Veronica e “Acustico” il nuovo singolo

Veronica e “Acustico” il nuovo singolo
Condividi su

Un talento fresco e sempre in attività: Veronica pubblica un nuovo singolo e video, “Acustico”, dedicato a una tematica molto importante come l’autismo.

abbiamo intervistato Veronica ci siamo fatti raccontare la nascita della canzone e anche l’intenzione che sta alla base della fresca melodia pop.

Ciao Veronica! Partiamo dal tuo nuovo singolo, “Acustico”. Parli di una tematica molto importante. Ci racconti come nasce la canzone?

Il mio ultimo brano è dedicato a Desio, un bambino autistico. Il testo è nato dopo aver parlato al telefono con Monica, la mamma di Desio, che non solo mi ha raccontato della particolare forma di autismo di suo figlio, ma anche della sua difficoltà nel rapportarsi al mondo quotidianamente. La storia di Desio mi ha colpita talmente tanto che ho deciso di trasformarla in musica. Lo scopo di “Acustico” è quello di tramutarsi in esperienza sensoriale che possa restituire il punto di vista di Desio e della sua percezione del mondo tramite lo spettro autistico.

È stato difficile dare un’aria così pop e fresca a una canzone dedicata all’autismo?

In realtà non è stato troppo difficile, soprattutto perché l’obiettivo principale della mia produzione musicale è quello di lasciare un messaggio di speranza. Il pop è il genere che prediligo perché mi permette di arrivare a più persone attraverso un sound leggero, che ti rimane in testa come un mantra da seguire quotidianamente.  Quando ho scritto “Acustico” con Marco Canigiula avevamo in mente di raccontare una storia attraverso gli occhi di un bambino ed è proprio la leggerezza che contraddistingue il punto di vista di Desio.Non è la prima volta che dedichi la tua attenzione a temi sociali importanti.

Come riesci a coniugare temi così seri con la leggerezza delle “canzonette”?

In adolescenza la musica mi ha aiutata a superare tanti traumi ed è proprio per questo che attraverso i miei brani ho deciso di dare voce a chi non ha voce. La tristezza, l’insicurezza e la solitudine hanno caratterizzato tante decisioni che ho preso in adolescenza e di cui poi mi sono pentita crescendo. 

Questi brutti “vizi” mi hanno anche isolata per molto tempo da quelli che erano i miei obiettivi e le mie passioni. Quindi, caratterizzare in modo “drammatico” le mie produzioni risulterebbe deleterio soprattutto per me stessa, perché ci ho messo tempo a trasformare quelle brutte abitudini in speranza e determinazione. La leggerezza di una “canzonetta” mi dà quella motivazione in più per alzarmi la mattina e spero che ne dia tanta anche a chi mi ascolterà.

Stai lavorando a un album? Ci puoi anticipare qualcosa?

Spero di riuscire a pubblicare entro fine anno un EP. Ho scritto diversi brani in lockdown che non riguardano tematiche sociali e che abbiamo intenzione di inserire all’interno del mio primo disco.

Lasciaci una playlist dei tuoi ascolti degli ultimi tempi

Vi lascio con questa playlist che ho creato nel 2015 e che tutt’ora riempio di brani che mi fanno stare bene. Ci troverete di tutto…da “Bar Franca” di Ziliani a “In a sentimental mood” di Duke Ellington! Non a caso di chiama “Stream of consciousness”!

a cura di
Sara Alice Ceccarelli

Seguici anche su Instagram!

LEGGI ANCHE: Samuel e Brigatabianca: la nostra intervista
LEGGI ANCHE: Michele Bravi: “La geografia del buio” per orientarsi nel dolore

Condividi su

Sara Alice Ceccarelli

Giornalista iscritta all’ODG Emilia Romagna si laurea in Lettere e Comunicazione e successivamente in Giornalismo e Cultura editoriale presso l’Università di Parma. Nel 2017 consegue poi un Master in Organizzazione e Promozione Eventi Culturali presso l’Università di Bologna. Sebbene sia la “senior” del gruppo talvolta è realmente la più VEZ. Nel 2017 e 2018 si occupa dell’Ufficio Stampa degli eventi di LP Rock Events come Bay Fest, Rimini Park Rock e Sullasabbia e durante lo stesso periodo segue l’ufficio stampa del Vidia Club di Cesena. Ama il viola ma solo per le calzature e sulle pareti di casa, vive in simbiosi con il coinquilino Aurelio (un micetto nero) e per amore del fidanzato ora ama anche le moto. La sua religione è Star Wars. Che la forza sia con voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *