Elena Sanchi: un’avvocatessa con il dono della musica

Elena Sanchi: un’avvocatessa con il dono della musica
Condividi su

“Dimmi chi sei” è il nuovo singolo di Elena Sanchi.

Una carriera già ben avviata non spegne la sete di novità per Elena Sanchi, avvocatessa e cantautrice con due album alle spalle, ma ancora con la voglia di affrontare svolte sonore, come quella preannunciata da “Dimmi chi sei”, nuovo singolo e video.

Ecco le nostre domande per lei.

Ciao Elena, con “Dimmi chi sei” stai affrontando una svolta sonora. Da dove nasce questa scelta?

Ciao, diciamo che mi sento molto libera quando scrivo e compongo una canzone, cerco sempre di non mettere vincoli o limiti alla mia creatività rispettandone l’urgenza: per me passare da un brano pop a un brano folk a uno elettronico è abbastanza naturale! Non amo le etichette, incasellare tutto e per forza dentro una forma! Sono un’artista indipendente, diciamo che me lo posso permettere :))

Vivo il mio percorso artistico come un grande viaggio di crescita personale prima che artistica, un viaggio che mi ha portata a fare delle belle esperienze e che mi ha fatto incontrare persone competenti e appassionate. Sono infatti le persone che incontro ad indicarmi la strada e questa volta l’incontro con il producer, musicista e dj Alberto Melloni ha fatto la differenza.

Il testo assomiglia a un’affermazione di libertà piuttosto importante. Nasce da qualche fatto particolare della tua vita?

Nasce dalla voglia intima e femminile di manifestare, ballare, combattere, desiderare, affermare la propria libertà e indipendenza.

Ci racconti qualcosa del video?

Il video è stato realizzato dall’illustratrice, graphic designer e performer Elena Tenti, un’artista a tutto tondo che è riuscita, integrando l’illustrazione con la grafica, a ricreare visioni e suggestioni oniriche che restituiscono al brano il senso più profondo di libertà e trasformazione.

I tuoi primi due dischi sono stati molto apprezzati dalla critica. Come li vedi ora, in prospettiva?

Sono molto contenta del percorso fatto sin qui, tutto quello che è arrivato, è arrivato in maniera del tutto naturale, ogni passo in avanti che ho fatto non è stato forzato, quindi tutto quello che arriverà, arriverà nel momento giusto. Quando riascolto il primo disco noto che la mia voce si è evoluta tantissimo, non è stato un processo sempre facile, soprattutto lo studio del canto lirico e l’interpretazione vocale, ora però mi diverto a trasformarla con gli effetti!

La situazione della musica live al momento è un po’ precaria. Tu sei già riuscita a “ripartire”?

Per il cantautorato femminile la situazione della musica live non è mai stata semplicissima, ancor prima di questa emergenza, però sicuramente ora la situazione si è ulteriormente complicata per tutti!

La quarantena ci ha però resi più consapevoli dell’importanza dei nostri diritti come lavoratori dello spettacolo, del fatto che insieme le cose possono essere migliorate. In questo periodo sono nate associazioni, comitati e tavole rotonde del settore che stanno lavorando insieme a rappresentanti del governo per migliorare le cose. Speriamo davvero che questo nuovo modo di guardare alla professione ci porti nuove opportunità.

Se per “ripartire” intendi fare concerti per il momento no; in questi giorni sono in studio di registrazione su nuovi brani, sto vivendo la fase creativa e organizzativa di un nuovo progetto. A settembre recupererò delle date saltate tra aprile e maggio del mio Risveglio Tour poi penso che mi fermerò fino al prossimo anno.

Guarda il video di “Dimmi chi sei”
Dove ti porterà questo nuovo progetto? Idee per un disco nuovo?

Come ti dicevo inizialmente, l’incontro con Alberto Melloni è stato fondamentale per questo nuovo lavoro, abbiamo iniziato a collaborare insieme durante il periodo della quarantena, ci siamo visti solo una volta prima del lockdown ma ci siamo trovati subito molto in sintonia.

Il singolo “Dimmi chi sei” è solo l’inizio di un nuovo progetto che si concretizzerà con la realizzazione del mio terzo album nel 2021.

a cura di
Sara Alice Ceccarelli

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Il loro motto è: “Vivi e lascia Vivere” – Ghost
LEGGI ANCHE –
Lince: “Con Thai Smoke ho sintetizzato la scena torinese”

Condividi su
Sara Alice Ceccarelli

Sara Alice Ceccarelli

Giornalista iscritta all’ODG Emilia Romagna si laurea in Lettere e Comunicazione e successivamente in Giornalismo e Cultura editoriale presso l’Università di Parma. Nel 2017 consegue poi un Master in Organizzazione e Promozione Eventi Culturali presso l’Università di Bologna. Sebbene sia la “senior” del gruppo talvolta è realmente la più VEZ. Nel 2017 e 2018 si occupa dell’Ufficio Stampa degli eventi di LP Rock Events come Bay Fest, Rimini Park Rock e Sullasabbia e durante lo stesso periodo segue l’ufficio stampa del Vidia Club di Cesena. Ama il viola ma solo per le calzature e sulle pareti di casa, vive in simbiosi con il coinquilino Aurelio (un micetto nero) e per amore del fidanzato ora ama anche le moto. La sua religione è Star Wars. Che la forza sia con voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *