Sequoie Music Park e BOnsai Garden: Bologna vivaio d’eventi

Sequoie Music Park e BOnsai Garden: Bologna vivaio d’eventi
Condividi su

Presentati ufficialmente all’ombra (e al refrigerio) di Palazzo d’Accursio i due festival per tutti i palati

Da una parte una venue da 5.000 spettatori, dall’altra un’arena più contenuta da 1.500 presenze. Tra nomi altisonanti per una platea più “matura” e protagonisti che spopolano tra le ultime generazioni, Sequoie Music Park e BOnsai Garden donano a Bologna due platee diverse eppure, in un certo senso, complementari.

Sequoie Music Park

Un mese di concerti e spettacoli alle Caserme Rosse. Si parte il 21 giugno con i Deftones, storica band dell’alternative rock e nu metal americano, proseguendo poi con Willie Peyote il 22 giugno, l’australiano Chet Faker il 23 giugno, il doppio appuntamento con Caparezza il 27 e 28 giugno e i Cigarettes After Sex il 29 giugno.

Saranno ospiti delle Caserme Rosse anche i comici Andrea Pucci e Max Angioni, l’attore Neri Marcorè, musica dubstep con lo Shiny Festival, Yann Tiersen, Elisa e tanti, tantissimi altri.

Vi lasciamo scoprire tutto il programma del Sequoie Music Park con annessa possibilità di acquisto biglietti QUI.

BOnsai Garden

The Soundcheck e Posta Indipendente sono fieri di essere media partner di questa rassegna musicale che propone, dal 28 giugno al 21 luglio, un bill di artisti che farà felice il pubblico delle nuove generazioni. Ketama 126, Rancore, ma anche Fulminacci, FASK, Giovanni Truppi, Gué, Ernia, VillaBanks, POP X e Alfa.

Non solo: il 1° luglio il BOnsai Festival, prima del concerto di Fulminacci, darà la possibilità di esibirsi ai sei finalisti del BMA – Bologna Musica d’Autore di Fonoprint. Nello specifico, gli artisti sono Assurditè, Kasto, Orivndo, Te Quiero Euridice, Toolbar e Ufo Blu.

Programma e acquisto biglietti QUI

a cura di
Andrea Mariano

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Mecna + Coco – Rock in Roma, Roma – 16 giugno 2022
LEGGI ANCHE – Marco Mengoni – Stadio San Siro Milano – 19 giugno 2022
Condividi su
Andrea Mariano

Andrea Mariano

Andrea nasce in un non meglio precisato giorno di febbraio, in una non meglio precisata seconda metà degli Anni ’80. È stata l’unica volta che è arrivato con estremo anticipo a un appuntamento. Sin da piccolo ha avuto il pallino per la scrittura e la musica. Pallino che nel corso degli anni è diventato un pallone aerostatico di dimensioni ragguardevoli. Da qualche tempo ha creato e cura (almeno, cerca) Perle ai Porci, un podcast dove parla a vanvera di dischi e artisti da riscoprire. La musica non è tuttavia il suo unico interesse: si definisce nerd voyeur, nel senso che è appassionato di tecnologia e videogiochi, rimane aggiornato su tutto, ma le ultime console che ha avuto sono il Super Nintendo nel 1995 e il GameBoy pocket nel 1996. Ogni tanto si ricorda di essere serio. Ma tranquilli, capita di rado. Note particolari: crede di vivere ancora negli Anni ’90.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *