Uomini e Donne e il trono over: il femminismo sotto mentite spoglie?

Uomini e Donne e il trono over: il femminismo sotto mentite spoglie?
Condividi su

E se Maria De Filippi stesse riportando la sessualità nelle donne over? Discutendo delle app di incontro, e dopo la lettura di un articolo in cui si evidenzia questo malato gioco del cambiare partner con la facilità con la quale ci si possono cambiare le mutande, mi sono ritrovata ad aver bisogno, dopo una sessione di post produzione acuta, di buon, sano trash nostrano.

Non è difficile recuperare le puntate di Uomini e Donne e capire con che atteggiamento le persone si interfaccino tra di loro in quel programma. Come in una sorta di Tinder televisivo, ci sono quelli che vengono definiti over, e hanno dai 37 anni fino ai 70 e passa anni, fino ai quattro tronisti più giovani, che quest’anno vanno dai 18 fino ad un massimo di 26 anni se non ho ben capito. Ma la mia attenzione non è rivolta a questi ultimi.

Il sesso dopo i cinquant’anni

Se la società tende a desessualizzare le donne che superano i cinquant’anni, il programma della De Filippi invece ne esalta la sessualità. Tra baci umidi (che cosa sono non ve lo so dire, ma presumo siano delle pomiciate o giù li), fino a dichiarazioni come “abbiamo fatto l’amore” proferite da signore che dovrebbero stare a casa a fare le nonne, sempre secondo la società in cui viviamo, si vede un chiaro spaccato di come anche oltre gli anta ci si possa ancora relazionare, si conoscano persone nuove, ci si metta in gioco e si faccia sesso.

Maria è una femminista!

Da qui nasce la considerazione mentale (notturna) che mi porta a dire “Maria è una femminista!” ed è effettivamente così, vista l’apertura mentale che ha avuto nel far mettere in gioco persone che la società vorrebbe ai margini, ormai poco utili dal punto di vista lavorativo o per il sostentamento economico del Paese.

Inizia dunque, almeno per me, ad esser vista in maniera più simpatica lei e pure i personaggi che popolano il suo studio. Certo l’educazione inculcatami mi fa un po’ storcere il naso nel vedere la 71enne di turno che vuole consumare un rapporto sessuale con un 26enne senza riuscirci, ma posso accettarlo, ci vuole tempo insomma, intanto gioiamo per aver scoperto una Regina della Tv in veste femminista.

Pensateci e riflettete: tralasciando il trash, si tratta di un programma, soprattutto nella società attuale dove le conoscenze avvengono di fretta e furia, in cui tutto procede con ritmi più lenti e, per certi versi, può esser paragonato anche alle app di incontro.

a cura di
Iolanda Pompilio

Seguici anche su Instagram!

LEGGI ANCHE – La vittoria di Alysia Montaño è un “record” che regala libertà
LEGGI ANCHE – Solidarietà, integrazione e lavoro: Andrea Marchesini al TEDx Bologna
Condividi su

Iolanda Pompilio

2 pensieri su “Uomini e Donne e il trono over: il femminismo sotto mentite spoglie?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *