Italia 90 – Covo Club, Bologna – 7 maggio 2022

Italia 90 – Covo Club, Bologna – 7 maggio 2022
Condividi su

No, non avete letto male! Non siamo andati a vedere un documentario sui Mondiali di casa nostra. Ma il live degli Italia 90 (leggasi Italia Ninety) al leggendario Covo Club di Bologna, nella serata del 7 maggio 2022.

Lasciate da parte le “Notti Magiche”. Pensate piuttosto a notti post-punk, fatte di sudore, urla, pogo, stage diving e distorsioni. È quasi un salto nei tempi in cui le band nate in un garage guardavano negli occhi i propri fan, urlando la rabbia a tu per tu.

Benché circolino poche informazioni in rete su di loro la band inglese ha già un notevole seguito, in particolare in Italia.

In questa settimana di maggio i quattro “scapigliati” hanno fatto tappa a Roma, Macerata, Bologna e Milano. Dopo la partenza del loro tour in UK, in estate si ritroveranno anche in Francia, Olanda, Germania, Repubblica Ceca e Lussemburgo.

Una band che ha già dunque una dimensione europea, ma sopratutto un proprio stile, sia nell’abbigliamento che nelle melodie. Uno stile aggressivo, semplice, incalzante.

Neanche il merchandising lascia nulla al caso: per promuovere gli EP, oltre ai consolidati canali digitali, si è fatto uso delle vecchie care musicassette, distribuite in edizione limitata e ovviamente andate a ruba. Poi non dite che non siamo nostalgici…

Les Miserable (Italia Ninety – Covo Club, Bologna – 7 maggio 2022)
Gli Italia Ninety vengono da Brighton, a sud di Londra. E come ogni band che si rispetti quattro componenti sono più che sufficienti.

Joe Dangerous alla batteria, Robert Heath (aka Bobby Portrait) al basso, Georgie McVicar alla chitarra e Les Miserable alla voce. Ognuno di loro contribuisce a rendere il sound degli Italia 90 inconfondibile e unico, integrando alla perfezione le peculiarità di ognuno.

L’ascolto preparatorio delle loro canzoni (acquistate da chi vi scrive su iTunes dove sono disponibili i download degli EP) trova un meraviglioso riscontro nella dimensione live.

George Mc Vicar (Italia Ninety – Covo Club, Bologna – 7 maggio 2022)

Brani rapidi, brevi e intensi come nella buona tradizione punk: Untitled, Farce, Keeping My Hands Clean (attuale?!), Autograph e Road to Hell.

Ritornelli e riff piacevolmente ridondanti che si agganciano alla testa, al punto tale da diventare inebrianti: Loud Wars, Against The Wall, New Factory, Declare e la riflessiva Tourist Estate, dove il sottofondo elettrico fa da contraltare ad un giro di basso ipnotico.

Gli amanti del mainstream storcono il naso? Ecco Mask Is Slipping e Borderline. Due brani che starebbero benissimo in qualsiasi stazione radio, mettendo d’accordo ascoltatori e speaker dalle mani legate.

Mobile Reassurance Unit, Stroke City (con rapidi cambi di ritmo) e An Episode sono segnati dall’impronta punk che caratterizza il sound degli Italia Ninety.

Italia Ninety – Covo Club, Bologna – 7 maggio 2022
E come ogni gruppo che si rispetti non possono mancare il brano strumentale (A Woman) e quello da sei/sette minuti (Competition).

A Woman consente a Les Miserable di riposare la graffiante voce, caratterizzata da un timbro vocale che si sposa alla perfezione con il genere degli Italia 90. E che un pochino ci ricorda il divino Ian Curtis (senza fare paragoni semplicistici per non scomodare entrambe le parti).

Senza usare troppi giri di parole, Competition per gli Italia 90 è ciò che Citizen Erased è per i Muse, ciò che Paranoid Android è per i Radiohead, ciò che Bohemian Rhapsody è per i Queen. Viola la sacralità dell’udito, per infilarsi in testa, senza uscirne più. E ripeterai in continuazione il ritornello.

Quanto al live dello scorso sabato sera (introdotto dai bravissimi Qwloski) il Covo Club, con la sua fantastica sala-corridoio, si presta a meraviglia per ospitare una band che, a modesto parere di chi scrive, può avere un grande futuro davanti.

Una scaletta della durata di un’ora abbondante circa, con alcuni brani che probabilmente sentiremo nel primo album in fase di lavorazione. Il pubblico numeroso riempie la sala e si muove a ritmo scandito dalle potenti rullate di Joe Dangerous.

Joe Dangerous (Italia Ninety – Covo Club, Bologna – 7 maggio 2022)

Les Miserable si dimostra un ottimo frontman capace di interpretare magistralmente i brani, sapendo trascinare il pubblico e interpretando il ritornello Competition direttamente nel parterre insieme al pubblico. Da segnalare un interessante duetto con Cecilia Corapi, voce e tastiere dei Qwloski.

Georgie Mc Vicar è abile nei riff più sentiti in New Factory e Borderline, mentre Bobby Portrait si mostra come il più discreto componente della band, ma in grado di esaltare i potenti giri di basso che caratterizzano lo stile degli Italia Ninety.

Bobby Portrait (Italia Ninety – Covo Club, Bologna – 7 maggio 2022)

Probabilmente lo stop forzato, dovuto alla pandemia, ha rallentato un poco i tempi della band. Siamo sicuri che il gruppo recupererà nel brevissimo il tempo perduto, per poter scriver una nuova bellissima pagina della musica rock internazionale.

SETLIST:

Cut

Leisure Activities

New Factory

Magdalene

Borderline

Stroke City

Tales from Beyond

An Episode

Funny Bones

Competition

Bis

Phelps

a cura e foto di
Emmanuele Olivi

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Coachella 2022: dove i trend estivi prendono forma
LEGGI ANCHE – Extraliscio, fuori domani il nuovo album: “Romantic robot”
Condividi su
Emmanuele Olivi

Emmanuele Olivi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *