Manuel Agnelli – Demodè, Modugno – 3 dicembre 2022

Manuel Agnelli – Demodè, Modugno – 3 dicembre 2022
Condividi su

Manuel Agnelli ha scelto il Demodè Club di Modugno per iniziare il suo “Ama il prossimo tuo come te stesso Tour”

La location

Manuel Agnelli inizia il suo tour da Modugno in provincia di Bari. Per chi non è del posto non sa quanto il Demodè Club abbia influito sulla diffusione di nuovi artisti e non solo a livello locale. È ormai un luogo simbolo per i musicisti pugliesi e anche per chi viene da fuori la Puglia.

In origine era situato in un’altra città, era un capannone che accoglieva artisti emergenti e non solo e nel quale gli universitari potevano trovare svago dopo una settimana di lezioni e studio. Ricordo ancora le prime gare musicali.

Grazie a quegli eventi ho potuto conoscere band leccesi, brindisine, baresi, insomma pugliesi che altrimenti non avrei potuto conoscere e seguire negli anni a venire. Successivamente si è spostato e i concerti hanno iniziato a divenire più importanti e rinomati.

C’è da dire anche che Dario e Angela (proprietari del locale) hanno creduto anche in band appena sbocciate o all’epoca sconosciute. Infatti quel palco lo hanno calpestato i Maneskin prima della vittoria di Sanremo, Gazzelle prima di riempire i palazzetti con sold out ovunque. I primi trapper sconosciuti ai più, come Sfera che poi sono diventati quelli che conosciamo oggi.

E oggi ha ospitato colui che ha riconosciuto il talento dei Maneskin e non solo: Manuel Agnelli.

I fan

Una volta giunta in loco vado direttamente nel sottopalco, è li, in transenna che c’è il fandom più accanito e fedele, osservo prima di mettermi a fotografare con quella luce blu che caratterizza il locale nel pre concerto.

Fuori dalla sala c’è lo stand con il merchandising, c’è chi prende un vinile, chi una t-shirt o un cd, ormai è risaputo, se vai ad un concerto qualcosa di materiale per ricordarti di esserci stato, di averlo vissuto è un passaggio d’obbligo tanto quanto l’immortalare la canzone preferita con il proprio smartphone.

Da Policoro e Basilicata solo per Manuel Agnelli

Chiacchiero con delle donne che vengono dalla Basilicata e anche oltre come Policoro, ironizzo con loro dicendo che sono “sprisciate” (prive di pepe diciamo così per rendervi la traduzione del termine comprensibile) in quanto fan senza striscioni, cartelloni o reggiseni da lanciare sul palco.

Mi raccontano che anni fa veramente hanno fatto volare reggiseni, ma non hanno più l’età, ma la voce sì e come si fanno sentire una volta che il live incomincia. Tutta la Puglia è qui ed è veramente bello che ci sia il Demodè ad ospitare questo evento.

Il concerto

Ad accompagnare Manuel Agnelli sul palco ci sono nomi di tutto, tuttissimo (accrescitivo giustificato, chiamate l’accademia della crusca), rispetto: Beatrice Antolini, Giacomo Rossetti e i Little piece of Marmelade, altro duo uscito vincente (secondo posto) da X-Factor e in cui il buon Manuel ha visto lungo.

Come i fan anche io sento la pressione dell’attesa, ma soprattutto la pressione del “È la prima data del tour” con tutto quello che comporta, come ad esempio non sapere cosa mi aspetterà.

Sul palco ci si diverte

E lasciatevelo dire: tutto passa quando le luci calano di intensità, il pubblico freme e urla gaudioso e sul palco fanno il loro ingresso gli artisti campeggiati da Agnelli che, fatemelo dire, sembra abbia fatto un patto col Demonio visto che è rimasto uguale a quando era il frontman degli Afterhours.

Stessa carica erotica e magnetismo di un ventennio fa e infatti gli urletti delle signore con cui ho chiacchierato prima dell’inizio del live mi danno ragione. Manuel è un bel vedere e anche un bel sentire. Il palco se lo divora letteralmente così come fanno i musicisti che lo accompagnano.

Lascio il cuore sui brani a me più cari, mi parte pure la mezza lacrimuccia e inizio a comprendere meglio chi si è fatto più di un’ora per essere quì oggi. Buona la prima di questo tour, e voi se potete andate a godervi queste due ore di buona musica.

Scaletta
  1. Severo Donetsk
  2. Signorina mani avanti
  3. Veleno
  4. Anni 80
  5. Bunjee
  6. Milano con la peste
  7. Lo sposo sulla torta
  8. Quello che non c’è
  9. Ballata per la mia piccola iena
  10. Profondità abissi
  11. Proci
  12. Padania
  13. Guerra e pop corn
  14. Germi
  15. Male di miele
  16. Ama il prossimo tuo
  17. Mille anni fa
  18. Non è per sempre
  19. Bombay
  20. Pam pum pam
  21. Pelle splendida
  22. 1996
  23. Dea
  24. Adrenalina
  25. Molti modi

a cura e foto di
Iolanda Pompilio

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Alessandra Amoroso – Palazzo dello Sport, Roma – 2 dicembre 2022
LEGGI ANCHE – Salmo – Palaflorio, Bari – 2 dicembre 2022
Condividi su
Iolanda Pompilio

Iolanda Pompilio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *