TSCKNEWS #13 – La rassegna stampa

TSCKNEWS #13 – La rassegna stampa
Condividi su

Nuova settimana ricca di notizie per Tscknews. Non perdetevi le ultime news dall’Italia e dal mondo, solo sulla rassegna stampa di The Soundcheck.

Settimana all’insegna della politica per Tscknews. L’Italia e il Regno Unito segnano due primati per i rispettivi nuovi governi. L’ambiente diventa une preoccupazione sempre maggiore e i giovani di tutta Europa stanno alzando la voce. La nebbia fittissima della Pianura Padana ci fa temere per la nostra salute, per fortuna possiamo dormirci su un’ora in più.

È troppo italiana questa Gran Bretagna

Dopo la breve e disatrosa parentesi del governo di Lizz Truss, durata appena 45 giorni, il partito conservatore ci riprova. Sarà il quarantaduenne Rishi Sunak a ricoprire il ruolo di Primo Ministro, si tratta della prima persona non bianca a ricoprire questo ruolo. Di origine indiane, Sunak è ben amato dagli ambienti finanziari nonostante le sue convinte posizioni pro Brexit. Con un paese in piena recessione economica, le sfide per Sunak saranno sin da subito decisive per le sorti del Regno Unito.

È nato il governo Meloni

Non esiste un ecologista più convinto di un conservatore

Giorgia Meloni, Primo Ministro italiano

Con queste parole, si insedia in Parlamento il governo di Giorgia Meloni. Visibilmente emozionata, la prima donna Presidente del Consiglio si dimentica di non essere più in campagna elettorale, e inizia un discorso-elogio al conservatorismo della sua destra e di come il suo governo garantirà stabilità e crescita all’Italia. Parla circa 75 minuti, tocca i temi che da anni sbandiera dai banchi dell’opposizione: presidenzialismo, pace fiscale, tasse, pensioni, sbarchi. Si dimentica però dell’ambiente, dei giovani, della situazione internazionale, sarà l’emozione… Nel suo discorso ha scomodato tanti personaggi illustri per giustificare il suo manifesto politico, forse per sopperire alla mancanza di alto profilo nella sua squadra di governo.

La Germania verso la legalizzazione della cannabis

Il governo tedesco ha adottato un documento con le linee guida che porteranno alla legalizzazione del consumo di cannabis per scopi ricreativi entro il 2024. La proposta prevede di rendere legale il possesso di massimo 30 grammi, depenalizzando di conseguenza i procedimenti penali legati a casi non più illegali. La coltivazione sarà possibile ma in maniera limitata. Alla misura saranno affiancate campagne di educazione per informare la popolazione sui rischi per un eccessivo consumo.

Gli ambientalisti si fanno sentire

Nelle ultime settimane, attivisti ambientalisti in tutta Europa stanno alzando la voce. La crisi climatica sta diventando un’emergenza sulla quale non si può più procrastinare. I governi europei non sembrano uniti nel prendere decisioni concrete per salvare le future generazioni dalla catastrofe. Per questo motivo, i quadri vengono imbrattati e si versano litri di latte nei supermercati. Eppure, per quanto controverse, queste azioni vengono pesantemente criticate dall’opinione pubblica e dagli stessi giovani per cui questi attivisti ci stanno mettendo la faccia.

Le attiviste di Just Stop Oil e il Van Gogh imbrattato
Ritorna l’ora solare

La notte tra sabato 29 e domenica 30 ottobre si passerà dall’ora legale all’ora solare. L’ora legale è stata introdotta con l’obiettivo di ridurre i consumi di energia, sfruttando un’ora di luce in più. I risultati del periodo marzo-ottobre 2021 hanno rilevato un riparmio effettivo di 190 milioni di euro. Perchè allora non mantenere l’ora legale anche in questa fase di crisi energetica? Per i gravi effetti psicologici che si verificano a causa della riduzione delle ore di sonno e dallo stress generato dal duplice cambio d’ora durante l’anno.

Respiriamo polveri sottili

La Pianura Padana è una grande ciminiera che ci sta uccidendo lentamente. Tutte le maggiori città di Lombardia, Piemonte e Emilia-Romagna (soprattutto al nord) superano di gran lunga i valori di massimo 50 microgrammi di PM10 al metro cubo. Superare questo limite per troppi giorni ha ovviamente delle ripercussioni negative sugli abitanti, che sono esposti ad un maggiore rischio di malattie gravi quali tumori ai polmoni. È necessario un rapido cambio di rotta.

L’educazione passa per lo sport

La regione Emilia-Romagna ha finanziato il “Scuola Attiva Kids”, un progetto che prevede l’introduzione dell’educazione motoria sin dalla scuola primaria. L’iniziativa stabilisce che dalla prima elementare alla quarta elementare ci sarà un’ora di educazione motoria con un tutor laureato in Scienze motorie che affiancherà il docente titolare. Viene inoltre lanciata una piattaforma digitale per mettere in comunicazione le richieste delle scuole e le candidature dei tutor.

Per sollevare lo spirito… cappelli anti-copiatura

La notizia ha fatto velocemente il giro del web. Nelle Filippine alcuni studenti si sono presentati in classe con i più svariati copricapo per evitare di cadere nella tentazione di copiare. La richiesta era stata fatta dalla professoressa per evitare copiature in classe, ma lei stessa non si aspettava una simile risposta dalla classe.

a cura di
Luca Chieti

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Politica ed inciviltà: la nuova comunicazione
LEGGI ANCHE – Interruttori spenti: la crisi energetica in Europa

Condividi su
Luca Chieti

Luca Chieti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *