Sanremo: look memorabili delle precedenti edizioni

Sanremo: look memorabili delle precedenti edizioni
Condividi su

In occasione della settantaduesima edizione del Festival della canzone italiana, che andrà in onda da questa sera e fino al 5 febbraio, ricordiamo alcuni degli outfit più peculiari indossati negli anni passati, a partire da quelli più recenti fino ad arrivare ad alcuni classici degli anni ’80 e ’90.

La moda sul palco dell’Ariston negli anni scorsi
Elodie in Gianbattista Valli Haute Couture, 2021

Vera regina della scorsa edizione, Elodie, nei panni di co-conduttrice al fianco di Amadeus, per la seconda serata del Festival, sfoggia dei look che vanno da Versace a Oscar de la Renta. L’outfit proposto è invece firmato Gianbattista Valli: vestito rosso, elegante, lungo con strascico, ricoperto di ruche vaporose sul corpetto e sulla gonna. Gli accessori, della linea serpenti di Bvlgari, aggiungono un ulteriore tocco di classe e animalier a questo abito da favola.

Achille Lauro nei panni della regina Elizabeth I Tudor, 2020

Eccentrico, anticonformista, intelligente: Achille Lauro alla settantesima edizione del Festival, propone, tra gli altri, questo look sorprendente firmato Gucci. L’artista per la serata della finale ha deciso di rivestire i panni di Elisabetta I, regina rivoluzionaria, indipendente, libera, scendendo le scale dell’Ariston indossando una gorgiera intorno al collo e un vestito tondo strutturato, che toglierà nel corso della sua performance per rimanere con indosso una camicia trasparente con strascico di chiffon rosa tenue e un pantalone in velluto rosso a zampa. Ai piedi degli stivali con tacco in vernice. Ma non è finita qui: incoronano le estremità del suo volto delle perle, alcune delle quali applicate anche sulla parrucca. Un vero affronto e allo stesso tempo una prova di estrema abilità da parte di un grande cantante e interprete, in grado di abbattere pregiudizi e convenzionalità.

Nina Zilli in Moschino, 2020

A Sanremo 2020, in occasione della serata dedicata alle cover, in cui i concorrenti si esibiscono in duetto con altri cantanti, Nina Zilli accompagna Diodato sulle note di 24mila baci. Il suo look fa subito scalpore e non potrebbe essere altrimenti: l’abito, disegnato da Jeremy Scott per la collezione primavera/estate 2020 di Moschino è infatti ispirato, come gli altri della linea, alla rivoluzione cubista e in particolare a Pablo Picasso. Il vestito in questione presenta tonalità che vanno dal rosa al giallo, con tratti bianchi e neri e ampie maniche strutturate. Completano il look tacchi a spillo e un’acconciatura raccolta che lascia intravedere un ciuffo in parte lilla.

Michelle Hunziker in Moschino, 2018

In occasione della sessantottesima edizione del Festival, Michelle Hunziker, conduttrice accanto a Claudio Baglioni e Pierfrancesco Favino, scende le scale dell’Ariston con un vestito firmato Moschino della collezione primavera/estate 2018, anche questa volta disegnato da Jeremy Scott: un omaggio alla città di Sanremo e alle sue peculiarità attraverso un lungo abito che richiama un fiore dalle diverse tonalità di viola. Principesco.

Sabrina Salerno e Jo Squillo cantano “Siamo Donne”, 1991

Sanremo,1991. Il duo Sabrina Salerno-Jo Squillo si esibisce con una canzone che rimarrà nella storia. Oltre le gambe c’è di più cita il brano, gambe messe in mostra senza farsi molti problemi attraverso il costume bianco della prima e il tubino aderente della seconda. Le polemiche non sono mancate, ma anche questa volta due artiste sono riuscite a scardinare le convenzioni del vecchio millennio.

Patty Pravo in Versace, 1984

Patty Pravo nel 1984 propone al festival un brano intitolato Per una bambola. Più che il testo della sua canzone, che riceverà comunque il premio della critica, a colpire è il suo look, che rimarrà nella storia del Festival: disegnato per lei da Gianni Versace, l’abito drappeggiato in maglia metallica argentata è accompagnato da un grande ventaglio. Il taglio di capelli netto presenta sulla sommità un bun. L’artista richiama gli stili orientali e appare come una geisha.

a cura di
Erica Amato

Seguici anche su Instagram!
Condividi su
Erica Amato

Erica Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *