Greta Van Fleet – IDays, Milano – 9 Giugno 2022

Greta Van Fleet – IDays, Milano – 9 Giugno 2022
Condividi su

I Greta Van Fleet aprono, accompagnati dagli Ego Kill Talent, dai The Amazons e dai The Struts, l’evento di tre giornate ‘IDays’ a Milano, che vedrà protagonisti anche gli Imagine Dragons l’11 giugno e i Green Day il 15 giugno.

La prima parola che mi viene in mente per descrivere il concerto dei Greta Van Fleet è ‘viaggio‘.

La band statunitense, nata in Michigan nel 2012 e formata dai 3 fratelli Kiszka (Josh, Jake e Sam) e dal batterista Danny Wagner, riesce infatti a trasportare il pubblico in un altro mondo.

Non è un caso che il palcoscenico sia stato allestito con delle colonne luminose a fare da contorno al ‘Garden’s Gate‘, immagine del nuovo album intitolato appunto ‘The Battle at Garden’s Gate‘, che si stagliava sullo schermo dietro alla band, con alcuni simboli esoterici a fianco.

Infatti la sensazione che si ha ascoltando la meravigliosa voce di Josh e l’accompagnamento musicale, è proprio quella di essere trasportati verso una realtà differente.

Richiami dal passato

I Greta Van Fleet sono stati paragonati spesso ai Led Zeppelin, e sicuramente non fanno niente per nascondere la loro evidente passione per il rock di quegli anni. Ed è proprio da lì che prendono ispirazione per la propria musica.

Le similitudini sono molte ma sono due quelle che saltano all’orecchio: entrambe le band lasciano molto spazio alla parte strumentale nei loro brani e la voce di Josh è molto simile a quella di Robert Plant.

Il frontman dei Greta Van Fleet, però, è riuscito a distinguersi spingendo la sua voce quasi sempre al massimo della sua potenzialità e trovando uno stile tutto suo.
Impressionante la pulizia vocale anche nelle note più alte, che conferma quanto Josh sia, al momento, una delle voci migliori nel panorama Rock.
Nessuna differenza tra la sua voce registrata e quella dal vivo.

Proprio per tutti i motivi sopra citati, la band è riuscita a coinvolgere più di una generazione di ascoltatori.
Erano presenti, infatti, persone di tutte le età.

Il concerto

Il concerto si apre sulle note di ‘Built By Nations‘, tratto dal loro ultimo album, che accompagna l’entrata di Josh con il suo costume di scena: body attillato con motivi floreali e mantellina trasparente. Anch’esso chiaro rimando al rock anni ’60/’70.

Al termine della seconda canzone assistiamo a un meraviglioso assolo del batterista Danny Wagner, che consente al frontman di andarsi a cambiare.

Nel corso dello show ognuno dei componenti della band ha potuto mostrare tutto il proprio talento, come il chitarrista Jake, che ci ha deliziati con un assolo suonato con la chitarra sulla schiena.

A rendere il tutto più suggestivo c’erano i due schermi al lato del palco che ci mostravano i membri della band più da vicino, in modo da poterli ammirare in tutto il loro stile.
Schermi, tra l’altro, volutamente in bianco e nero, per portare il pubblico indietro nel tempo.

Dopo una breve fuga dal palco la band torna per regalarci gli ultimi brani, concludendo il concerto con ‘My way soon‘, tratto dall’album del 2018 ‘Anthem of the Peaceful Army‘.

Uno spettacolo divino

Lo spettacolo portato dai Greta Van Fleet è stato semplicemente magnifico.
Ogni cosa era al posto giusto e l’atmosfera creata faceva sembrare i membri della band degli sciamani intenti a fare il proprio rito propiziatorio.

Il pubblico era letteralmente rapito da ogni esibizione e la voce di Josh ti entrava proprio nell’anima.

Se foste stati al concerto non avreste visto molta gente saltare con le braccia alzate al cielo, come ci si aspetterebbe a un classico concerto rock, bensì persone estasiate da ciò che stavano ascoltando, in attesa di ascendere alla dimensione più alta dei Greta Van Fleet.

Durante il concerto mi sono chiesto come avrei potuto descrivere nel modo migliore la band e, mentre il vento freddo mi colpiva in piena faccia ho realizzato che i Greta Van Fleet sono proprio come quest’ultimo.

Il vento, infatti, può essere leggera brezza e cullarti tra le sue braccia mentre riposi, ma può anche trasformarsi in uragano e spazzare via tutto ciò che incontra.

I Greta Van Fleet hanno esattamente lo stesso potere: prima ti coccolano e poi ti spettinano.

C’è poco altro da aggiungere se non che questa è senza dubbio una delle Rock Band più interessanti e più talentuose degli ultimi anni.

Perciò non perdetevi il loro prossimo concerto e lasciatevi trasportare dal vento dei Greta Van Fleet!

Qui trovate la scaletta completa dei brani suonati il 9 Giugno a Milano:
  1. Built By Nations
  2. Safari Song
  3. Black Smoke Rising
  4. Caravel
  5. Age of Machine
  6. Light My Love
  7. The Weight Of Dreams
  8. Heat Above
  9. When The Curtain Falls
  10. Age of Men
  11. Highway Tune
  12. My Way, Soon
The Struts
Greta Van Fleet

a cura di
Edoardo Iannantuoni

foto di
Mirko Fava

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Fontaines D.C. – Circolo Magnolia, Milano – 8 giugno 2022
LEGGI ANCHE – Il meglio del rock mondiale è al Firenze Rocks: Green Day, Red Hot Chili Peppers, Metallica and more
Condividi su
Edoardo Iannantuoni

Edoardo Iannantuoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *