Carmen Consoli – Teatro Regio di Parma – 4 novembre 2021

Carmen Consoli – Teatro Regio di Parma – 4 novembre 2021
Condividi su

Apre la 15esima edizione del Barezzi Festival presso il Teatro Regio di Parma la cantantessa siciliana, Carmen Consoli, presentando il nuovo album “Volevo fare la rockstar”.

Parole che graffiano, parole che scorrono nelle arterie e che finiscono dirette al cuore. È questa l’arma potente della Consoli: cantare emozioni, sfide, ricordi e voglia di essere. Dopo ben 2 ore e trenta minuti di piena musica, Carmen Consoli fa centro meritandosi sul finale una scrosciante standing ovation di ben 5 minuti di applausi! Uno spettacolo di forte emozione e di connessione fra la cantante e il suo pubblico in sala.

Aiutata anche dalla suggestiva location del Teatro Regio di Parma, lo spettacolo della Consoli è stato diviso in 3 atti come una vera opera lirica teatrale. Il prologo iniziale che ha aperto gli atti ha da subito creato un senso di connessione del pubblico con la musicista e le forti emozioni che stavamo per ascoltare.

Il sogno

Nel primo atto “Il sogno” la Consoli è stata accompagnata delle sapienti corde di chitarra elettrica di Massimo Roccaforte. Qui tutti i brani erano dedicati al nuovo album “Volevo fare la rockstar”, pieni di ricordi, di paure e preoccupazioni e di lei bambina, seguiti da desideri pieni di energia e voglia di crescere con i suoi sogni in tasca. Un atto questo primo, ricco di emozioni scaturite anche dalla scelta di video e luci nello sfondo e dirette da Donatella Finocchiaro.

Voler fare la rockstar, difendere Caino ed affrontare l’uomo nero volevo andare in America e fare bolle enormi con le gomme alla fragola

Volevo fare la rockstar
Gli anni mediamente isterici

Nel secondo atto “Gli anni mediamente isterici” ha preso posto sul palco l’incantevole perla italiana Marina Rei alla batteria e voce, che dopo anni di promesse ha accompagnato in tour la sua amica Carmen. In questo atto i brani erano decisamente dal tono rock, vedendo l’esecuzione di pezzi must della Consoli quali “Per niente stanca”, “Confusa e felice”, “Venere”.

L’amicizia

Nel terzo e ultimo atto “L’amicizia”, Carmen dedica un omaggio all’amico Franco Battiato con “Stranizza d’amuri…” a cui è stata dedicata l’intera edizione del Barezzi. A sei mesi dalla sua scomparsa, il festival lo ha onorato essendo stato proprio l’ospite speciale della prima edizione del Festival. Una foto di Battiato chiude questo atto ricco di emozioni, che è stato palcoscenico dei suoi brani più famosi di tutta la sua carriera: “L’ultimo bacio”, “In bianco e nero” e “Amore di plastica” e “Parole di Burro”.

Questo concerto carico di energia, ricordi e di canzoni, non poteva che concludersi con la una standing ovation, facendo ritornare la cantante con l’ultimo brano “Volevo fare la rockstar” in acustico.

Le voci, i silenzi, le luci, il buio in sala, i vostri cori e Marina: la sua batteria scandiva il battito dei nostri cuori che respiravano all’unisono

Carmen Consoli

Volevo fare la batterista. La musica non conosce confini, infrange le regole, riesce a scardinare con potenza ogni schema predefinito che spesso condiziona la mente e limita ogni forma di libertà artistica. Così, liberamente, abbracciando la nostra meravigliosa amicizia, affiancherò Carmen Consoli alla batteria durante tutto il suo tour con orgoglio e smisurata passione

Marina Rei

A cura di
Francesca Bandieri

Foto di
Moris Dallini

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE –Manu Chao –Nel feudo dei BardoMagno
LEGGI ANCHE – “Uniti”, il nuovo inno pop-rock dei LOREN
Condividi su
Francesca Bandieri

Francesca Bandieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *