“Jaya” è il nuovo singolo di Dema ft. Missey & Omake

“Jaya” è il nuovo singolo di Dema ft. Missey & Omake
Condividi su

Jaya” è il nuovo singolo di Dema ft. Missey & Omake disponibile da venerdì 9 ottobre su tutte le principali piattaforme streaming.

Come è nato il brano

Gli artisti si conoscono in occasione di un’esibizione live di Missey. Il featuring inizia a prendere forma nel mese di aprile quando Dema invia una bozza a Missey e contemporaneamente rilascia 5 singoli in collaborazione di un team variegato di autori e musicisti. Missey inizia a scrivere e si confronta con il suo produttore e direttore artistico Omake. La collaborazione si concretizza subito dopo la fine del lockdown con la decisione di Omake di lavorare alla co-produzione del brano. È stata sua la finalizzazione della produzione, portandola vicino al mondo sonoro di Missey, rispettando il sound creato in precedenza da Dema.

“Jaya” riprende il nome di Irian Jaya, Indonesia: una delle maggiori miniere d’oro al mondo, di difficilissimo accesso per l’uomo. La produzione nasce e prende forma con il solo intento di esprimere a pieno la creatività, senza porsi freni di alcun tipo. Vicino al panorama R&BDema decide di intraprendere questa strada, affidandosi il più delle volte a synth analogici nella creazione di suoni caldi e corposi. Omake, già produttore di Missey, lavora alla co-produzione del brano, focalizzandosi sul portare le melodie scritte da Dema dentro al panorama sonoro di Missey. Il risultato è il pieno coinvolgimento di tutti e tre gli artisti in “Jaya”, un brano in grado di riflettere e integrare le peculiarità artistiche di ognuno.

 Il testo scritto da Missey si concentra su una relazione complicata, in cui l’aspettativa di gesti d’amore spontanei non viene soddisfatta. La riflessione su queste esperienze provoca un allontanamento e una chiusura causata dall’assenza di elementi, quali rispetto e sentimenti veri (intesi nel testo come gioielli). Ne risulta una traccia con struttura sonora vicina al mondo urban e influenze lo-fi che si intrecciano con le sfumature R&B della voce penetrante di Missey.

Sul brano

DEMA – “È stato molto strano entrare subito in sintonia con OMAKE e Missey, non mi capita spesso. In studio si è subito creata un’aria positiva sebbene il brano sia molto introspettivo e delicato. Missey ha saputo interpretare alla perfezione le sensazioni che io e OMAKE abbiamo cercato di rappresentare nella produzione.”

MISSEY – “Lavorare a questo pezzo è stato molto divertente, cercare di esprimere concetti non sempre sereni nella melodia, può essere complicato ma credo sia un buon modo per esorcizzare certi momenti, o quanto meno per me. Tuttavia dalla leggerezza generale dei toni però, ci tenevo emergesse chiara la richiesta: “oro e gioielli e veri”, perchè anche se il presente prima o poi diventa un passato che quasi dimentichi, da certe esperienze si impara sempre a come non fare passi indietro e non accontentarsi più.”

OMAKE – Questo brano a mio avviso riesce ad avere un’attitudine pop significativa senza però trascurare la freschezza nella scelta delle sonorità e una resa finale tanto catchy quanto qualitativamente solida. Tutto è funzionato per il meglio e il clima che si respirava in studio è da subito diventato un clima fra tre amici che al primo posto mettono la musica. Ed è per questo che non vedo l’ora di lavorare di nuovo con Fabio (DEMA) a nuovi progetti, convinto della qualità di quello che potremo inventarci insieme.”

Comunicato stampa

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Euphoria: il racconto trasgressivo sulla Generazione Z
LEGGI ANCHE –
Mignonnes: il film “scandalo” di Netflix parla delle nuove generazioni

Condividi su
Staff

Staff

La redazione di The Soundcheck: un branco di giornalisti, redattori, fotografi, videomaker e tanti altri collaboratori agguerriti provenienti da tutto lo Stivale pronti a regalarvi una vasta gamma di contenuti. Dalla semplice informazione artistico-culturale, fino ad approfondimenti unici e originali nel campo della musica, dell'arte, della letteratura e della cultura a 360 gradi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *