Balenciaga approda alla Borsa di New York

Balenciaga approda alla Borsa di New York
Condividi su

Una location particolare che sintetizza benissimo lo spirito della metropoli per eccellenza, città simbolo del capitalismo più sfrenato

Una sfilata creata appositamente per fare rumours quella di Balenciaga avvenuta lo scorso 23 maggio a New York. Progetto ideato in occasione dell’uscita della collezione primavera/estate 2022/2023 che si nutre del folle amore dei newyorkesi per il soldi. Una trovata pubblicitaria senza precedenti che ha fatto molto parlare di se.

A dare inizio a questo evento, niente di meno che il suono della campanella con la quale solitamente si apre la giornata in borsa! Show dal sapore tutto anni ottanta che, ha visto le modelle entrare a ritmo di marcia militare in passerella circondati da schermi. Tv sulle quali sono state trasmesse le quotazioni di colossi come Disney, Twitter e Pfizer. Forse non è un caso che tra le calzature presentate ci fossero proprio un paio di scarpe taglio maschile, rigorosamente nere e arrotondate che paiono quasi la copia di quelle indossate dal personaggio Disney per eccellenza: Mickey Mouse.

Balenciaga
Balenciaga Feed Instagram

L’atmosfera unica ci trasmetteva la volontà del brand a metà tra la lode dell’economica statunitense e la critica! Il tutto è reso ancora più ambiguo dall’utilizzo di maschere in latex ispirate al famoso film Donnie Darko. Queste sottolineano il limite a volta labile tra lecito e criminale, simboleggiato dall’invito arrivato agli ospiti in forma di mazzetta di denaro finta.

Numerosissimi le celebrità ospiti Pharrell Williams, Anna Wintour, Ye, Frank Ocean, tra cui non sono mancate delle autorità come il sindaco di New York, Eric Adams. Si sono tutti seduti sugli sgabelli usati per fare trading, guardando molti televisori che trasmettevano feed di notizie globali e un ticker dei prezzi delle azioni. In sottofondo niente meno che “New York, New York” di Frank Sinatra, ma volutamente storpiata da una stridente voce femminile. Anni ’80 che ritornano aldilà della scena, nei capi con i loro tagli e modelli, scegliendo di presentare un tipi di vestiario immancabile nel guardaroba di chi frequenta abitualmente Wall Street: soprabiti e trench in abbondanza, giacche doppiopetto, fiocchi da micetta, gonne a trapezio, tubini lunghi che abbracciano il corpo. Incluso ovviamente, anche il look per l’after party dopo un successo finanziario, dove non sono mancati lunghi abiti a sirena ricchi di glitters e paillettes.

Balenciaga
Balenciaga Feed Instagram

Lo spettacolo è stato diviso in due parti, una prima dedicata ad outfits adatti alla dimensione lavorativa e una seconda focalizzata sulla collaborazione con il brand sportivo preferito dall’alta moda Adidas, il quale vanta precedenti partnership con Gucci e Prada. Parte della collezione in cui il brand ha potuto esprimere il suo marchio di fabbrica l’immancabile oversize firmato Balenciaga tra: bomberini, felpe e tute. Unione che ha visto anche la creazione di borse in pelle, squadrate a richiamare la ventiquattrore, decorate con le famose tre strisce bianche simbolo di Adidas.

Adidas
Pierre-Yves LABEY Feed Instagram

Tutti i capi presentati con questo lancio speciale, sono stati catapultati in vendita in diretta con l’evento sul Balenciaga.com. alle ore 12.30 locali e saranno in offerta per la prima settimana. Prezzi da capogiro sono apparsi su questi abiti! Sui cartellini possiamo leggere prezzi partiti dai 210 dollari per un paio di calzini finendo con un piumino per la modesta cifra di 5.500 dollari. Le t-shirt per una media di 795 dollari e le sneaker sui 995 $. Del resto lo spirito dello show era celebrare satiricamente il consumismo e il capitalismo sfrenato che ha tanto fruttato alla grandi firme.

Diet_Prada
Diet_Prada Feed Instagram

Quindi i vestiti non dovrebbero essere così costosi, ma lo sono perché possono esserlo! Sembra essere questo lo slogan della sfilata. Una comunicazione dal tono umoristico e cinico, riflesso perfettamente dal modello di sneaker alte del brand, dall’aspetto a dir poco consumato! Come rosicchiate dai topi che invadono le strade newyorkesi, messo in commercio a quasi duemila dollari. L’avidità, lo sfarzo, l’eccesso degli anni ’80 erano ben noti, Balenciaga si pone come il loro più fedele erede. Il brand chic ma urban, trasgressivo ma pop, non esaurisce mai la sua forza, portando comunque avanti la stessa cifra stilistica.

a cura di
Francesca Calzà

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Gli outfit più iconici del Festival di Cannes
LLEGGI ANCHE – Euphoria: la moda del lusso approda sulla Gen Z
Condividi su
Francesca Calzà

Francesca Calzà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *