In stato di grazia – Auditorium Conservatorio, Rovigo – 24 settembre 2022

In stato di grazia – Auditorium Conservatorio, Rovigo – 24 settembre 2022
Condividi su

In Stato di Grazia, il festival creato da Teho Teardo, ha portato a Rovigo le cantanti/musiciste Marta del Grandi, Julia Kent, Marisa Anderson e Keeley Forsyth

Sabato 24 settembre, l’auditorium del Conservatorio di Rovigo si è riempito per la prima edizione di In Stato di Grazia, il festival organizzato da Teho Teardo e che ha visto questa prima edizione all’interno del festival di rigenerazione urbana “RoRegeneration”.

RoRegeneration

RoRegeneration, è un festival organizzato dal Comune di Rovigo, inizialmente incentrato sulla street-art come forma artistica di riqualificazione di alcune zone della città, quest’anno ha ampliato la sua visione inserendo in programma Land Art e Sound Art.

Street Art, Land Art e Sound Art, visioni artistiche volte alla rigenerazione urbana con il murales dell’artista rodigino Zentequerente, in collaborazione con gli studenti del Liceo Artistico, dedicato a Falcone e Borsellino. Land Art con le installazioni naturali di Roberto Ghezzi e Antonio Massarutto. Sound Art con un’installazione sonora dedicata agli Psycodrummers.

In stato di grazia

A chiudere la settimana di rigenerazione urbana, ci ha pensato Teho Teardo con il suo “In stato di grazia”, un mini festival nel festival che ha portato a Rovigo quattro artiste di fama internazionale e pubblico da diverse parti d’Italia.

Ad inaugurare la giornata, lo stesso Teho Teardo insieme a Paola De Angelis e Paolo Pecere con un Talk sul tema sempre della rigenerazione ma vista dal punto di vista musicale. I tre hanno scelto un brano a testa per discutere poi di come la musica ci rigeneri dal punto di vista emotivo.

Marta del Grandi, in compagnia della polistrumentista Paola Fecarotta, danno il via alla parte live della giornata. Un set emotivamente coinvolgente che vede la partecipazione di alcuni studenti del Conservatorio di Rovigo.

A seguire, Julia Kent con il suo violoncello e la loop station. Da New York a Rovigo quasi un’ora di totale silenzio tra il pubblico, tutti quasi in stato ipnotico. Anche per Julia Kent un momento con i musicisti del Conservatorio ed è un tripudio di archi.

Dopo una breve pausa per una cena veloce o un aperitivo, si torna in auditorium per gli ultimi due set.

La visione del palco svuotato dai numerosi strumenti ci fa capire che i prossimi due concerti saranno molto minimalisti.

È il turno di Marisa Anderson e della sua chitarra, è un viaggio nell’America più country e folk. È un set che con i suoi arpeggi  riporta il pubblico ad un momento di calma emotiva.

Un momento che dura poco perché Keeley Forsyth, con il suo set che più che un concerto è una performance, porta il pubblico in una sorta di oscuro viaggio onirico fatto di voce e movimenti sul palco.

In Stato di Grazia ha vinto questa prima edizione registrando un sold out in tempi record e portando la musica più di nicchia e ricercata in una città musicalmente difficile come Rovigo.

Marta del Grandi
Julia Kent
Marisa Anderson
Keeley Forsyth

a cura e foto di
Anna Bechis

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Marracash – Arena di Verona – 25 settembre 2022
LEGGI ANCHE – “Questo non è un cane”: il nuovo disco di Claver Gold

Condividi su
Anna Bechis

Anna Bechis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *