BMA 2021, da 5 anni trampolino per la musica emergente

BMA 2021, da 5 anni trampolino per la musica emergente
Condividi su

Giunge alla sua quinta edizione il BMA, il progetto di Fonoprint che cerca, trova e lancia i talenti della nuova musica italiana.

Cinque anni di BMA, un lustro di Bologna Musica d’Autore. Nonostante una pandemia, nonostante tutto, si prosegue. Si va alla ricerca di proposte musicali interessanti, di menti fresche, di decibel che possano scalfire la curiosità in un panorama musicale dal grande potenziale che, spesso, difficilmente riesce a trovare spazi in cui esprimersi.

Il 28 luglio negli studi di Fonoprint (a porte chiuse) e la sera successiva nello spazio estivo del Covo Club di Bologna si sono esibiti i sei finalisti di questa edizione 2021 del BMA, dopo aver superato gli altri 170 candidati provenienti da tutte le parti d’Italia.

La finale si svolgerà il 17 settembre al Dumbo, il nuovo spazio della città di Bologna che sta ospitando sempre più eventi di grande interesse.

I finalisti del BMA 2021

I giovani talenti arrivati alle fasi finali del Bologna Musica d’Autore 2021 rappresentano alcune delle tante sfaccettature della musica contemporanea presente in Italia. Si va dai modenesi Malox e il loro pop-rock a Jamila e il suo voce-e-chitarra di provenienza toscana; ci si imbatte nel Lo-Fi / Hip-Hop del bresciano 99paranoie e nel cantautorato romano di Andrea Di Donna; si finisce nelle atmosfere particolari di My Girl Is Retro (dall’Umbria con furore) a quelle timide ma decise di LYL, giovane artista bolognese.

La serata calda ma piacevole (complice anche una fresca birra nel mentre) al Covo Club è stata allietata dall’esibizione di queste sei giovani realtà musicali – dove l’emozione in alcuni casi non ha tardato a palesarsi – e uno special guest a conclusione dello showcase a opera di Laurino, vincitore della scorsa edizione del BMA.

L’apprezzamento del pubblico c’è stato, la soddisfazione sul palco anche. Un win-to-win che fa felici tutti.

Ci vediamo a settembre

L’appuntamento finale è dunque per il 17 settembre al Dumbo, giorno in cui scopriremo il vincitore del BMA 2021. In palio, inoltre, due premi niente male:

  • al miglior progetto BMA saranno messe a disposizioni 10 giornate di registrazione e produzione presso gli studi di Fonopront con fonico resident (ricordiamo che negli studi Fonoprint registrano anche artisti come Sting, Mariah Carey, Zucchero… non esattamente degli artisti poco esigenti);
  • all’artista insignito del premio per la miglior performance live, invece, la registrazione e pubblicazione di una puntata di “Fonoprint Love Session”.

a cura di
Andrea Mariano

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – John Mayer è tornato con “Sob Rock”!
LEGGI ANCHE – Annalisa – Costa dei Trulli Festival – Monopoli (BA) – 27 luglio 2021
Condividi su
Andrea Mariano

Andrea Mariano

Andrea nasce in un non meglio precisato giorno di febbraio, in una non meglio precisata seconda metà degli Anni ’80. È stata l’unica volta che è arrivato con estremo anticipo a un appuntamento. Sin da piccolo ha avuto il pallino per la scrittura e la musica. Pallino che nel corso degli anni è diventato un pallone aerostatico di dimensioni ragguardevoli. Da qualche tempo ha creato e cura (almeno, cerca) Perle ai Porci, un podcast dove parla a vanvera di dischi e artisti da riscoprire. La musica non è tuttavia il suo unico interesse: si definisce nerd voyeur, nel senso che è appassionato di tecnologia e videogiochi, rimane aggiornato su tutto, ma le ultime console che ha avuto sono il Super Nintendo nel 1995 e il GameBoy pocket nel 1996. Ogni tanto si ricorda di essere serio. Ma tranquilli, capita di rado. Note particolari: crede di vivere ancora negli Anni ’90.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *