“Batticuore”: il nuovo singolo di Ardo

“Batticuore”: il nuovo singolo di Ardo
Condividi su

Il giovane cantante abruzzese, classe 1999, ha pubblicato il suo nuovo brano disponibile dall’8 luglio su tutte le piattaforme musicali

Edoardo Petta, in arte Ardo, torna a far parlare di sé dopo il suo singolo d’esordio “Vita” con un nuovo pezzo che racchiude emozioni e sfumature di un amore unico, ormai concluso, che lascia dietro di sé la sensazione di sconfitta, ma anche il desiderio di rivalsa personale.

Batticuore“, così si intitola il brano, è un pezzo malinconico dal sound pop e dalle note agrodolci. Il testo, è impregnato di ricordi ed immagini nitide di un amore burrascoso fatto di gioie e sorrisi, ma anche di dolori e incomprensioni… uno di quegli amori che ti fa sentire le farfalle nello stomaco, ma anche il nodo alla gola.

Noi di The Soundcheck abbiamo voluto rivolgere ad Ardo qualche domanda e scoprire qualcosa in più:

Ciao Ardo, puoi farci una breve intro rispetto al tuo percorso musicale?

Ciao! Qualche anno fa, spinto dalla voglia di esternare e comunicare le emozioni contrastanti che sentivo, è iniziato il mio percorso artistico. Nel tempo ho scoperto che l’unico modo per farlo è attraverso la scrittura delle canzoni. Ho iniziato a studiare musica, mi sono trasferito a Milano e qui, circondato da stimoli di ogni tipo, nell’ultimo anno mi sono concentrato sul raggiungimento dei miei obiettivi.

Come nasce “Batticuore”? Il testo è molto forte. Quando è stato scritto? C’è un vissuto personale o una persona specifica che è stata fonte di ispirazione?

Batticuore nasce un annetto fa, mentre imparavo a “suonicchiare” la chitarra… nelle strofe esprimo un’insoddisfazione sociale e la voglia di evadere dagli schemi, nel ritornello ricordo un primo grande amore in cui sono stati commessi molti sbagli, tipici delle prime esperienze emotive.

Il tuo stile mi sembra racchiuda qualche sfumatura di Irama e Ultimo. Cosa pensi rispetto a quest’accostamento?

Sicuramente una qualche sfumatura con Irama e Ultimo ci potrebbe stare, però ci tengo a sviluppare una mia identità ed essere visto, soprattutto percepito da chi mi ascolta, per come sono, senza essere accostato ad altri artisti. Credo che la vera vittoria sia essere unici o, per lo meno, non facilmente confondibile con altri!

Quali sono i tuoi prossimi progetti?

Mi piace sognare e l’ho sempre fatto, in grande stile, pur restando con i piedi saldi a terra. Sono all’inizio del mio percorso, ho tanta voglia di fare e farmi conoscere, sperando di trovare un pubblico che apprezzi la mia musica!

                  a cura di
Valentina Pilotti

Seguici anche su instagram!
LEGGI ANCHE – SoundWeekly #26 – Le uscite della settimana
LEGGI ANCHE – Lous and the Yakuza – Circolo Magnolia, Milano – 11 luglio 2022
Condividi su
Valentina Pilotti

Valentina Pilotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *