TSCKNEWS #5 – La rassegna stampa

TSCKNEWS #5 – La rassegna stampa
Condividi su

L’estate si sta avvicinando, ma Tscknews non va in vacanza. Siamo ritornati con le notizie più accattivanti della settimana.

Tscknews è decollato in ritardo questa settimana alla ricerca di notizie. Dopo aver incrociato un arcobaleno che va dalla Scozia all’Italia, ci siamo addentrati in una nuvola minacciosa, carica di disuguaglianze, odio razziale, discriminazione delle minoranze e stragi di innocenti. A riaccendere le speranze di un atterraggio sereno, ci penseranno due giovani indigeni sudamericani.

Leggiamo ma non capiamo

Preoccupanti i dati presentati da Save The Children, che mostrano una triste realtà che affligge le generazioni più giovani del nostro paese. Il 51% degli studenti italiani tra i 15 e i 29 anni non sa comprendere un testo scritto. Dati che peggiorano per coloro che provengono da famiglie povere, con un passato migratorio o che vivono nel Meridione.

La pandemia ha dato il colpo di grazia, complice la didattica a distanza che ha accentuato le differenze sociali tra i giovani, complicando il loro percorso di crescita. Necessari nuovi investimenti nell’istruzione per contrastare questo fenomeno.

La Serie A avrà la sua arbitra

Fa notizia l’esordio dell’arbitra Maria Sole Ferreri Caputi sui campi del massimo campionato di calcio maschile italiano. In Europa non è una novità, nei Mondiali in Qatar saranno addirittura tre le arbitre a fischiare il calcio d’inizio. Per l’Italia finalmente si apre una nuova stagione calcistica, con l’augurio che l’arbitra Ferreri Caputi illumini la strada per arrivare ad una concreta parità di genere sportiva.

Fuori il razzismo dagli stadi

Immagini deplorevoli dall’Olimpico di Roma, dove uno degli steward è stato sommerso di insulti dagli ultras della Lazio durante l’ultima giornata di Serie A. La motivazione di un tale assalto verbale è il colore della pelle del ragazzo. Dura la denuncia da parte del Ministro degli Esteri Di Maio, che definisce questi criminali “dei vigliacchi e non dei tifosi”. Ennesima macchia per uno sport dove odio e violenze sono, tristemente, sempre all’ordine del giorno.

USA: strage in una scuola elementare

Questi massacri solo qui, è ora di agire

Joe Biden, Presidente degli Stati Uniti

Le parole di Joe Biden arrivano poche ore dopo un sanguinoso massacro consumatosi in una scuola elementare di Uvalde, Texas, il 25 maggio. Il carnefice è uno studente 18enne che ha fatto irruzione nella scuola elementare, barricandosi in una classe dove, armato di fucile, ha aperto il fuoco. Il bilancio è straziante: 21 morti, 19 dei quali bambini. Ignare le motivazioni che hanno spinto il giovane a commettere un tale gesto, le uniche prove di una premeditazione arrivano da qualche post Facebook postati poco prima della strage. Il cordoglio del Presidente Biden si accompagna alla rabbia e alla forte volontà di affrontare vis-à-vis la potente lobby delle armi.

In Scozia la Chiesa diventa arcobaleno

L’Assemblea Generale della Chiesa di Scozia dà il via ad un cambiamento radicale per l’istituzione. Dopo anni di battaglie e dibattiti si è scardinato questo dogma, giungendo ad una soluzione che potesse tutelare la diversità che caratterizza anche la comunità ecclesiastica. Per la prima volta sacerdoti e diaconi potranno sposare coppie dello stesso sesso in chiesa. Per i celebranti non si tratta di un obbligo, in quanto bisognerà fare richiesta per celebrare le nozze LGBTQ+.

Goldman environmental prize 2022 agli indigeni

Il Goldman environmental prize 2022, detto anche “Premio Nobel per l’ambiente”, vede tra i vincitori due giovani indigeni ecuadoriani, Alex Lucitante e Alexandra Narvaez. Il loro merito è quello di aver salvato la propria terra ancestrale, facendo annullare ben 52 concessioni per l’estrazione dell’oro da parte di lobby e multinazionali. I permessi erano stati concessi senza il consenso della comunità indigena che vive nel territorio interessato. La lotta portata avanti dai due giovani ha permesso la preservazione di 32mila ettari di foresta tropicale vergine dalla malvagia mano del denaro.

Alex Lucitante e Alexandra Narvaez
Cina: hackerati i documenti sui campi dell’Uiguristan

L’inchiesta di 14 testate internazionali ha analizzato una serie di informazioni sottratte a due prefetture dello Xinjiang (Uiguristan), svelando per la prima volta immagini dei centri di prigionia segreti all’interno dei quali si consumano violenze, pestaggi e torture, da sempre occultate da parte del governo cinese, nei confronti dei detenuti uiguri, minoranza mussulmana della Cina. La rivelazione di questi documenti aumenta la pressione sull’Alto Commissario dell’Onu per i diritti umani, Michelle Bachelet, chiamata ad una denuncia pesante contro un’evidente violazione dei diritti umani da parte di Xi Jinping.

Per sollevare lo spirito…”Houston abbiamo un problema”

Incredibile, all’aeroporto di Lampedusa un aereo rimane fermo 30 minuti in pista in attesa del via libera per il decollo. Nella torre di controllo però non c’era nessuno presente. Sbigottito il comandante del volo che in 42 anni di lavoro non aveva mai vissuto una situazione simile.

a cura di
Luca Chieti

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – TSCKNEWS #4 – La rassegna stampa
LEGGI ANCHE – Approfondire prima di allargare l’Unione Europea

Condividi su
Luca Chieti

Luca Chieti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *