Pierpaolo Spollon è tra le stelle delle Fiction italiane

Pierpaolo Spollon è tra le stelle delle Fiction italiane
Condividi su

Conosciamo meglio Pierpaolo Spollon: l’affascinante attore padovano tra i volti più noti delle serie tv italiane

Pierpaolo Spollon nasce a Padova il 10 febbraio 1989 ed è un attore molto noto al pubblico italiano. Nella vita privata è molto riservato e sappiamo solo quello che, nel tempo, ha concesso alla stampa.

Pierpaolo proviene da un’educazione molto rigida: figlio unico con padre commissario e madre nell’esercito. Da adolescente vorrebbe iscriversi al liceo artistico ma sua madre lo indirizza verso gli studi scientifici. Purtroppo, il rendimento scolastico di Spollon ha alti e bassi, infatti, verrà bocciato più volte prima di capire qual è la sua vera vocazione. Nel 2008, mentre frequenta ancora il liceo, si avvicina al mondo del cinema e prende parte ad un provino per il film “La giusta distanza” di Mazzacurati, al quale sono ammessi ai provini solo i ragazzi del secondo e del terzo anno scolastico ma, essendo Pierpaolo ancora al terzo superiore a causa della sua bocciatura, riesce a parteciparvi. Il provino non va a buon fine ma il regista Alex Infascelli lo nota e lo introduce nel mondo dello spettacolo scegliendolo per vestire i panni del giovane Matteo Baldassi nella miniserie “Nel nome del male”. Arrivano quindi i primi ruoli: recita nel 2011 in “Terraferma” di Emanuele Crialese e nel 2012 partecipa nel ruolo di Pierluigi Balancìzoni nella serie televisiva “Una grande famiglia”. Decide poi di trasferirsi a Roma, dove studia con Beatrice Bracco e Gisella Burinato. Ottiene delle parti anche in “Il giovane Montalbano” e in “Un passo dal cielo”, poi, nel 2014, decide di iscriversi per le selezioni dell’acclamato Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Nel 2015 ritorna sullo schermo come protagonista del film “La dolce arte di esistere” diretto da Pietro Reggiani.

Pierpaolo Spollon (Fonte: Instagram)
La conquista dello spettatore

Pierpaolo Spollon diverrà noto al grande pubblico soprattutto per aver interpretato Marco Allevi nella serie televisiva tratta dai libri di Alessia Gazzola, “L’Allieva” e Riccardo Bonvegna in “Doc – Nelle tue mani”

Il ruolo di Marco in “L’Allieva”

L’Allieva” è una serie televisiva italiana creata da Peter Exacoustos insieme alla scrittrice Alessia Gazzola, prodotta da 2016 al 2020 e trasmessa su Rai 1. La serie è ispirata proprio ai libri della Gazzola e raccontano delle avventure del medico legale Alice Allevi (quest’ultima interpretata da Alessandra Mastronardi) e del suo frastagliato amore per il carismatico, nonché arrogante, dottor Claudio Conforti (recitato da Lino Guanciale). Spollon prende parte a questa fiction grazie al ruolo di Marco Allevi, fratello della protagonista. Pierpaolo viene quindi riconosciuto dal pubblico per il suo ruolo da bravo ragazzo che continuerà a portare anche nelle varie serie a seguire.

Il ruolo di Riccardo Bonvegna in “Doc-Nelle tue mani”

Dalla regia di Jan Maria Michelini e Ciro Visco, “Doc-Nelle tue mani”, in onda dal 2020 su Rai 1, racconta delle vicende biografiche di Pierdante Piccioni: un primario rimasto in coma per diversi anni a seguito di un incedente stradale. Il protagonista, che nella fiction sarà invece chiamato Andrea Fanti, è interpretato dal famoso Luca Argentero. Spollon in questa serie farà la parte di Riccardo Bonvegna: specializzando del primo anno di medicina interna. Con questa serie l’attore raggiunge la piena notorietà.

Gli ultimi ruoli

Pierpaolo Spollon partecipa attivamente nel 2021 al cast della sesta stagione di “Che Dio Ci Aiuti”, altra famosa fiction della Rai. In questa caso, Pierpaolo interpreta Emiliano Stiffi, psichiatra che, con il passare delle puntate farà battere il cuore a Monica, recitata dalla bravissima Diana Del Bufalo.

A fine anno 2021 abbiamo visto l’attore in un’altra serie di assoluto successo: “Blanca”. Questa volta gli spetta il ruolo di Nanni, giovane chef che dedica molte attenzioni alla protagonista, interpretata magnificamente da Maria Chiara Giannetta. In questa serie non troviamo Spollon nel suo tipico ruolo da angelo sincero e puro, infatti, la voglia è proprio quella di sporcare un po’ l’immagine di quel tipico ragazzo della porta accanto con la quale aveva abituato lo spettatore.

questo ruolo mi permetteva di esplorare altre corde, e allora ho preferito dire di no a certe proposte che mi sono arrivate nello stesso momento, a personaggi anche più grossi, pur di interpretarlo.

Sicuramente la sua interpretazione ha dato i suoi frutti, riuscendo a tenere il pubblico con il fiato sospeso. Purtroppo c’è chi supera quel limite sottile tra finzione e realtà e Spollon spiega su Instagram alcuni retroscena inquietanti. Pierpaolo ha ricevuto infatti minacce di morte, qualora avesse fatto del male a Blanca o al il cane-guida Linneo. L’attore si è trovato in difficoltà ma allo stesso è stato confortato dal fatto che il suo cambio di personaggio sia riuscito perfettamente, modificando la percezione che il pubblico ha su di lui.

Quelle minacce mi gratificavano perché certificavano il cambio di prospettiva che volevo voi aveste guardandomi.

La chiave del suo successo:

Pierpaolo Spollon è sicuramente un attore dotato di grande talento. Porta freschezza in ogni suo personaggio e riesce a far trasparire ogni più piccola emozione. Il pubblico lo ammira per la sua spavalderia e per la sua simpatia. Attendiamo con ansia i suoi prossimi ruoli.

A cura di
Noemi Manzotti

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Raoul Moretti ci racconta “Le intermittenze della vita”
LEGGI ANCHE – Fiorella Mannoia – Dis_play Brixia Forum – 25 marzo 2022
Condividi su
Noemi Manzotti

Noemi Manzotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *