Leo Meconi: da X Factor al primo brano in italiano

Leo Meconi: da X Factor al primo brano in italiano
Condividi su

Leo Meconi è giovanissimo ma ha le idee molto chiare su quello che vuole fare da grande. Nel 2020 Leo ha pubblicato due singoli, Self-Respect e Angels & Outlaws, che rappresentano una crescita per il suo percorso musicale, intervallati dalla partecipazione a X Factor Italia 2020 dove ha emozionato e stupito tutti i giudici e il pubblico a casa con le sue doti chitarristiche e di interprete.

Bruce Springsteen l’ha ribatezzato “Guitar Man. Già questo basterebbe a riempire il suo intero curriculum, inoltre ha collaborato con grandi nomi della musica italiana come Paolo Fresu e Dodi Battaglia e oggi, finalmente, si presenta al pubblico con il suo primo brano in italiano: Fino all’alba.

Fino all’alba è il nuovo singolo prodotto da Filadelfo Castro e Renato Droghetti e scritto da Leo assieme ad Andrea Blanc e Guglielmo, un giovane artista bolognese con il quale è nata una bella amicizia oltre che questa collaborazione artistica.

Il brano rappresenta il quarto capitolo del progetto “Zero4Leo” che ogni mese continua ad arricchirsi di nuove ed emozionanti storie. Per capire meglio di cosa si tratta, abbiamo scambiato quattro chiacchiere con questo giovanissimo e promettente talento…

Ciao Leo! Piacere di conoscerti. Partiamo a gamba tesa sul tuo nuovo singolo “Fino all’alba”. Questa canzone è la fotografia di una generazione, per meglio dire del disagio di una generazione che è stata privata della propria libertà. Come hai vissuto gli ultimi 12 mesi?

Ciao, piacere mio! Sono felice di parlarti del mio nuovo singolo “fino all’alba”, credo che esprima bene tutto il disagio della mia generazione, la voglia di recuperare il tempo perso, il desiderio di fare festa, di vivere gli amori e la spensieratezza dei miei e dei nostri 17 anni.

Questo ci è stato praticamente tolto negli ultimi 12 mesi, poi io sono fortunato perché ho scritto e lavorato tanto alla mia musica in questo periodo, ma la mia generazione in generale ne ha sofferto.

Ecco perché ho voluto un brano fresco ed estivo. Se andate a vedere il video di “Fino all’alba” si capisce tutta la voglia di divertirsi che volevo esprimere.

Come è nata la collaborazione con Guglielmo?

Guglielmo è di Bologna come me, sapevo che frequentava il mio stesso studio di registrazione San Luca Sound e un giorno ci siamo incrociati lì. Due chiacchiere e boom, mi ha fatto ascoltare i suoi lavori ed io i miei.

C’era questo brano che avevo chiamato “Alba” inizialmente, mi ha chiesto se poteva scrivere una strofa e alla fine mi è piaciuta talmente tanto che gli ho chiesto di cantarla lui, era “cucita” proprio addosso a lui… Ci siamo divertiti molto e soprattutto mi ha dato molta fiducia nel cantare in italiano.

Questo è anche il primo singolo in italiano, cosa ti ha portato a fare questo switch linguistico?

È stato davvero un processo naturale, a dicembre 2020 ho preso un mio brano già scritto in inglese, avevamo fatto una produzione pazzesca in studio, in un pomeriggio l’ho letteralmente stravolto e riscritto in italiano. L’ho fatto sentire ad Azzurra Music e tutti sono rimasti colpiti.

In quel momento ho capito che valeva la pena continuare su quella strada e ad oggi ho scritto una decina di brani in italiano, spero di farveli sentire presto tutti! Non vedo l’ora e sono felicissimo di questo switch che mi consente di avvicinarmi di più alla mia generazione.

Raccontaci qualcosa in più sul progetto “Zero4Leo”…

Il progetto “Zero4Leo” nasce proprio dalla situazione generata dal Covid. Avevamo in mente il mio secondo album tutto in inglese per marzo/aprile 2021 ed avevo già tutti i brani quasi pronti, poi però ho pensato che non avrei potuto fare live o presentarlo al pubblico e quindi abbiamo optato per un progetto “digitale” spalmato lungo tutto il 2021.

Volevo però che fosse riconoscibile in qualche modo e quindi ho ideato “Zero4Leo” il mio alter ego a fumetti che accompagna le copertine di tutte le mie uscite, molto colorate e divertenti.

É il mood che mi sono imposto per il 2021. Al momento sono usciti 4 singoli, tra cui “You can trust me” con Paolo Fresu, un brano al quale sono legatissimo e “Fino all’alba” con Guglielmo, un brano estivo che vorrei poter far conoscere meglio prima di pensare a nuove pubblicazioni. Comunque seguitemi sui miei social così sarete sempre informati sulla mia attività musicale.

Tornando all’esperienza di X Factor, ti piacerebbe partecipare ancora ad un talent?

Assolutamente si, mi sono divertito tantissimo ad X Factor sebbene non fossi davvero “organizzato” per farlo. Mi spiego: mi hanno proposto di iscrivermi, ero in pieno lockdown ed ho accettato perché volevo suonare e mettermi alla prova, ma non mi ero preparato… Sono andato ai casting per curiosità, convinto di non arrivare nemmeno davanti ai giudici ed invece sono quasi arrivato ai live.

Vivere però il programma da dentro mi ha aiutato a capire che c’era ancora tanto lavoro da fare e la prima era proprio iniziare a scrivere in italiano. Quindi per ora sono concentrato sul lavoro poi si vedrà…

Springsteen ti ha ribattezzato GUITAR MAN a soli 12 anni, direi che sei un predestinato. Chiudiamo l’intervista con un messaggio che vuoi trasmettere ai ragazzi della tua generazione, a quelli che hanno un sogno e spesso hanno paura di realizzarlo..

Sempre un bel ricordo quello, però non credo di essere un predestinato, ma semplicemente uno con una grande passione per la musica e un’idea precisa, quella di vivere di musica e con la musica.

Ai miei coetanei posso dire che se si ha un sogno grande bisogna crederci fino in fondo e lavorare duramente, ma sempre con gioia.

Il “futuro non è ancora stato scritto” diceva Joe Strummer: mi piace tantissimo quella frase, mi fa pensare che solo noi siamo padroni del nostro destino e che con la determinazione possiamo raggiungere qualsiasi risultato.

a cura di
Giulia Perna

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Caravaggio tra forza e ispirazioni
LEGGI ANCHE – Boriani, fuori il nuovo singolo “F10”
Condividi su
Giulia Perna

Giulia Perna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *