BMA – Il 1° luglio Fulminacci allo showcase festival & BOnsai Garden

BMA – Il 1° luglio Fulminacci allo showcase festival & BOnsai Garden
Condividi su

Il 1° luglio Fulminacci e BMA – Bologna Musica d’Autore insieme ospiti del BOnsai festival! Si esibiranno anche i sei finalisti del BMA 2022

Lo scuoting di nuovi talenti della musica d’autore italiana, organizzato da Fonoprint, fa tappa all’interno di uno dei festival più prestigiosi della stagione estiva, Il BOnsai Garden, affiancandosi a uno degli artisti più rappresentativi della nuova ondata del pop nazionale, Fulminacci.

Il cantautore romano torna a Bologna, nel grande spazio delle verde dell’area delle Caserme Rosse, all’interno di un cartellone prestigioso, con uno spettacolo dal titolo “Tante care cose e altri successi tour”. Lì presenterà i brani che lo hanno fatto diventare un artista di culto, specie per le nuove generazioni. Mentre il grande pubblico televisivo lo ha conosciuto grazie alla partecipazione all’ultimo Festival di Sanremo con la canzone Santa Marinella.

Spazio ai finalisti del BMA 2022

Prima della sua esibizione lo spazio sarà tutto per i sei finalisti della sesta edizione di BMA, Bologna Musica d’Autore. Sei giovani esponenti del neo-pop italiano che presenteranno le composizioni originali grazie alle quali sono stati scelti tra le tantissime proposte arrivate in Fonoprint e che, proprio grazie al passaggio su palchi così prestigiosi, potranno iniziare a confrontarsi con un pubblico autentico, quello dei grandi live.

I sei artisti sono: Assurditè, Kasto, Orlvndo, Te quiero Euridice, Toolbar, UFO BLU.

Per loro, la partecipazione in apertura al concerto di Fulminacci è una nuova tappa di percorso pieno di appuntamenti dal vivo che culminerà il 16 settembre con lo show al DumBO, dove verranno proclamati i vincitori.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.bolognamusicadautore.it

a cura di
Staff

Seguici anhe su Insstagram!
LEGGI ANCHE – Rovigoracconta, torna il festival di letteratura e musica
LEGGI ANCHE – “Tre” di Valérie Perrin: è davvero il numero perfetto?
Condividi su
Andrea Mariano

Andrea Mariano

Andrea nasce in un non meglio precisato giorno di febbraio, in una non meglio precisata seconda metà degli Anni ’80. È stata l’unica volta che è arrivato con estremo anticipo a un appuntamento. Sin da piccolo ha avuto il pallino per la scrittura e la musica. Pallino che nel corso degli anni è diventato un pallone aerostatico di dimensioni ragguardevoli. Da qualche tempo ha creato e cura (almeno, cerca) Perle ai Porci, un podcast dove parla a vanvera di dischi e artisti da riscoprire. La musica non è tuttavia il suo unico interesse: si definisce nerd voyeur, nel senso che è appassionato di tecnologia e videogiochi, rimane aggiornato su tutto, ma le ultime console che ha avuto sono il Super Nintendo nel 1995 e il GameBoy pocket nel 1996. Ogni tanto si ricorda di essere serio. Ma tranquilli, capita di rado. Note particolari: crede di vivere ancora negli Anni ’90.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *