Tosca – Teatro Sociale, Rovigo – 20 Aprile 2022

Tosca – Teatro Sociale, Rovigo – 20 Aprile 2022
Condividi su

Mercoledì 20 Aprile, la rassegna Musiké ha inaugurato la stagione portando al Teatro Sociale di Rovigo Tosca con il suo progetto “Morabeza”.

A prepararci al concerto di Tosca, ci pensa una selezione musicale pre-concerto che va dalle note del tango con “Por una Cabeza” di Carlos Gardel a “Paloma Negra” di Chavela Vargas passando per “Besame Mucho” di Cesaria Evora.

Il palco

Negli istanti che anticipano l’inizio della serata, c’è tutto il tempo per osservare e studiare il palco e la sua scenografia. Non fosse che sappiamo quello che stiamo per ascoltare, potremmo comunque farcene un’idea grazie alla grandissima quantità di strumenti, i volti di Frida Kahlo e Diego Rivera uniti ed illuminati, un enorme globo terrestre, tamburi con cuori sacri disegnati , poltrone, luci ed un enorme albero luminoso che fa da sfondo.

Tra teatro e musica

Quando le luci si spengono arrivano i musicisti ma non lo fanno nel più classico dei modi; semplicemente mettendosi al proprio posto e iniziando a suonare bensì passeggiando, chiacchierando tra loro, bevendo qualcosa, leggendo un libro.

È un incrocio tra teatro e musica, è come essere proiettati in un altro locale, magari all’aperto, in una serata estiva.

In silenzio ed in punta di piedi, arriva Tosca che inizia subito a cantare su un divanetto, quasi nell’ombra.

L’affiatamento e la chimica tra Tosca ed i suoi musicisti è lampante, si vede tra loro non solo il rapporto professionale ma anche una forte amicizia e la voglia di divertirsi insieme. Durante la serata Tosca lascerà spesso il palco alle compagne Elisabetta Pasquale, Fabia Salvucci e Giovanna Famulari che canteranno alcuni brani.

Molto toccante l’omaggio a Lucio Dalla con “Piazza Grande” con il pubblico che ha iniziato a battere le mani a tempo.

Il regalo sonoro

A fine del viaggio musicale, Tosca dedica un momento speciale alla storia musicale del Veneto cantando “Nina ti te ricordi” di Gualtiero Bertelli.

“Ogni volta che io e la mia famiglia musicale andiamo in una città, portiamo un regalo sonoro. Abbiamo cercato tanto per portarvi il regalo giusto. Ho trovato tante cose ma non mi piacevano, così ho pensato di portarvi un regalo della vostra tradizione. Una canzone dei miei amici che fanno musica popolare. Io amo la musica popolare, è il nostro sangue, le nostre radici. La musica popolare racconta la nostra storia, le nostre radici e ogni volta che posso impararne una nuova sono felice perché è come conoscere un pezzo del vostro sangue. Questa canzone si chiama “Nina Ti te ricordi” e mi piacerebbe cantarla con voi.”

Il pubblico ringrazierà Tosca e la sua “famiglia musicale” con un lunghissimo applauso e più di qualcuno si alzerà in piedi per omaggiarli mentre loro balleranno sul palco in una vera e propria festa.

Non è stato un semplice concerto ma un viaggio tra suoni, culture e storie dal mondo che si sono intrecciate ipnotizzando il pubblico.

Insieme a Tosca sul palco:

Elisabetta Pasquale, contrabbasso, ukulele, voce.
Fabia Salvucci, tamburi a cornice, percussioni, voce.
Luca Scorziello, batteria e percussioni.
Pino Iodice, chitarra.
Giovanna Famulari, violoncello, pianoforte, melodica, percussioni e voce.

A cura di
Anna Bechis
foto di
Enrico Dal Boni

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Fracasso torna con “Senza Cognizione”, il suo nuovo singolo
LEGGI ANCHE – Coez – Atlantico, Roma – 20 aprile 2022
Condividi su
Anna Bechis

Anna Bechis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *