Ucraina, Zuppi pronto a missione di pace: “Vado per aiutare ciò che favorisce il dialogo”

Ucraina, Zuppi pronto a missione di pace: “Vado per aiutare ciò che favorisce il dialogo”
Condividi su

(Adnkronos) – Il cardinale Matteo Zuppi, scelto dal Papa per la missione di pace in Ucraina, si accinge alla missione "con tanta sofferenza", per portare la "vicinanza" della Chiesa e "alleviare le conseguenze di una terribile situazione e aiutare come sarà possibile tutto ciò che favorisca il dialogo, qualunque cosa per non accettare passivamente la guerra". Lo ha sottolineato lo stesso presidente della Cei ai margini della conferenza stampa nella quale ha tirato le somme della 77esima Assemblea generale dei Vescovi.  La missione voluta da Papa Francesco, ha osservato ancora, è pensata per "manifestare la presenza" della Chiesa, "è questo il vero contenuto. Non possiamo assistere alla guerra senza dire che siamo vicini alle vittime". Alla domanda se si recherà a Kiev e a Mosca, il porporato ha glissato con un "no comment".  Un "incarico", quello che gli è stato affidato dal Papa, di cui Zuppi sente "il peso ma c'è il sostegno di tantissimi che soffrono nel vedere un conflitto di queste dimensioni". Cosa è mancato finora? "Sicuramente sarà mancato qualcosa – dice -. Bisogna cercare quello che manca ancora". —internazionale/esteriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Condividi su

Staff

La redazione di The Soundcheck: un branco di giornalisti, redattori, fotografi, videomaker e tanti altri collaboratori agguerriti provenienti da tutto lo Stivale pronti a regalarvi una vasta gamma di contenuti. Dalla semplice informazione artistico-culturale, fino ad approfondimenti unici e originali nel campo della musica, dell'arte, della letteratura e della cultura a 360 gradi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *