Gianni Bismark – Locomotiv, Bologna – 22 aprile 2022

Gianni Bismark – Locomotiv, Bologna – 22 aprile 2022
Condividi su

Gianni Bismark ha fatto tappa al Locomotiv Club di Bologna per portare in tour gli ultimi due album “Nati Diversi” e “Bravi Ragazzi”, ma non solo.

Tornare al Locomotiv Club fa sempre piacere. In questo live club molti artisti, affermati e non, suonano volentieri essendo ormai un punto fermo nel circolo musicale bolognese.

Il 22 aprile è stato il turno di Gianni Bismark un rapper e cantautore romano ormai sulla scena da 7 anni, in cui ha collaborato con diversi artisti hip-hop, soprattutto di Roma, ma apparendo in featuring con artisti di tutta la penisola e spaziando in altri generi.

In apertura a Gianni Bismark, c’è stato un set chitarra e bonghi di Nino Nino. Artista emergente che, nonostante l’opening act sia solitamente più scarico per il volume inferiore di persone e perché il pubblico non è dei più attivi, ha saputo destreggiarsi e coinvolgere i presenti.

Credete sempre in ciò che sognate e che fate, che ce li magnamo.

Cosa aspettarsi da un concerto di Gianni Bismark?

Immaginatevi un concerto di un romano doc, hip-hop a vecchio stampo, con tutti che ondeggiano le mani avanti e indietro a tempo. Ecco il concerto di Gianni Bismark.

Gianni e il suo drink, tenuto in mano per tutto il concerto, vengono accompagnati da due collaboratori alla console per far partire le basi e farlo quindi rappare. Purtroppo molti pezzi presentano featuring, venendo quindi spesso interrotti nella parte dell’artista mancante al live.

La parte del concerto però più significativa è stata l’accompagnamento chitarra-tastiera a Gianni per l’ultima parte della scaletta. L’artista rende decisamente meglio, vengono risaltati maggiormente i versi e la romanità, quest’ultima caratteristica peculiare dell’artista.

Unica nota per cui si può storcere il naso è il pubblico, che in realtà non era moltissimo. I cori però vengono fatti partire per tutto il live e l’energia trasmessa a vicenda con l’artista non hanno fatto percepire troppo questo aspetto.

Va infine fatta una menzione speciale ai costanti versi iconici di Gianni che hanno scandito pezzo dopo pezzo il concerto: “Ehi Ehi” o “Aaaahh”.

Per finire…

È un concerto popolare, in senso letterale, vi sembrerà di stare nella Roma popolana. Gianni Bismark parteciperà ai cori insieme a voi e scenderà dal palco per stare semplicemente tra la gente a godere dell’esperienza.

Se non siete de Roma, dopo sto concerto statece che lo diventerete. È stato quasi come essere all’Olimpico, seppur in dimensioni inferiori, con tutti i cori e la romanità trasmessa dal pubblico e dallo stesso Gianni, dando l’impressione de esse’ più a Trastevere che a Bologna.

L’importante è che si sia sentito a casa tanto quanto lui ha fatto sentire il calore al proprio pubblico. Quanto se semo divertiti Gianni.

Tracklist
  • Miti sbagliati;
  • Non mi va;
  • Bravi Ragazzi;
  • Dobbiamo andar via;
  • Passerà;
  • Gianni Nazionale;
  • Negativi;
  • Scherzo Rido;
  • Quello Vero;
  • Pregiudicati;
  • Boni;
  • Sono anni che ti cerco;
  • Meno Solo;
  • Nati Diversi;
  • Università;
  • Nse Vedemo Mai;
  • C’avevo un amico;
  • So Finiti I Giochi;
    BIS:
  • Meno Solo;
  • Anni 70;
  • Nse Vedemo Mai.

a cura di
Luca Montanari

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHEQuando la poesia di Rancore incontra la fantascienza, nasce lo “Xenoverso”
LEGGI ANCHE“Patricia” fuori il singolo della band Flowers For Boys
Condividi su
Luca Montanari

Luca Montanari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *