Mattia Stanga: la nuova comicità su TikTok

Mattia Stanga: la nuova comicità su TikTok
Condividi su

Mattia Stanga è il nuovo fenomeno social della comicità moderna. Il giovane ragazzo bresciano fa, ogni giorno, milioni di visualizzazioni grazie a video esilaranti tratti dalla vita di tutti i giorni. Conosciamolo meglio!

Mattia Stanga è la star del web di cui tutti parlano. Con ben oltre due milioni di follower su TikTok, Mattia Stanga attraverso la sua comicità semplice e genuina ha conquistato proprio tutti. Il ragazzo è anche un fenomeno prolifico: pubblica, di fatti, quasi ogni giorno un video diverso oltre che opera su più canali social, seguitissimi anche quelli, come Instagram e Twitter.

Apprezzato da quei comici che lui stesso considera “idoli” e fonte di ispirazione, Mattia Stanga non ha intenzione di fermare la sua incredibile ascesa. Vediamo più da vicino le ragioni del successo di una stella nascente del divertimento.

Biografia

Mattia Stanga è nato a Brescia il 10 febbraio 1998. Ha da poco compiuto 24 anni ed è originario più precisamente di Borgosatolli. Attualmente Mattia studia all’Università di Economia Business e Management e dopo la laurea vorrebbe proseguire gli studi all’estero. Il suo sogno, quindi, sarebbe quello di continuare con un Master nei paesi anglosassoni come America o Inghilterra.

Gli impegni scolastici non hanno, però, impedito al giovane ragazzo di approfondire una passione innata per la comicità. Anzi, sono stati proprio gli anni di scuola a fornire a Mattia i primi input per i contenuti creativi. Infatti, spinto dai suoi compagni ad aprirsi un canale social dove esibire il proprio talento, il ragazzo bresciano ha iniziato la sua carriera nel mondo di TikTok con le parodie dei professori.

Con il tempo e con più esperienza, Mattia Stanga riesce a divincolarsi dalle semplici imitazioni delle persone che lo circondano e si getta a capofitto su nuovi tipi di content. Questi vedono Stanga riprodurre svariate professioni di cui ne ironizza gli stereotipi e le pratiche comuni.

Seppur Mattia rappresenti una giovane generazione di comici e metta in pratica nuove modalità di divertimento, il ragazzo è profondamente influenzato dai pilastri della comicità italiana. Cresciuto con gli sketch di Zelig, Mattia ammette quali sono i suoi veri punti di riferimento della risata, ovvero Katia Follesa, i Fichi D’india, Luciana Litizzetto e il più commerciale Frank Matano.

Si hanno davvero poche notizie circa la sua famiglia che sappiamo essere di estremo supporto per il percorso artistico di Mattia. Le notizie sulla sua vita sentimentale sono ancora meno, a dimostrazione di quanto Stanga voglia far parlare di sé per i suoi lavori più che per i suoi amori.

Mattia Stanga
Fonte: Google
I video virali di Mattia Stanga

Mattia Stanga è un vero e proprio canalizzatore di risate. A causa del primo lockdown per il Coronavirus, decide, proprio grazie alla spinta dei suoi amici e familiari, di dare una possibilità a TikTok. In primis per dimostrare che il canale social non esaurisce la sua funzione solo con challenge sbrigative o balletti ma può essere un vero e proprio veicolo di risate. Il ragazzo, allora, si cimenta in quello che gli riesce meglio, ossia le imitazioni dei professori, a cui, come lui stesso dichiara, “faceva il verso” nonostante i precari voti in condotta.

Ben presto Mattia perfeziona i suoi lavori introducendo le imitazioni delle professioni. In questo modo nascono le parodie dei cassieri del supermercato, dei farmacisti o delle hostess, così come di insegnanti di hip hop o steward di Gardaland. Ma l’ascesa del giovane Stanga non si ferma qui. Infatti, il ragazzo intraprende, in seguito, una nuova serie di improbabili quanto divertenti riproduzioni, questa volta riguardanti gli animali.

I video sui vari Pov (in gergo i points of view) di Mattia includono anche oggetti come Iphone, caricatori del cellulari, semafori e perfino assorbenti. Il ragazzo, in aggiunta, fiero delle sue origini, non nasconde l’evidente accento bresciano in tutte le sue produzioni. Questo conferisce maggiore autenticità ad un lavoro originale all’interno dell’universo del web già di per sé saturo di prodotti mediali.

Non è passato molto tempo prima che Mattia Stanga fosse contattato da importanti brand per delle sponsorizzazioni sui social. Anche per quanto riguardo l’aspetto dell’advertising, Mattia ha scelto la strada dell’innovazione adattando i messaggi promozionali al suo stile perfettamente riconoscibile.

Mattia Stanga
Fonte: Google
Il segreto del successo

Grazie alle sue capacità comunicative Mattia Stanga ha ricevuto l’acclamazione di vari influencer e comici. Ma qual è il segreto di tale successo in così poco tempo? È Mattia stesso ad affermare che la sua qualità più grande consiste nella rappresentazione della normalità. Infatti, la principale fonte d’ispirazione per gli sketch deriva dalla vita quotidiana, dai rapporti interpersonali con la sua famiglia e dall’atteggiamento di chi lo circonda.

Mattia ha capito che nel bene e nel male tutti vanno incontro alle medesime situazioni e stesse tipologie di persone. Lo stereotipo, in questo caso, non solo viene messo in luce ma ne viene fatto anche una parodistica presa in giro. Il pubblico, quindi, trova divertente ciò che riconosce e in cui si può immedesimare. Non c’è niente di più spiritoso della quotidianità e di tutte le sue piccole e grandi sfumature.

Grazie alla sua capacità di dare importanza ai dettagli e alle sue doti comunicative, Mattia Stanga è un personaggio che arriva a più generazioni, da quella Z di cui è simbolo, ai millenials fino a raggiungere gli adulti. Il segreto del successo del giovane bresciano, insomma, come ha dichiarato lui stesso, include un forte spirito di osservazione per le cose. Questa spiccata attitudine di rendere “grandioso” il particolare fa sì che Mattia Stanga e i suoi sketch non risultino come dei fenomeni passeggeri ma perdurino anche ben oltre il tempo di un click.

a cura di
Noemi Didonna

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – “Occhiali Neri”: il ritorno di Dario Argento
LEGGI ANCHE – The Lost Daughter: uno sguardo angosciante al passato
Condividi su
Noemi Didonna

Noemi Didonna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *