Guida completa per la protezione solare viso

Guida completa per la protezione solare viso
Condividi su

Siamo un po’ come delle lucertole: appena vediamo un raggio di sole, corriamo ad acciuffarlo. Il sole ci dona buonumore, voglia di vivere e tanta vitamina D. Ma c’è anche un’altra parte della medaglia: i suoi raggi sono dannosi per la nostra pelle. Ma esistono prodotti (e trucchetti!) per sfruttare in tutta sicurezza i benefici del sole.

Fattore di rischio

L’esposizione al sole è la prima causa di invecchiamento precoce, e può essere anche causa di tumori alla pelle e agli occhi. I raggi solari sono composti da raggi UVA e UVB. I raggi UVA sono quelli che provocano l’invecchiamento della pelle (A, infatti, sta per AGING), mentre gli UVB sono quelli che provocano la scottatura (la lettera B sta per BURNING).

Negli ultimi mesi sempre più influencers hanno iniziato a parlare di come la protezione solare sia fondamentale per prevenire il fotoinvecchiamento, non solo d’estate, ma anche d’inverno. Ecco quali sono i pilastri dell’esposizione solare.

  • Usare la protezione 50

Sì, hai sentito bene. La 20 e la 30 non bastano. Va applicata su ogni parte del corpo esposta al sole, sia d’estate, che d’inverno. Ma valutate sempre i costi e i benefici: se l’unico momento della giornata in cui vedete il sole è durante i 10 minuti di tragitto verso il lavoro, potete non metterla.

  • Quantità

Quasi sicuramente, ne avete sempre messa troppo poca. La quantità di crema solare per assicurare una buona protezione è di 35 ml per l’intero corpo (pari ad un bicchierino di liquore) e 4 ml per il viso, pari a due/tre striscioline di prodotto sulle dita. Vi sembrerà inizialmente una grossa quantità, ma piano piano la crema si assorbirà.

  • Riapplicazione

La crema solare perde di efficacia nel giro di circa 2 ore. Sono stati anche inventati dei cerotti che cambiano colore quando la crema ha perso la sua efficacia protettiva. Riapplicare la crema sul corpo è facile, ma riapplicarla sul viso truccato? Esistono degli stick protettivi, o ancora meglio degli spray solari, da riapplicare sia sul viso che sul corpo che non spostano e non rovinano la base makeup.

  • Doppia detersione

La doppia detersione andrebbe fatta ogni qualvolta si indossa del makeup, ma quando si mette la protezione solare, è ancora più fondamentale. Non rimuovere adeguatamente la protezione solare potrebbe portarvi brufoli e impurità.

Creme consigliate

Non so voi, ma io ho sempre odiato mettere la protezione solare. La sensazione di unto e la scia bianca che lasciano sulla pelle certe creme era per me insopportabile. Ho iniziato quindi a studiare, e a testare, i vari prodotti che promettevano di non essere pesanti, untuosi e lucidanti. Di seguito troverete la classifica delle migliori protezioni solari.

Isdin Fusion Water Fotoprotection

Questa crema solare si presenta con una consistenza lattiginosa e liquida. Si assorbe molto velocemente e non lascia né aloni bianchi, né untuosità. Non vi sembrerà nemmeno di averla addosso. Ho avuto modo di testarla in diverse situazioni e mi ha sempre soddisfatta. L’ho applicata sopra la crema viso e prima di indossare il fondotinta, il tutto si è steso bene.

La crema ha resistito per tutta la giornata e non mi ha provocato untuosità o qualsiasi altro problema. Anche dopo 6 ore sotto il sole cocente senza riapplicarla (sbagliato, lo so), non ho avuto la benché minima scottatura, quando invece sul decolleté, dove non l’avevo applicata, mi sono scottata. Bonus: ha un profumo molto gradevole. Ciò che infine la rende ancora più perfetta è il fatto che ha un costo molto onesto: dai 15 ai 20 euro, in base ai siti.

La Roche-Posay Anthelios dry touch

Questa è stata la crema solare che mi ha fedelmente accompagnata per due anni. Avendo la pelle mista, cercavo una crema che non mi ungesse ulteriormente il viso. Ed è stato proprio così: mantiene un finish mat per molte ore. Unica pecca: se applicata abbondantemente, lascia la scia bianca sul viso e fatica ad assorbirsi. Esiste in due formati: gel e spray. Se siete indecisi su quale versione comprare, vi consiglio lo spray, perfetto per quando dovete riapplicare la protezione solare.

La Roche-Posay Anthelios dry touch nelle due versioni: spray e gel
Beauty of Joseon Relief Sun

Si sa, i coreani sulla skincare sono avanti anni luce rispetto a noi. In Asia è da sempre usanza comune applicare religiosamente la protezione solare: questo è uno dei motivi per cui sembra che non invecchino mai. Il mercato sudcoreano è straripante di creme solari per il viso. Sono solitamente creme formulate molto bene, che non ungono, non appesantiscono la pelle e non lasciano la scia bianca, ma un bellissimo effetto glowy e luminoso. Il problema è che in Italia è difficile reperirle. Ma se siete così curiose di provarle, vi consiglio quella di Beauty of Joseon, la migliore a livello di risultati e principi attivi.

Shiseido Clear Suncare Stick

Purtroppo in Italia gli stick solari da applicare sopra il makeup non sono così conosciuti. Sicuramente avrete visto questo tipo di prodotto in farmacia e nei supermercati, ma nella maggior parte dei casi si tratta di stick pastosi e che lasciano una patina bianca. L’unico prodotto valido sul mercato italiano, che non sposta il makeup sottostante e che non lascia un finish bianco è lo stick di Shiseido. Renderà la vostra pelle radiosa, luminosa e protetta!

Non è mai troppo presto per prendersi cura della propria pelle e della propria salute. Iniziare fin da subito ad applicare consapevolmente la protezione solare vi eviterà tanti problemi, e soprattutto, arriverete alla terza età con una pelle invidiabile.

a cura di
Gaia Valenti

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE: Come esfoliare il corpo in vista dell’estate
LEGGI ANCHE: Lip plumper: il trucco per avere labbra voluminose
Condividi su
Gaia Valenti

Gaia Valenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *