Blanco, la rivelazione del 2021

Blanco, la rivelazione del 2021
Condividi su

L’artista di nome Blanco ha dominato il 2021 con la sua musica piena di sentimenti e viaggi introspettivi, catapultandoci in un mondo intimo in cui è stato facile immedesimarsi

La musica è una forma di espressione, un modo per le persone di creare emozioni. L’arte è uno sfogo per le emozioni delle persone, ognuno vive la propria esperienza e ogni esperienza va a formare un bagaglio culturale, artistico ed emotivo. Blanco, aveva molto da raccontare e lo ha fatto con “Blu celeste”, il suo album d’esordio.

Oggi grazie ai digital store è possibile ascoltare tutta la musica che vogliamo, in qualsiasi momento. Anche gli artisti godono dei privilegi dovuti a questo meccanismo, a questa velocità grazie alla quale è molto più facile farsi conoscere e ascoltare, uscendo fuori dai piccoli confini. Blanco in soli due anni è riuscito ad emergere e ad affermarsi con la sua musica, a piccoli passi ma importanti.

La musica di Blanco

Riccardo Fabbriconi in arte Blanco ha iniziato a fare musica con superficialità, quasi per gioco e per conquistare la ragazza di cui era innamorato. Subito dopo aver iniziato, ha capito di quanto fosse importante e quanto la musica lo facesse star bene. Ha iniziato ad utilizzarla come valvola di sfogo, mettendosi a nudo, spogliandosi completamente di paure, dubbi e ansie che ruotano intorno alla vita di un adolescente estremamente sensibile.

Un concetto chiave dell’artista é la trasparenza, Blanco ha una personalità spontanea e genuina che riversa anche nella sua musica e nei testi delle sue canzoni, dai quali emergono diversi stati d’animo, veri e sentiti, ed è proprio questa verità ciò che arriva prepotentemente all’ascoltatore. Blanco ha una voce cristallina che gli consente di affrontare molto bene le strumentali cucite su misura dal suo fedele produttore Michelangelo. Sin dall’inizio del suo percorso hanno instaurato un rapporto fraterno, oltre che professionale.

I modi in cui il giovanissimo talento affronta i temi descritti nelle sue canzoni, sono molto coinvolgenti e infatti hanno battuto ogni pronostico, totalizzando quindici dischi di platino ed uno d’oro.

Discografia

Blanco é entrato nel mercato musicale odierno con il suo primo singolo Belladonna dove, grazie ad una melodia che sfocia nell’elettronica ed al carattere dirompente dell’artista, la canzone ha raggiunto piú di 6 milioni di streams su Spotify, che come primo singolo é un risultato a dir poco straordinario.

Successivamente escono Notti in bianco e Ladro di fiori, che raccontano di un amore adolescenziale, viscerale, dov’è difficile non emozionarsi. Le canzoni sono sulle vibes pop-punk di Michelangelo.

Una delle vere punte di diamante dell’artista, però, è uscita l’8 gennaio 2021 con il nome La canzone nostra, pezzo all’interno dell’ultimo album di Mace, che vede il giovane bresciano collaborare con Salmo. In quesa traccia Blanco si affaccia ad un carattere più soft, per poi evolversi, e tornare allo stile a cui siamo abituati. La collaborazione tra i due artisti risulta semplice e naturale, infatti i due si adattano benissimo allo stile dell’altro, e soprattutto alla base elettronica del produttore. Ed è stato proprio con questo brano che, la voce di Blanco, ha iniziato a suonare come familiare a molti.

Il 25 febbraio 2021 esce Paraocchi una canzone che, come le precedenti, riprende il concetto di amore, tema ricorrente nell’arte di Blanco. Il pezzo è una spirale di alti e bassi punk-rock, con l’entrata in scena di una chitarra elettronica (verso la fine) che rende il pezzo tutt’altro che monotono.

Mi fai impazzire come colonna sonora dell’estate 2021

Questa estate esce Mi fai impazzire, che vede la partecipazione straordinaria di Sfera Ebbasta e che, ha aumentato velocemente e notevolmente la popolarità del giovane artista. In questo nuovo singolo, Blanco da spazio alle sue straordinarie abilità canore con un impressionante vibrato nel ritornello, mentre Sfera si cimenta in una strofa ricca di passione che si abbina molto bene al mood della Hit. Anche i due produttori hanno dimostrato un’interessante intesa. La canzone è co-prodotta da Michelangelo e Greg Willen e, ad oggi, vanta vari dischi di platino e più di 92 milioni di ascolti su Spotify.

Copertina Mi fai impazzire

Questo 2021 è stato decisamente l’anno di Blanco, che è comparso anche in altri dischi con importanti collaborazioni, tra cui Madame con il brano “Tutti muoiono” e Marracash, Blanco in infatti è presente nel suo ultimo disco con la canzone “Nemesi“.

Blu celeste

Finalmente il 10 settembre arriva il suo disco d’esordio, quello che tutti stavano aspettando. Nel suo album Blu celeste, composto da 12 tracce, l’artista utilizza la metafora del mare per esprimere diversi concetti tra cui quello di “saper toccare il fondo”. Una volta toccato il fondale, bisogna avere la forza di ammettere la propria sofferenza, avere il coraggio guardarsi dentro con sincerità e poi rialzarsi.

Le tracce che compongono l’album sono state tutte scritte recentemente, tranne Blu Celeste, che, a detta dell’artista è stata scritta quando aveva 16 anni. La raccolta non presenta featuring perché, come ha dichiarato lo stesso Blanco, è stato un progetto troppo personale, aveva molte cose da raccontare e ha preferito farlo da solo.

Nell’intro Mezz’ora di sole si percepisce la sua voglia di tranquillità, il bisogno di esaminarsi, la continua ricerca di libertà. Con questa prima traccia fa subito capire che l’album sarà ricco di tematiche toccanti e sentimenti profondi.

La voglia di essere liberi si ritrova anche in altre canzoni, come in Figli Di Puttana, canzone co-prodotta da Michelangelo e Greg Willen, quest’ultimo ha dato un forte impatto alla traccia che presenta i classici bassi 808 caratteristici del produttore.

La traccia geniale è Pornografia e la tranquillità con la quale Blanco, seppur giovanissimo ha scelto di approcciarsi al tema della sessualità, sdoganando quello che potrebbe essere un tabù per molti ragazzi. La canzone riporta l’ascoltatore alle prime esperienza, quando l’ansia regnava sovrana, ma la voglia di scoprire era più forte di qualsiasi cosa, quei momenti in cui la testa e la pancia erano un groviglio di emozioni al quale non eravamo abituati. La canzone si conclude, stranamente, di colpo… senza alcun preavviso.

Il tema della morte

Un altro pilastro fondamentale tra i temi dell’artista è il significato della morte, che sembra essere presente soprattutto nella canzone che ha dato il nome alla raccolta: Blu Celeste, un brano che riporta indietro nel tempo, al ricordo di una persona persa. L’artista si è espresso a proposito di questa canzone, dicendo che è una canzone che deve far ricordare a chi la ascolta, le persone care.

Tuttavia questo concetto è molto presente anche in Lucciole, dove ci fa intendere di non essere ancora arrivato al suo obiettivo, parlando di rimpianti e ferite ancora aperte.

Spotify

Le canzoni che compongono Blu Celeste, esprimono tutte uno stato di incertezza, una voglia di abbandonare il passato ed andare avanti e lasciano tutte addosso un senso di malinconia.

Durante questo suo percorso artistico, Blanco ha la fortuna di avere accanto persone che non hanno mai tentato di snaturarlo, anzi, ed è per questo che è rimasto fedele alla sua persona senza il bisogno di creare un personaggio. Simone Pelusa lo ha accompagnato nella parte grafica del disco, valorizzando la perenne “nudità” di Blanco, e il fedele compagno Michelangelo, che come il famoso scultore, incide le parole del diciottenne nelle sue composizioni.

Blanco utilizza la sua musica come modo per rimanere nei cuori delle persone, per non essere dimenticato e in questo suo primo anno di carriera, risulta essere, senza dubbio, uno degli artisti-rivelazione del 2021.

Il tour

Nel 2022 inizierà il suo primo tour, ecco le date:

a cura di
Jacopo Somma

Seguici anche su instagram!
LEGGI ANCHE – “Metallico”, il nuovo singolo dei Tales of Sound
LEGGI ANCHE – Shadouone e il suo “Stupido Film”
Condividi su
Jacopo Somma

Jacopo Somma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *