I Lacuna Coil al Rugby Sound Festival il 30 giugno 2022

I Lacuna Coil al Rugby Sound Festival il 30 giugno 2022
Condividi su

Ad aprire il festival una “data zero” a ingresso gratuito il 30 giugno 2022 con i Lacuna Coil in apertura ci sono i Moonlight Haze. Il Rugby Sound Festival torna dopo due anni esatti dall’edizione celebrativa del ventennale dal 1 luglio al 10 luglio 2022. Dieci giorni di festa e di grande musica, all’Isola del Castello di Legnano (MI).

2022 è l’anno del grande ritorno. Dopo due anni di stop forzato, dovuto alle limitazioni imposte dell’emergenza sanitaria, all’Isola del Castello di Legnano (Milano), si iniziano ufficialmente i preparativi per la nuova edizione del Rugby Sound Festival. Per celebrare la ripartenza, alle date ufficiali già comunicate 1 luglio – 10 luglio 2022si aggiunge una data zerofissata per il 30 di giugno a ingresso gratuito.

Sul celebre palco del Rugby Sound Festival tornano i Lacuna Coil, accompagnati in apertura dai Moonlight Haze. L’ultima edizione del Rugby Sound Festival, quella che ha segnato il raggiungimento dell’importantissimo traguardo dei venti anni, si era chiusa nel 2019 come un’edizione da record, che ha visto in 10 giorni di kermesse la presenza di 60.000 spettatori, provenienti da tutta Italia.

Un successo che è accresciuto negli anni, anche grazie ai nomi dei numerosi artisti che sono stati ospiti del Rugby Sound nelle diverse edizioni: Skunk Anansie, Subsonica, Salmo, Sfera Ebbasta, The Hives, Litfiba, solo per citarne alcuni, e gli stessi Lacuna Coil, che infiammarono l’Isola del Castello di Legnano nel 2018. Quest’anno si riprende da dove ci si era fermati. 

Moonlight Haze.
Le dichiarazioni del vicepresidente

“Abbiamo continuato a lavorare sodo in questi due anni” – dice Cristiano Bienati, vicepresidente Rugby Parabiago co-organizzatore storico della manifestazione – “coltivando, sviluppando e mantenendo vive le relazioni con il territorio e con gli sponsor. Dal 1999 ad oggi molto è cambiato, tuttavia è rimasto invariato lo spirito che ci ha spinto ad andare avanti e far crescere il nostro festival, che da piccola realtà si è trasformato in un vero e proprio punto di riferimento per la musica dal vivo italiana e internazionale.

Sicuramente il momento di svolta per noi è stato l’approdo all’Isola del Castello di Legnano, avvenuto per la prima volta nel 2017, un luogo che ha permesso di creare fra tutti i soggetti organizzativi coinvolti: il Comune di Legnano, gli artisti, il pubblico, un’incredibile alchimia. 

Locandina del Rugby Sound Festival.

Un ringraziamento speciale va proprio all’Amministrazione Radice, per l’immensa fiducia che ci è stata data, concedendoci, per la prima volta una convenzione ad ampio respiro che ci permetterà di lavorare con tranquillità, programmazione per i prossimi due anni e per le edizioni future.

Inoltre, anche per quest’anno si rinnova la collaborazione con Shining Production, società con la quale abbiamo impostato fin da subito un proficuo lavoro sinergico, anche grazie al quale il Rugby Sound Festival è divenuto negli anni l’eccellenza che attualmente rappresenta”.

I Lacuna Coil saranno i protagonisti

Il cantante Andrea Ferro dichiara:
“Il passato non possiamo cambiarlo ma il futuro è ancora in nostro potere, il momento è giunto! Siamo davvero felici di poter tornare, dopo una pausa forzata, che ci è sembrata infinita, tutti assieme al Rugby Sound Festival!

Torneremo a fare ciò’ che amiamo di più: esibirci su un palco e condividere la nostra energia con tutti voi. Finalmente suoneremo in Italia, a casa nostra, sarà uno show fantastico, vi aspettiamo numerosi!”

La formazione meneghina sarà accompagnata dai Moonlight Haze, melodic metal band che vede un’altra donna protagonista: la cantante Chiara Tricarico. Attualmente il gruppo è al lavoro sul terzo e atteso album.

Per maggior info sul Rugby Sound Festival

Sito ufficiale
Instagram

a cura di
Staff

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – L’amore non uccide: lotta contro il femminicidio
LEGGI ANCHE – Leo Pari – Largo Venue – 20 novembre 2021
Condividi su
Luca Montanari

Luca Montanari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *