Dream Theater – Mediolanum Forum – 7 maggio 2022

Dream Theater – Mediolanum Forum – 7 maggio 2022
Condividi su

Dopo la data di Roma, i Dream Theater portano il loro “Top of the world tour” al Mediolanum Forum

Dopo la ripartenza dei concerti nei club e il ritorno della capienza al 100% anche nei palazzetti, ritornano anche gli eventi internazionali. Sabato 7 maggio è la volta dei Dream Theater di calcare il palco del Mediolanum Forum di Assago, per presentare il loro ultimo album “A View from the top of the world“.

Ad aprire la serata è Devin Townsend che, con la sua band, scalda il pubblico che risponde con calorosi applausi e lasciandosi andare a diversi headbanging.

Alle 21.00 spaccate si spengono le luci. La scenografia è scarna, con solamente dei teli bianchi su cui verranno proiettate immagini, a tratti epiche, a tratti oniriche, giusto per fare da atmosfera. A dimostrazione del fatto che, a volte, la musica non ha bisogno di tanti fronzoli.

Perché è su questo che si basano gli show dei Dream Theater: la musica.

John Petrucci, John Myung, Jordan Rudess e Mike Mangini suonano ininterrottamente senza sbavature per due ore spaccate, con James LaBrie che quando non deve cantare lascia il palco ai suoi compagni.

Insomma, uno show dei Dream Theater è pura tecnica musicale, e farà godere al massimo gli amanti del metal!

La scaletta

The alien
6:00
Awaken the Master
Endless Sacrifice
Bridges in the Sky
Invisible Monster
About to Crash
The Ministry of Lost Souls
A View from the Top of the World

Bis

The Count of Tuscany

a cura e foto di
Mirko Fava

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – “Alpha Games”- Il nuovo album dei Bloc Party
LEGGI ANCHE – Van Der Graaf Generator – Gran Teatro Morato, Brescia – 6 maggio 2022
Condividi su
Mirko Fava

Mirko Fava

Mirko Fava nasce a Parma il 23/04/1991. Ha un diploma da geometra che ha usato per poco tempo, prima di diventare impiegato. Ha cominciato ad appassionarsi di musica negli anni delle superiori ed è andato alsuo primo concerto nel 2007, portandosi dietro una delle prime digitali compatte di suo padre, ottenendo scarsissimi risultati. La passione per la fotografia è cominciata parallelamente a quella per i concerti, anche se a tutti gli effetti si è sviluppata definitivamente dopo qualche anno. La macchina fotografica lo accompagna anche in viaggio, alla costante esplorazione del mondo. Tutte passioni economiche, in pratica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *