Carmen Consoli – Volevo fare la Rockstar -Teatro Duse, Bologna – 24 novembre

Carmen Consoli – Volevo fare la Rockstar -Teatro Duse, Bologna – 24 novembre
Condividi su

Carmen Consoli arriva al Teatro Duse con il suo Volevo fare la rockstar, il tour che la vede tornare ad esibirsi, dopo questi due anni di stop.

Il suo concerto è uno spettacolo teatrale, ed è proprio il teatro l’ambiente dove la Consoli predilige esibirsi, per la magia ed il contatto diretto col pubblico.

Lo spettacolo è pensato in forma teatrale, con l’introduzione parlata dell’artista Catenese, si suddivide in tre atti.

Il Sogno

Il primo atto è destinato a “Volvevo fare la rockstar”, l’album di brani inediti appena uscito, che narra le paure, i desideri e le speranze di un trascorso sia a livello personale, sia collettivo.

Raccontato sul palco in modo molto intimo, solo voce e chitarra acustica, insieme a Massimo Roccaforte alle chitarre, mentre sullo sfondo immagini della Sicilia, vista in modo inedito a cura di Donatella Finocchiaro.

Ascoltiamo “Una domenica al mare”, “Armonie numeriche”, “L’Aquilone” e via via, fino ad arrivare a “Volevo fare la rockstar”.

Gli anni mediamente isterici

Con il secondo atto, “Gli anni mediamente isterici”, sul palco assieme a lei, troviamo Marina Rei alla batteria.

Adesso si cambia marcia, più graffiante, più rock, più elettrico e ci riporta nel passato, all’album “Mediamente Isterica” pubblicato nel 1998, e che lei stessa definisce “l’album della vita”.

Con la carica esplosiva delle due musiciste, il pubblico – sold out al Duse – è in delirio e si fatica veramente a stare fermi sulle poltroncine, su grandi successi come “Confusa e felice”, “Per niente stanca”, “Fino all’ultimo”, “Besame Giuda”

L’amicizia

Con l’amicizia si arriva al terzo atto dello spettacolo, una dichiarazione d’amore verso il pubblico, ed inizia con “Stranizza d’amuri” omaggio a Franco Battiato, scomparso di recente.

Si ritorna all’intimità, con brani come “Blunotte”, “A finestra”, “Fiori d’Arancio”, “Parole di burro”, “In bianco e nero” per accompagnare il pubblico al finale, con il bis “Amore di plastica”.

Carmen Consoli con il suo “Volevo fare la rockstar” ha scaldato una fredda serata bolognese!

La nostra gallery

a cura di
Enrico Ballestrazzi

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Passato vs futuro: “30” è la rinascita di Adele
LEGGI ANCHE – “Le prigioni di Jaco”, la nuova suggestione musicale di S.C.I.O.
Condividi su
Enrico Ballestrazzi

Enrico Ballestrazzi

Fotografo per passione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *