Jova Beach Party – Marina di Ravenna – 8 e 9 luglio 2022

Jova Beach Party – Marina di Ravenna – 8 e 9 luglio 2022
Condividi su

Il veliero del Jova Beach Party 2022 approda a Marina di Ravenna con tutta la sua ciurma di pirati, per un weekend indimenticabile

“O capitano, mio capitano!” una volta recitava Walt Whitman, e lo stesso avranno ripetuto le trentacinquemila persone riunite a Marina di Ravenna, alla vista del veliero più atteso d’Italia. Seconda data romagnola per Lorenzo Jovanotti e secondo sold out per il Jova Beach Party, con una giornata di festa in riva al mare ricca di ospiti e sorprese.

Jova Beach Party
Il capitano della nave – Foto del 08/07/22 a Marina di Ravenna
Il villaggio

In vero stile piratesco, trend assoluto del Jova Beach Party, il percorso di arrivo al festival ha fatto attraversare gli appassionati una grande pineta ombrosa piena di insidie, per poi giungere infine alla spiaggia e entrare nel villaggio.

Una volta entrati, ci si è trovati davanti a un vero paese dei balocchi organizzato di tutto punto, con un gigantesco palco principale accompagnato da due satelliti secondari, una cortina di food truck e stand di beverage per tutti i gusti, e il mare come sfondo più bello che si potesse immaginare (perfetto per rinfrescarsi nei momenti più caldi).

La noia sicuramente non era all’ordine del giorno, grazie alla musica che ha accompagnato gli spettatori per tutta la durata del Jova Beach Party. Infatti a partire già dal primo pomeriggio, svariati Dj set hanno fatto ballare gli avventori sotto al sole di Marina di Ravenna

La fiesta

Dopo i primi dj set che hanno fatto scaldare la platea in continua crescita, iniziano anche le prime esibizioni degli artisti imbarcati nella ciurma, tra cui il supergruppo Tre Allegri ragazzi Morti e Corveleno, in tour insieme nel 2022. Anche Tredici Pietro, il figlio di Morandi (che ha funto anche da piccola anticipazione sui seguenti ospiti a sorpresa), si è esibito durante la giornata.

Il Jova, da vero capitano ha presentato e condotto la giornata, saltellando e intervenendo da una parte all’altra come un giullare, ma prima di arrivare al “suo” spettacolo, la sorpresa-non-sorpresa tanto attesa. Antonio Ferrari, in arte Dj Ralf ha fatto capolino dietro la consolle, e con la sua ondata galvanizzante di elettronica-house è riuscito letteralmente a far saltare anche la sabbia dagli asciugamani.

La bellezza del Jova Beach party infatti, sta proprio nell’essere un vero e proprio festival a 360°, andando a toccare tutti i generi ballabili immaginabili, e non solo un ritrovo per appassionati del Jova nazionale. Una sorta di riproduzione moderna di una “Woodstock” in miniatura, però itinerante in giro per l’Italia cercando di raggiungere ogni angolo dello stivale.

Jova Beach Party
Foto del 08/07/22 a Marina di Ravenna
Le ciliegine sulla torta

E infine, al grido di “I love you babe”, è iniziata l’esibizione che tutti i fan stavano aspettando, trentamila voci che cantavano tra bandane sventolanti e cuori sempre più in alto. A sorpresa tra un successo “Jovanottiano” e l’altro, è intervenuto Filippo Neviani, in arte Nek che ha portato la giusta dose di nostalgia con alcuni suoi pezzi storici. Da segnalare l’esibizione di “Laura non c’è” durante la quale abbiamo visto cantare all’unisono tutti, compresi i simpatici addetti alla sicurezza.

Come se non bastasse la prima ciliegina, Jova ne tira fuori pure un’altra, e se le mette entrambe sulle orecchie facendo il sorrisone. Infatti ha prima di tutto fatto il suo ingresso sul palco l’immortale Gianni Morandi, che seppur con qualche problema di voce, si è esibito con il successo sanremese “Apri tutte le porte”, tra gli applausi del pubblico.

Per non farsi mancare nulla, dopo una chiacchierata insieme al capitano, è tornato sul palco anche Nek per un trio canoro tutto italiano che attraversa tre generazioni musicali. Tanta è stata l’emozione sul momento sia tra il pubblico, che per gli artisti, che hanno deciso di farsi scattare una foto insieme, da uno dei tecnici sul palco.

Jova Beach party
Foto del 08/07/22 a Marina di Ravenna
Shakerando…ehm Concludendo

Sul finire delle ore, tra un pezzo storico cantato e sui dischi una “scretchata”, il capitano ha concluso il Jova Beach Party con l’intramontabile classico strappalacrime “A te”, accompagnato dalle mille luci di accendini, corone, braccialetti e smartphone che volteggiavano all’unisono.

Una giornata bella, lunga, piena di emozioni, ospiti aspettati e inaspettati, esibizioni, canti a squarciagola e tante risate. Ma anche di contraddizioni, a partire dalla lotta alla plastica dichiarata, per poi vedersi vietare l’ingresso alle borracce, e vedere distribuire all’interno bicchieri di plastica; addirittura l’intero sistema di pagamento Token (anch’esso sempre discutibile), sempre completamente realizzato in plastica. O la situazione critica nei parcheggi, dove migliaia di persone si sono ritrovate bloccate per intere ore in attesa di uscire senza una via di uscita.

Chiaramente ogni rosa ha le sue spine, ma siamo certi che dalle esperienze passate l’organizzazione del Jova Beach Party trarrà ispirazione per migliorarsi e migliorare un evento che da concetto base, deve essere alla portata di tutti.

a cura di
Mattia Mancini
foto di
Mirko Fava

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – SZNZ – A “Summer” with Weezer
LEGGI ANCHE – Grumpster: Fever Dream è finalmente realtà
Condividi su
Mattia Mancini

Mattia Mancini

Un pensiero su “Jova Beach Party – Marina di Ravenna – 8 e 9 luglio 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *