David Attenborough e l’amore per il nostro pianeta Terra

David Attenborough e l’amore per il nostro pianeta Terra
Condividi su

David Attenborough attraverso il suo documentario “Una vita sul nostro pianeta” ci racconta la storia del suo amore per la natura e il nostro pianeta

David Attenborough è approdato recentemente sulla piattaforma Netflix con il documentario “Una vita sul nostro pianeta”. Più che documentario lo definirei una vera a propria presa di coscienza di quello che, purtroppo, sta succedendo alla nostra amata Terra.

Ma chi è David Attenborough?

David Frederick Attenborough nasce a Isleworth l’8 maggio del 1926, la sua passione per la natura e la scienza è diventata il suo lavoro.

Per più di cinquant’anni ha realizzato documentari di storia naturale che sono stati trasmessi in tutto il mondo, dando un grande contributo alle indagini sulla vita della Terra.

E alla veneranda età di 94 anni ha deciso, anziché godersi la vecchiaia, di portare sullo schermo un altro documentario con la speranza di riuscire a far aprire gli occhi a quelle persone che ancora non riescono a vedere.

Una vita sul nostro pianeta

“La storia di come abbiamo commesso l’errore più grande e di come, se agiamo ora, possiamo porvi rimedio”

Una vita sul nostro pianeta è la testimonianza di Attenborough e di come la Terra, a causa dell’uomo, stia piano piano arrivando ad un punto di non ritorno.

Il documentario ripercorre, più o meno, gli ultimi 100 anni di vita sulla Terra e attraverso una serie di fotografie e video mostra come il tutto sia cambiato.

Potrebbe sembrare una realtà lontana da quella che viviamo noi, ma quando si parla di deforestazione della Foresta Amazzonica, scioglimento dei ghiacciai perenni, specie estinte, beh, questo dovrebbe farci riflettere.

Tutto ciò che mette in luce è quanto l’uomo sia il fattore causale di questo disastro gravissimo, ma ancora reversibile.

Esistono quindi delle soluzioni?

L’uomo, attraverso la sua continua espansione e cambiamento, non ha fatto altro che compromettere il naturale equilibrio che ci ha permesso di vivere sulla Terra.

Errori fatali quali ad esempio: la caccia alle balene, la pesca intensiva e l’utilizzo di combustibili fossili, hanno interrotto un processo vitale, non solo per la sopravvivenza del pianeta stesso, ma e soprattutto per la nostra, per la sopravvivenza dell’essere umano.

“Allora, cosa facciamo? La soluzione è ovvia, ce l’abbiamo avuta davanti per tutto il tempo, per ripristinare la stabilità del nostro pianeta dobbiamo ristabilire la sua biodiversità, proprio ciò che abbiamo eliminato.”

Ed è proprio attraverso queste parole che David Attenborough, non solo ci mette di fronte al problema concreto, ma ci dà anche le soluzioni.

Le soluzioni non sono sacrifici, non sono cambiamenti impossibili, ma sono accortezze e modi di vivere che tutti dovremmo adottare, e in alcuni paesi del mondo sono già realtà, come ad esempio in l’Olanda e in Islanda.

Perché guardare “Una vita sul nostro pianeta?

La visione di questo documentario, la consapevolezza a cui porta e l’acquisizione della verità, una verità che non riusciamo ancora a guardare, a cui ci avviciniamo soltanto, spiandola solo attraverso una serratura, è come una doccia d’acqua gelata.

Guardarlo permette a chiunque, dal bambino all’anziano, di capire, di riflettere e seppur nel piccolo, agire.

“Per quanto gravi siano i nostri errori, la natura supera tutto”

La meraviglia di questo pianeta va preservata, tutelata, rispettata e curata sempre, per noi e per la nostra qualità di vita, perché la natura, in un modo o nell’altro si riprenderà ciò che le abbiamo tolto nel corso dei secoli, con o senza di noi. 

a cura di
Francesca Graziano

Seguici anche su instagram!
LEGGI ANCHEPop Porno: il “geniale” podcast di Filippo Ferrari
LEGGI ANCHELa grande casa di Vea: fuori col singolo ”Le quattro mura di turno”

Condividi su
Francesca Graziano

Francesca Graziano

Francesca Graziano nasce il 28 aprile del 1992 in un una città nel cuore della Puglia. Trapiantata in Abruzzo intraprende gli studi per diventare una “strizza cervelli”, per gli amici Psicologa Cognitiva, ah si è innamorata delle Neuroscienze, il suo sogno nel cassetto è un dottorato, per quello ci sta ancora lavorando. Dal liceo nutre una passione smodata per il cinema e la letteratura, la sua unica fede è il binge watching. I personaggi dei libri e i protagonisti dei film diventano i suoi migliori amici, la sua deformazione professionale la porta ad analizzarli in maniera compulsiva. Si cela in lei un estremo lato nerd, i film della Marvel e gli Anime le fanno perdere la testa. Si definisce Romantica, per scelta.

Un pensiero su “David Attenborough e l’amore per il nostro pianeta Terra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *