere tutto quello che sapevamo mai avremo smesso di provare.

E fidatevi se vi diciamo che ci vuole davvero tanto per lasciare IVISIONATICI senza parole!

La Musica unisce davvero

Siamo così grati di aver conosciuto così tanti artisti che ci hanno consentito di addentrarci, tramite la loro musica, nelle loro storie, facendoci sentire parte di un cammino condiviso in cui sentiamo di averli accompagnati. Cari lettori, non pensate che questo sia un saluto finale da parte nostra, anzi!

Adesso, siamo in preparazione per la finale dell’8 luglio e credeteci se vi diciamo che ne vedrete delle belle perché avrete capito bene che per noi non esistono limiti e che, uniti come siamo, siamo pronti a superarli. Siete curiosi di scoprire cosa succederà in finale? Nel frattempo, vi possiamo già dire che sono stati annunciati i 16 finalisti del festival, quindi… cosa aspettate?!

Correte a conoscerli!

Alla prossima!

a cura di
Staff e
de IVISIONATICI

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – IVISIONATICI – Diario di bordo #1
LEGGI ANCHE – IVISIONATICI – Diario di bordo #2
Condividi su
Staff

Staff

La redazione di The Soundcheck: un branco di giornalisti, redattori, fotografi, videomaker e tanti altri collaboratori agguerriti provenienti da tutto lo Stivale pronti a regalarvi una vasta gamma di contenuti. Dalla semplice informazione artistico-culturale, fino ad approfondimenti unici e originali nel campo della musica, dell'arte, della letteratura e della cultura a 360 gradi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *